Special » Terra ignota: le assicurazioni d’arte

Olaf Metzel, “Turkish Delight”: un atto di vandalismo a Vienna (© Kunsthalle Wien public space, 2007. Foto: Kunsthalle Wien)

Terra ignota: le assicurazioni d’arte

Le risposte alle principali “frequently asked questions” su un tema importante ma poco conosciuto

di Bernd Noack, il 18/11/2008

Chi crede nelle assicurazioni? Molti di noi sperano che non accada mai niente, o ripongono la loro fiducia negli agenti assicurativi, che fino ad oggi ci hanno sempre assistito nel migliore dei modi. Un’assicurazione, però, è nient'altro se non un prodotto, come tanti altri. Le assicurazioni d’arte, in questo senso, non fanno eccezione.

Cosa si può assicurare?

Tutti gli oggetti dell'arte e dell'antiquariato, come ad esempio dipinti, disegni, incisioni, sculture, porcellane, ma anche vetri e cristalli, arazzi e tappeti, argenteria antica, mobili antichi oppure collezioni particolari, come libri antichi, armi antiche, orologi, modernariato, giocattoli e modellismo.

Quali sinistri sono assicurati?

La polizza copre ogni tipo di danno (“all risks”), anche danneggiamento parziale o la semplice perdita dell’oggetto assicurato. I sinistri esclusi – di solito – sono nominati in un paragrafo extra della polizza. Non assicurabili sono il deprezzamento in seguito all’invecchiamento o alla natura dell’oggetto assicurato, il rischio nucleare ed ogni forma di “grossa negligenza”.

Quanto costa un’assicurazione d’arte?

Arte o Vandalismo? Graffiti di Harald Naegeli

Trattabile! Il premio si calcola individualmente, esattamente come le condizioni del contratto vengono adeguate al tipo di rischio. L’ammontare dei costi per la copertura si basa in primo luogo sulla destinazione del trasporto, sulla durata della copertura stessa e sulla fragilità degli oggetti assicurati. Il calcolo dei premi ha molti fattori variabili, che dipendono dalla società assicuratrice.

Cosa fare in caso di sinistri?

Prima di tutto è necessario minimizzare il danno in corso. In caso di reati penali, furti ed effrazioni, deve essere chiamata sempre la polizia; nel caso di incendi, ovviamente, anche i vigili del fuoco.
Naturalmente si deve informare l’assicurazione.
La vostra assicurazione dovrebbe proteggervi dai sinistri, che non sono prevedibili in anticipo. Di regola, le difficoltà successive ad un sinistro si riscontrano nella valutazione degli oggetti interessati e nella definizione del deprezzamento, nel caso di danni parziali.
La maggior parte dei sinistri accadono durante il trasporto di opere d’arte. Raramente (e per fortuna) gli oggetti vengono interessati da danni totali. Avete stabilito col vostro assicuratore l’entità del deprezzamento? Bisogna considerare che, nella maggior parte dei paesi, anche il deprezzamento delle opere d’arte si basa sulle percentuali relative ai sinistri degli “autoveicoli”!

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader