Mostre » Cesare Cattaneo e i Littoriali della Cultura e dell’Arte 1934 e 1935

Bozzetto di Francobollo dei Littoriali del 1934

Cesare Cattaneo e i Littoriali della Cultura e dell’Arte 1934 e 1935

A Lissone (Milano) la potenza innovativa del linguaggio architettonico di una delle figure di spicco del razionalismo comasco

a cura di Angelo Pinti, il 12/01/2009

Sarà non a caso un luogo significativo dell’architettura razionalista – l’ex Casa del Fascio di Lissone (Milano), realizzata tra il 1937 e il 1940 su progetto di Giuseppe Terragni e Antonio Carminati – ad ospitare da sabato 17 gennaio la mostra “Cesare Cattaneo e i Littoriali della Cultura e dell’Arte 1934 e 1935”, organizzata dall’Associazione Archivio Cattaneo, in partenariato con l’Università La Sapienza di Roma e con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Lissone.
L’iniziativa riunisce virtualmente Terragni e Cattaneo - esponenti insigni del razionalismo italiano, entrambi attivi a Como, in stretto rapporto tra loro - in un edificio che rappresenta uno degli episodi conclusivi della ricerca architettonica di Terragni.

La rassegna è dedicata alla partecipazione di Cesare Cattaneo (1912-1943) ai Littoriali dell’Arte e della Cultura, competizioni giovanili organizzate dai Gruppi Universitari Fascisti (Guf) e articolate negli ambiti sportivo, culturale e artigianale, che videro la realizzazione di sette edizioni in altrettante città d’Italia: a Firenze nel 1934, a Roma nel 1935, a Venezia nel 1936, a Napoli nel 1937, a Palermo nel 1938, a Trieste nel 1939, a Bologna nel 1940.

Le sezioni della mostra: I) i Littoriali

Tre le sezioni della mostra. Nella prima vengono presentate – attraverso la riproduzione di documenti originali quali manifesti, pubblicazioni su giornali e quotidiani d’epoca, francobolli dei Littoriali e altro materiale, in buona parte reperiti presso l’Archivio Centrale di Stato di Roma e la Biblioteca universitaria di Bologna – le singole edizioni dei Littoriali nelle varie sedi di Firenze, Roma, Venezia, Napoli, Palermo, Trieste e Bologna, consentendo così al visitatore di entrare nel contesto particolare di queste “competizioni” studentesche.

Cesare Cattaneo, schizzi architettonici

L'architetto razionalista comasco Cesare Cattaneo partecipa, ormai a conclusione della sua carriera universitaria (si laurea proprio in quell’anno), ai Littoriali del 1935 con un progetto di grande impatto e di particolare valore innovativo, se confrontato con gli altri progetti a concorso.
Presenta infatti un progetto di “Casa dell'Assistenza Fascista” per una città di 100.000 abitanti che denota le capacità architettoniche che il giovane studente del Regio Politecnico di Milano non avrà occasione di esprimere pienamente durante la brevissima carriera professionale conclusa prematuramente nel 1943.
Cattaneo aveva preparato un progetto – però non presentato - anche per l’edizione del 1934 dei Littoriali. Nell’Archivio Cattaneo sono conservate le tavole di quel lavoro che aveva come tema una “Casa dello Studente”.

II) Gli innovativi progetti presentati da Cattaneo

La seconda sezione della mostra illustra entrambi i progetti di Cattaneo, con le tavole originali dei due progetti e i quattro plastici di corredo, che vengono inquadrati nell’insieme dei Littoriali con immagini tratte da riviste di architettura dell'epoca che documentano alcuni dei progetti presentati dagli altri studenti di architettura partecipanti alle due edizioni di Firenze e Roma.

Cesare Cattaneo, “Casa dell'Assistenza Fascista”, 1935

Il confronto con le altre architetture consente al visitatore della mostra di comprendere meglio la potenza innovativa del linguaggio architettonico utilizzato da Cattaneo ancora studente e che verrà poi sviluppato ed articolato negli anni successivi.
Sei maquettes completeranno l'esposizione di disegni e altro materiale grafico. Tra queste, spicca il grande plastico del progetto di Cattaneo, Lingeri e Terragni per il Palazzo dei Ricevimenti e dei Congressi all’E42 la grande Expo prevista a Roma per il 1942.

III) I progetti più significativi in concorso ai Littoriali

L'ultima sezione della mostra, infine, si occupa nello specifico dei Littoriali di Architettura, entrando in modo dettagliato nel contesto specifico dei Littoriali: vengono infatti presentati i progetti più significativi che hanno concorso alle singole manifestazioni. I pannelli consentiranno infatti di illustrare con immagini delle principali riviste di architettura dell’epoca – “Architettura”, “Casabella”, “L'Architettura Italiana” – l’ampia partecipazione ai Littoriali per inquadrarne ed analizzarne i risultati e il dibattito architettonico che in quelle occasioni si sviluppò, oltrepassando il puro grado di discussione nell'ambiente scolastico e invadendo il contesto artistico ed architettonico nazionale.

Cesare Cattaneo, “Casa dello studente”, assonometria

La curatela di Alessandra Muntoni dell’Università La Sapienza di Roma

La mostra, curata da Alessandra Muntoni docente di Storia dell’Architettura all’Università La Sapienza di Roma, con la collaborazione di Damiano Cattaneo, Presidente dell’Associazione Archivio Cattaneo, e Maddalena Cavadini si avvale del sostegno della Provincia di Como (Assessorato alla Cultura), e della collaborazione del Comune di Como (Assessorato alla Cultura), dell'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Como, dell'Associazione Margherita Ripamonti e della Comunità Montana Lariointelvese.
Accompagna la rassegna un catalogo che raccoglie contributi di vari autori, pubblicato nell’ambito dei Quaderni di Architettura dell'Archivio Cattaneo.

    Scheda Tecnica

  • “Cesare Cattaneo e il Littoriali dell’Arte e della Cultura 1934 e 1935”
    dal 17 gennaio al 22 febbraio 2009
    Inaugurazione: sabato 17 gennaio, ore 18 (alle 17: conferenza di Alessandra Muntoni sul tema dell’esposizione, presso l’auditorium di Palazzo Terragni)
  • Curatore:
    Alessandra Muntoni
  • Palazzo Terragni (già Casa del Fascio)
    Lissone (Milano)
  • Orario di apertura:
    mar-ven, ore 15-18; sab-dom, ore 10-12 e 15-18; lun chiuso
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Catalogo:
    AA.VV. (a cura di A. Muntoni), “Cesare Cattaneo e il Littoriali dell’Arte e della Cultura 1934 e 1935”, Quaderni di Architettura dell'Archivio Cattaneo, 2009
  • Info:
    Associazione Archivio Cattaneo
    Tel. (+39) 031 342396
    archiviocattaneo@libero.it
    info@uessearte.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 12/01/2009

Cattaneo, Cesare

Cesare Cattaneo (1912-1943) fu figura di spicco della seconda generazione del razionalismo comasco, per la sperimentazione plastica e l'approfondita ricerca teorica che applica con grande coerenza costruttiva e funzionale....