Zoom » Futurismo 1909-2009

Giacomo Balla, Espansione x velocità (Velocità d’automobile), 1913-1914, olio su cartone, 60x98 cm Milano, Galleria d’Arte Moderna

Futurismo 1909-2009

Il centenario della storica avanguardia italiana

a cura di David Bernacchioni, il 13/12/2008

La più vasta e completa fra le iniziative dedicate al Centenario del Futurismo si terrà a Milano, la città dove questa avanguardia rivoltosa e visionaria ha vissuto la sua prima, entusiasmante stagione. L’evento di maggior richiamo sarà la grande mostra allestita a Palazzo Reale intitolata “FUTURISMO 1909-2009. Velocità + Arte + Azione”, che aprirà al pubblico dal 6 febbraio al 7 giugno 2009, ma il ricchissimo programma di iniziative comprende anche manifestazioni di teatro, cinema, danza e moda, che faranno della città, per l'intero 2009, la capitale del Futurismo.

Attraverso 400 opere, documentato l'intero, vastissimo campo d'azione del Futurismo

La grande mostra che occuperà, eccezionalmente, l'intero piano terreno della Reggia milanese, è promossa dal Comune di Milano e da Skira Editore, curata da Giovanni Lista e Ada Masoero e prodotta da Palazzo Reale in collaborazione con Skira e Arthemisia.

Fillia (Luigi Colombo), “Superamento terrestre”, 1930-1931, Olio su tela, 128x100 cm. Collezione Giardini

Sono circa quattrocento le opere che la compongono, oltre 240 delle quali sono dipinti, disegni, sculture, mentre le restanti spaziano dal paroliberismo ai progetti e disegni d'architettura, alle scenografie e costumi teatrali, dalle fotografie ai libri-oggetto, fino agli oggetti dell'orizzonte quotidiano: arredi, oggetti di arte decorativa, pubblicità, moda, tutti segnati dall'impronta innovatrice del Futurismo.

Unica tra le numerose manifestazioni espositive del Centenario, questa mostra intende infatti documentare l'intero, vastissimo campo d'azione del Futurismo, ponendo l'accento sulla sua generosa e per certi versi utopistica volontà di ridisegnare l'intero ambito dell'esperienza umana in una chiave inedita. Ridurre l'esame del Futurismo alla sola pittura e scultura rischia infatti di snaturarne il volto, cancellando quella che resta la sua più vistosa e ineguagliata specificità.

Le eredità che il Futurismo raccolse e i lasciti che seppe affidare alle generazioni future

Non solo, ma poiché il Futurismo non operò nei soli, più celebrati, anni Dieci, ma fu vitale per almeno un trentennio, la mostra ne rileggerà l'intera estensione, fino allo scadere degli anni Trenta, ampliando poi ulteriormente il suo orizzonte temporale per evidenziare da un lato le eredità che raccolse, dall’altro i lasciti che seppe affidare alle generazioni future: il percorso si avvia infatti nell'ultimo decennio dell'Ottocento, documentando la cultura visuale entro cui il Futurismo si formò, e si inoltra nella seconda metà del Novecento con alcuni dei protagonisti di quella stagione (Fontana, Burri, Dorazio, Schifano, i poeti visivi) che al Futurismo guardarono o resero un esplicito omaggio.

Fortunato Depero, “Aniccham 3000”, 1924, litografia a colori, 140,6x100 cm. Milano, Civica Raccolta delle Stampe Achille Bertarelli - Castello Sforzesco

Un allestimento fitto e incalzante porrà il visitatore “al centro del Futurismo”

Così come i futuristi volevano porre lo spettatore “al centro del quadro”, un allestimento fitto e incalzante porrà il visitatore “al centro del Futurismo” in una mostra vitale, esuberante e polifonica come fu quella straordinaria e irripetibile avanguardia, che da Milano si irradiò nell'intera Italia e di qui in Europa, coinvolgendo una vera folla di artisti.

Tuttavia, di tutti coloro che in Italia operarono in seno al Futurismo si è scelto di presentare solo quelli che diedero un più importante contributo alla causa, sul piano della qualità della loro ricerca o sul versante del dibattito teorico: entrati nel nuovo secolo, è infatti ormai possibile gettare su questo movimento uno sguardo che travalichi la mera cronaca per servirsi dei soli strumenti della storia e della storia dell'arte.

Didascalie delle immagini visibili dalla homepage:
Umberto Boccioni, Il bevitore, 1914, olio su tela, 86x87 cm, Milano, Civico Museo d’Arte Contemporanea (particolare)

Fortunato Depero, La grande selvaggia, 1917, tempera su tela, 197x129 cm, Collezione privata (particolare)

Enrico Prampolini, La geometria della voluttà, 1923 ca., olio su tela, 100x150 cm, Collezione privata (particolare)

    Scheda Tecnica

  • “FUTURISMO 1909-2009. Velocità + Arte + Azione”
    dal 6 febbraio al 7 giugno 2009
    Inaugurazione: giovedì 5 febbraio, ore 18
  • Curatori:
    Giovanni Lista, Ada Masoero
  • Produzione:
    Palazzo Reale in collaborazione con Skira e Arthemisia
  • Palazzo Reale
    Milano, piazza Duomo 12
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 9.30-20; lun, ore 14.30-20 (chiusura biglietteria ore 18.30); gio, ore 9.30-22.30 (chiusura biglietteria ore 21.30)
  • Catalogo:
    Skira
  • Biglietti e info:
    Arthemisia
    Infoline: Tel. (+39) 02 54919

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 06/12/2008

SPECIAL / Futurismo 1909-2009: le sezioni della mostra

“FUTURISMO 1909-2009. Velocità + Arte + Azione” è una mostra senza eguali fra quelle - pur valide - dedicate quest’anno al Centenario della nascita del Futurismo, in quanto si propone di documentare l'intero, vastissimo campo d'azione del movimento fondato ufficialmente da Filippo To...

a cura di Valentina Braschi, il 25/10/2008

Futurismo 1910-1915, il centenario del Manifesto

Nel centenario del Manifesto futurista, pubblicato da Filippo Tommaso Marinetti nel 1909, la Galleria Di Paolo Arte ospita a Bologna una mostra con opere di forte impatto emotivo appartenenti al primo periodo del Movimento, dal 1910 al 1915....

a cura di Valentina Braschi, il 25/09/2008

FUTURISMO E MODERNITÀ

Apre i battenti il prossimo 27 settembre 2008 la mostra curata da Paolo Campiglio e Rachele Ferrario “FUTURISMO E MODERNITÀ. Artisti e collezionisti in Lomellina”, un’ appassionante viaggio all’interno dell’arte e dei suoi protagonisti nel XX secolo, che di fatto prende il testimone dalle prec...

a cura di Redazione, il 22/02/2008

GIACOMO BALLA: la modernità futurista

La mostra dedicata a Giacomo Balla in programma fino al 2 giugno 2008 nelle sale di Palazzo Reale a Milano, si presenta come un grande evento espositivo e culturale principalmente per due motivi....

a cura di Redazione, il 01/11/2007

Il futuro del Futurismo

La GAMeC di Bergamo ospita una rassegna che affronta gli influssi esercitati dal Futurismo sugli sviluppi dell'arte visiva del ‘900, fino alle più recenti ricerche contemporanee. 120 gli artisti rappresentati e circa 200 le opere esposte fino al 24 febbraio 2008....

a cura di Redazione, il 29/10/2007

Boccioni prefuturista

Nel centenario del più lungo e fruttuoso soggiorno di Umberto Boccioni a Padova durante l’inverno del 1906-1907, un’esposizione sul grande artista italiano inaugura la galleria Civica d’Arte Contemporanea, restituita alla città veneta dopo una complessa ristrutturazione....