Eventi » Antiquari alla Fortezza da Basso

Antiquari alla Fortezza da Basso

Inaugura a Firenze una nuova mostra mercato dell'antiquariato

a cura di Redazione, il 24/03/2007

Inaugura a Firenze la prima edizione di “Antiquari alla Fortezza da Basso”, mostra mercato dell’antiquariato in programma dal 24 marzo al 1° aprile 2007. Patrocinata dalla Provincia di Firenze, la manifestazione, che ha come finalità principale quella socio-culturale di avvicinare un numero sempre maggiore di appassionati e utenti all’affascinante mondo del mercato antiquario, è promossa e organizzata da “The Fine Arts Srl” di Rivoli (Torino), società con esperienza pluriennale nella realizzazione di eventi culturali e di mostre legate al mercato dell’arte antica, in collaborazione con l’Associazione Antiquari fiorentini.

Fra queste, dal 1998 la Mostra Nazionale di Saluzzo, dal 1993 al 2003 la Mostra dell’Antiquariato di Torino, e a partire dal 2003 la Mostra degli Antiquari Piemontesi e la Biennale dell’Antiquariato di Stupinigi. “Siamo convinti – spiega Mario Rossi, amministratore delegato di “The Fine Arts Srl” e organizzatore della fiera – che Firenze, sede della storica e prestigiosa Biennale Internazionale dell’Antiquariato, possa essere la location ideale per una mostra antiquaria a cadenza annuale di buon livello che, per nulla concorrenziale alla storica Biennale, in un momento di crisi del mercato come questo, possa rappresentare un incentivo in più per avvicinare al mondo dell’antiquariato e dell’arte non solo un numero sempre maggiore di collezionisti e addetti ai lavori, ma anche i giovani e la gente comune interessata a trovare in fiera qualche oggetto di pregio per la propria casa. Puntiamo infatti molto sulla qualità ma anche sull’accessibilità di molti dei pezzi esposti”.

In effetti la nuova mostra-mercato si presenta come del tutto complementare rispetto a quella – di più alto profilo ma anche in qualche modo “museale” – di Palazzo Corsini. Diverso il target di pubblico, diversi i prezzi, per dare impulso ad un mercato che “regge” discretamente solo nel Nord Italia, mentre per quanto riguarda la Toscana la situazione si è fatta difficile negli ultimi mesi, soprattutto per quanto riguarda Firenze. L’iniziativa mira quindi a dare nuovo slancio al settore, aprendolo maggiormente al grande pubblico.

Ottanta sono gli espositori attesi nel Padiglione Spadolini della Fortezza da Basso dove avrà luogo la mostra, con una prevalenza di antiquari fiorentini e toscani. Buona anche la risposta dal resto d’Italia e dall’estero. Sono previste infatti partecipazioni anche da Parigi, Londra, Montecarlo, Bruxelles, ecc. Le opere esposte sono state accuratamente selezionate ad una ad una da un’apposita commissione per evitare falsi e manomissioni. E allora spazio a mobili, dipinti, stampe, sculture, gioielli, ceramiche, vetri ed altri preziosi pezzi di tutte le epoche e provenienze.

Una serie di eventi collaterali movimenterà la manifestazione. Il Museo Bellini di Firenze, partner del progetto, espone una serie di bronzetti antichi e una parte significativa della mostra organizzata nel 2006 in dieci città della Cina dal titolo “Quattrocento anni di pittura italiana”. In mostra in anteprima anche una selezione di dipinti del Sei-Settecento fiorentino facenti parte della Donazione Luzzetti al Museo della Maremma, che si inaugurerà il 26 maggio prossimo a Grosseto. È possibile ammirare in Fortezza opere del Cigoli, Allori, Francesco Furini e Cesare Dandini.

Scheda tecnica

“Antiquari alla Fortezza da Basso - I^ edizione”
1ª edizione
dal 24 marzo al 1° aprile 2007

Fortezza da Basso
Firenze, (a 250 m dalla Stazione Centrale S. M. Novella)

Orario di apertura:
Feriali, ore 15-20; ven, ore 15-23; sab, ore 10.30-23; dom, ore 10.30-20

Biglietti:
Intero € 8; ridotto € 4

Organizzazione:
The Fine Arts Srl
Palazzo Piozzo di Rosignano
Via Gallo 1 – 10038 Rivoli (TO)
Tel/fax (+39) 011 9533134
eis1@libero.it
Palazzo Piozzo

Info:
Segreteria organizzativa
Lungarno Vespucci 6/r - 50123 Firenze
Tel/Fax (+39) 055 211102

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader