Mostre » MORANDI. ELEGIA DELLE COSE

Paolo Ferrari, "Grizzana: oggetti per le nature morte", 2008, anni '80, cm 60x40, stampa su carta fotografica

MORANDI. ELEGIA DELLE COSE

Nel coinvolgente racconto per immagini fotografiche di Paolo Ferrari, il percorso della poetica del maestro bolognese

a cura di Valentina Redditi, il 13/01/2009

Inaugura sabato 17 gennaio, negli spazi espositivi della Galleria PivArte di Bologna, la mostra “Morandi. Elegia delle cose”, curata da Franco Basile. Attraverso 50 fotografie scattate da Paolo Ferrari, l’esposizione traccia il percorso della poetica di Giorgio Morandi presentando immagini che si sgranano lungo un periodo che dagli inizi degli anni ‘80 porta ai giorni nostri. Tra i pochi ad aver varcato la soglia dello studio di via Fondazza, Ferrari ci ricorda il tempo morandiano cominciando proprio dalle visioni del vecchio atelier per passare a quelle di Grizzana, quindi dalle cose e dai luoghi di una volta, e come tutto appare oggi.

Morandi e «Una meditazione che trovava alimento tra le solitarie cose di sempre» (Franco Basile)

Scrive Franco Basile, curatore della mostra: «La vita di Giorgio Morandi si è cristallizzata in pochi luoghi, quelli della consuetudine e quelli di una meditazione che trovava alimento tra le solitarie cose di sempre. L’artista sentiva la pittura in viaggi di pochi metri, spingendo lo sguardo da una parete all’altra della stanza dove, per cinquant’anni ha esplorato fiori di stoffa ingrigiti di polvere, scatole riverniciate, bottiglie e caraffe. Un piccolo esercito di modelli destinati ai componimenti delle nature morte».

Paolo Ferrari, "Studio di via Fondazza: modelli per ultima natura morta", anni '80, cm 30x40, stampa su carta fotografica

«Quando voleva prendersi una vacanza da queste cose, socchiudeva la finestra per soppesare la luce e magari pensare alle visioni delle contrade dell’Appennino che avrebbe raggiunto durante l’estate. Ci sono momenti in cui i ricordi assomigliano a reliquie che si ostinano a respirare. I luoghi e le cose del pittore sono sogni scontornati se la memoria non viene mantenuta in circolo, se le antiche visioni non trovano riscontro in pensieri capaci di rinnovarsi nella poesia».

Il volume “Repertorio dello sguardo” che accompagna la mostra

La rassegna alla Galleria PivArte è accompagnata da un volume con oltre 80 immagini a colori intitolato “Repertorio dello sguardo”, con testo di Franco Basile, edito da Minerva Edizioni. Photoeditor della mostra è Gilberto Veronesi.

Paolo Ferrari: dai set di Pupi Avati all’editoria d’arte

Paolo Ferrari, "Studio di via Fondazza: oggetti con fiori di stoffa", anni '80, cm 30x40, stampa su carta fotografica

Dopo un’intensa parentesi dedicata al cinema come fotografo di scena su set di film di Pupi Avati, è passato al mondo dell’editoria. Bolognese, da sempre legato alle atmosfere della propria terra, ad una sorta di mitologia dell’età trascorsa, forse per questo si è molto interessato all’opera di autori locali. Tra i pochi a poter accedere allo studio di via Fondazza dopo la morte dell’artista, molte delle sue foto appaiono a corredo di diversi libri d’arte.

I testi di Franco Basile sulla figura e l’arte di Giorgio Morandi

Sulla poetica e sulla figura del Maestro bolognese, oltre a numerosi testi per giornali e riviste, di Franco Basile si ricordano libri come “Il laboratorio della solitudine”; “I giorni di Grizzana”, un volume sui disegni scritto assieme a G.C. Argan; “I luoghi, le cose; Minime grandezze”; “Morandi incisore” (catalogo generale dell’opera grafica); “Arte e poesia; Le temps et les choses” per le edizioni GAM di Montecarlo; “Cronache di un ricordo e Comparazioni/Grafica e pittura”.

    Scheda Tecnica

  • Paolo Ferrari. “Morandi. Elegia delle cose”
    dal 17 gennaio al 14 febbraio 2009
    Inaugurazione: sabato 17 gennaio, ore 18
  • Curatore:
    Franco Basile
  • Galleria PivArte
    Bologna, via Azzo Gardino 8
  • Orario di apertura:
    lun-ven, ore 10-13 e 15.30-19.30; sab, ore 16-19.30
  • Catalogo:
    intitolato “Repertorio dello sguardo” (Minerva Edizioni) con testo di Franco Basile e oltre 80 immagini a colori
  • Info:
    Galleria PivArte
    Bologna, Via Azzo Gardino 8
    Tel. (+39) 051 6494293 - Fax (+39) 051 6494301
    galleria@pivarte.eu

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader