Mostre » I monocromi di Domenico D’Oora

I monocromi di Domenico D’Oora

In mostra alla galleria Cavenaghi Arte di Milano opere di grande formato, alcune sequenze e dittici

a cura di Bernd Noack, il 02/11/2008

Con “Monochrome”, Domenico D’Oora (Londra, 1953) dopo il successo ottenuto nel 2003 torna ad esporre alla galleria Cavenaghi Arte con una nuova suggestiva personale, accolta nelle sale dello spazio milanese a partire dal prossimo 5 novembre 2008. L’artista da tempo è inscritto nell’area della pittura minimale e si è evidenziato, per i suoi dipinti monocromi, riflessivi nelle procedure, intensi e radicali negli esiti, come uno dei più interessanti esponenti della nuova pittura astratta.

Così Angela Madesani nella presentazione

«La pittura deve, come per un diktat di matrice etica, significare, in risposta alla vacuità da cui è circondata, e significare soltanto con i mezzi che le sono propri. Il suo è un cammino verso l´essenza, che si muove tra pittura e scultura il cui scopo è la testimonianza, in una sorta di rincorsa di un indice che non è impronta del singolo, ma, forse utopico, tentativo di catturare la verità dell´esistenza.»

I lavori presentati da D’Oora

D’Oora presenta dipinti monocromi che, esente da meri formalismi, nella consapevolezza della necessità di una percezione sensibile, ambiscono ad instaurare una fenomenica ed interrogativa immagine di totalità.

Opere che sono una presenza attiva, sia nella loro singolarità o sequenzialità, sia in rapporto allo spazio in cui si situano. La tela di supporto è costituita da base piramidale rovesciata aggettante nello spazio e che viene così a intrudersi nell’ambito della realtà. Opere che, con i loro colori primari, i bianchi ed i neri, definiti ai margini della superficie-spazio, si presentano, nel loro splendore e intensità, assolute.

Dipinti che, per giungere a tutta la loro fisica consistenza e chiarezza visiva, richiedono un procedere lento – occorrono non meno di quindici passaggi di colore per giungere alla superficie finale - e che altrettanto richiedono al fruitore lentezza, un necessario intervallo, per percepirne le valenze espressive e ad attivarne a sua volta tutte le possibili implicazioni. Saranno presenti in mostra alcune opere monocrome di grande formato, alcune sequenze e dittici.

Principali esposizioni di Domenico D’Oora

L’opera di D’Oora è già stata esposta presso Cavenaghi Arte in una personale nel 2003, dove l’artista aveva presentato monocromi su mdf. Tra le più recenti esposizioni di Domenico D’Oora segnaliamo le personali presso Folini Arte Contemporanea, Chiasso (2005), Arte Silva, Seregno (2005), Galleria Il Milione, Milano (2006), Galleria Miralli, Viterbo (2006), Olim, Bergamo (2006), Palazzo Correr, Venezia (2007), Laverdis Galerie, Zurigo (2008) e le collettive Oltre il Monocromo, Fondazione Zappettini, Chiavari (2003), Oltre la forma, Galleria Peccolo (2003), Italienische Kunst von 1965 - 2006, Zurich, D’Oora Olivieri Vago, Palazzo Pretorio, Cittadella (2008), Pittura Aniconica 1968 -2007, Casa del Mantegna, Mantova (2008), Costantini D’Oora Iacchetti, Galleria Il Milione, Milano (2008), Abstrakte landschaften, Frankfurter Westend Galerie, Frankfurt (2008).

Scheda tecnica

  • Domenico D’Oora. “Monochrome”
    dal 5 al 26 novembre 2008
    Inaugurazione: mercoledì 5 novembre, ore 18.30
  • Cavenaghi Arte
    Milano, via S. Gregorio 25
  • Presentazione di:
    Angela Madesani
  • Orario di apertura:
    mart-ven, ore 15.30-19.15; sab, ore 10.30-12.45; sab pomeriggio, dom e lun su appuntamento
  • Info:
    Tel. (+39) 02 20240271 – Fax (+39) 02 20421581
    cavenaghiarte@tin.it
  • All’inaugurazione saranno proposti vini dell’Azienda agricola Giulio&Mauro di Santa Massenza (TN), tra cui la selezione del vitigno Schiava Vigneto Santo Poli 2007 di cui D’Oora è stato chiamato a realizzare l’etichetta di quest’anno.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 08/04/2008

Documenti di pittura 2: COSTANTINI, D’OORA, IACCHETTI

Dopo la presentazione dei lavori degli anni Settanta di Griffa, Olivieri, Pinelli e Verna, il secondo appuntamento che la galleria Il Milione di Milano dedica alla pittura propone “Documenti di pittura 2. Costantini, D’Oora, Iacchetti”, una mostra collettiva che apre i battenti giovedì 10 apri...