Mostre » CHRISTIAN HESS

CHRISTIAN HESS

Al Museo Civico di Bolzano una retrospettiva in onore del grande pittore tedesco dimenticato

a cura di Valentina Braschi, il 26/11/2008

Dopo il successo della tappa espositiva al Museum Rabalderhaus di Schwaz, apre domani al pubblico nelle sale del Museo Civico di Bolzano, per rimanere aperta fino al prossimo 30 gennaio 2009, l’importante retrospettiva dedicata al pittore altoatesino Louis Christian Hess (Bolzano 1895 - Schwaz 1944), cittadino d’Europa ante-litteram, che ispirò la sua opera agli ideali di libertà e di pace. L’esposizione ha meritato il privilegio dell’alto patrocinio che il presidente del Parlamento Europeo, Hans-Gert Pöttering, ha inteso concedere su proposta dell’Associazione Culturale Christian Hess di Roma.

Christian Hess, artista osteggiato dal nazismo, andò in esilio in Sicilia

Artista di respiro internazionale che solo da poco tempo gli storici dell’arte cominciano a conoscere – molte sue opere, disperse durante la guerra, sono state ritrovate nella Mitteleuropa e in Sicilia dove era stato in esilio volontario – Hess rappresenta un caso particolare tra i pittori tedeschi vissuti tra le due guerre, perchè ha saputo creare, malgrado le avverse circostanze dell’epoca, un‘opera di notevole spessore per contenuti e forma, trovando la sua principale fonte di ispirazione in Sicilia dove era andato in esilio volontario nel marzo 1933 perché osteggiato dal nazismo.

Le opere ritrovate

Le sue opere subirono una vasta dispersione durante la guerra. Nel 1974 le opere ritrovate in Sicilia e in particolare a Messina dove viveva Emma Hess, sorella del pittore, consentirono la riscoperta dell’artista altoatesino. Con il sostegno della Regione Siciliana e del Goethe Institut i quadri furono ordinati in una mostra itinerante che partì da Palermo e dopo varie tappe in Italia, tra cui Bolzano, raggiunse Passau, Innsbruck e infine Monaco di Baviera restituendo così alla storia dell’arte europea un prestigioso protagonista dimenticato.

Dopo più di trent’anni Bolzano rende di nuovo omaggio al pittore altoatesino

E’ questa la seconda volta che Bolzano rende omaggio a Christian Hess. Era il 4 maggio del 1975 quando alla Galleria Goethe si inaugurò la prima retrospettiva. Nei discorsi allora pronunciati dal Sindaco Giancarlo Bolognini e da Walter Amonn dell’Azienda Turismo, si manifestò gratitudine e riconoscenza alla Sicilia per aver restituito a Bolzano uno dei suoi figli più illustri, tanto che sulla casa natale di Hess, in via dei Portici 72, venne poi collocata una targa commemorativa.

La mostra curata da Carl Kraus

La nuova retrospettiva - arricchita da altre opere ritrovate di recente nella Mitteleuropa - è curata dal critico d’arte austriaco Carl Kraus ed è realizzata in collaborazione tra il Museo Civico di Bolzano e il Rabalderhaus Museum di Schwaz, città dove l’artista morì.
Nel corso della mostra di Bolzano l’Associazione Culturale Christian Hess proporrà delle manifestazioni collaterali che verranno annunciate nel sito web dedicato ad Hess.

Scheda tecnica

  • Christian Hess. Mostra retrospettiva
    dal 27 novembre 2008 al 30 gennaio 2009
    Inaugurazione: mercoledì 26 novembre, ore 18
  • Curatore:
    Carl Kraus
  • Museo Civico di Bolzano
    Via Cassa di Risparmio 14
  • Orario di apertura:
    lun-ven, ore 10-17; chiuso nei giorni festivi e il 24 e 31 dicembre
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    Associazione Culturale Christian Hess
    Roma, Via dei giornalisti 52
    info@christian-hess.net
    Tel. e Fax (+39) 06 35452017

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 25/11/2008

Hess, Christian

Louis Christian Hess nasce il 24 dicembre 1895 nella Bolzano asburgica, da padre tedesco e madre austriaca, studia e fa le prime esperienze artistiche a Brunico e a Innsbruck, poi il primo conflitto mondiale lo trascina sul fronte franco-belga in mezzo alle battaglie di Verdun, della Somme e d...

a cura di Angelo Pinti, il 11/06/2008

Omaggio all’arte di CHRISTIAN HESS

Apre i battenti il 13 giugno – a distanza di 34 anni dalla riscoperta delle sue opere avvenuta in Sicilia – al Museum Rabalderhaus di Schwaz, città austriaca dove l’artista morì, l’importante retrospettiva dedicata all’opera di Louis Christian Hess (1895-1944), pittore tedesco che, malgrado le...