Eventi » SCHIFANO. 1934-1998. Selected works

Mario Schifano. O sole mio

SCHIFANO. 1934-1998. Selected works

A dieci anni dalla sua scomparsa, Milano rende omaggio al grande maestro che fu precursore delle avanguardie artistiche, divenendo icona assoluta dell’arte italiana

a cura di David Bernacchioni, il 15/10/2008

Schifano a Milano. Curata da Achille Bonito Oliva, prende il via venerdì 17 settembre 2008 negli spazi della Galleria Gruppo Credito Valtellinese, della Fondazione Stelline e dell’Accademia di Brera un’importante retrospettiva dedicata al grande maestro, in precedenza già ospitata alla GNAM di Roma.

Un omaggio a dieci anni dalla sua scomparsa

Precursore delle avanguardie artistiche, a cominciare dai celebri monocromi, e della pop art in particolare, Mario Schifano ha contribuito al rinnovamento dell’arte internazionale, ed è entrato in contatto con artisti quali Tzara e Duchamp, Rauschenberg e Kline, Dine e Jasper Jones, senza dimenticare Andy Warhol, che conobbe a New York nel ‘62. Spesso paragonato all’artista americano per la velocità del gesto pittorico e la quantità della produzione torrenziale, Mario Schifano è stato la prima figura internazionale dell’arte italiana contemporanea, e negli anni sessanta uno degli artisti della scuderia della grande gallerista americana Ileana Sonnabend.

Mario Schifano. Ignoto per esempio

Il progetto espositivo

I numerosi prestiti, concessi soprattutto da collezionisti privati, restituiscono la grandezza dell’artista e la forza anticipatrice delle sue opere. La mostra presenta le opere decennio dopo decennio ricordando come per quarant’anni vita e arte siano state inestricabilmente legate nel lavoro di Schifano. L’esposizione prende avvio dai cicli tematici progressivi - i monocromi, gli incidenti, i paesaggi - tutti presenti in mostra - fino a sconfinare nel linguaggio multimediale.

Schifano, precursore e sperimentatore

Tra i primi a sperimentare innesti tra pittura e altre forme d’arte come musica, cinema, video, fotografia, l’ultimo periodo di produzione di Schifano è particolarmente segnato dai media e dalla multimedialità, interrotto soltanto da alcuni cicli più prettamente “pittorici”, in una fase di piena coscienza del proprio ruolo di artista-uomo del suo tempo. L’ultima sezione della mostra comprende i disegni, dove sarà esposta per la prima volta la cartella grafica realizzata con il poeta Frank O’Hara, e le polaroid: istanti di vita che spesso Schifano trasferisce sulle grandi tele.

Mario Schifano. La nazione inghiottita

Proiettato anche il film di Luca Ronchi dedicato a Schifano

Chiude la retrospettiva il montaggio antologico dei film dello stesso Schifano, a cura di Luca Ronchi, che restituisce tutta la vitalità elettrizzante di un artista dal prodigioso talento.

Il catalogo Electa

Il catalogo, edito da Electa, è ricco di contributi che raccontano di decennio in decennio il rapporto tra vita e pittura di Mario Schifano. Una preziosa antologia di testi e articoli sull’artista chiude la pubblicazione.

Chi promuove l’evento

La mostra, a cura di Achile Bonito Oliva in collaborazione con l’Archivio Mario Schifano, è stata co-prodotta dalla Fondazione Gruppo Credito Valtellinese con la GNAM di Roma in collaborazione con la Fondazione Stelline e l’Accademia di Brera.

Scheda tecnica

  • “Schifano. 1934-1998. Selected works”
    dal 17 ottobre 2008 al 1 febbraio 2009
  • Curatore:
    Achille Bonito Oliva
  • Galleria Gruppo Credito Valtellinese, Refettorio delle Stelline
    Fondazione Stelline, Sala del Collezionista
    Palazzo Stelline, Corso Magenta 59-61
  • Accademia di Brera, Sala Napoleonica, Via Brera 28
    Milano
  • Orario di apertura:
    mar-dom, ore 10-19; lun chiuso
  • Biglietti:
    Intero € 8; ridotto € 6, scuole € 3
  • Catalogo:
    Electa
  • Informazioni e prenotazioni:
    Civita
    Tel. (+39) 02 43353522
    servizi@civita.it
    (Anche per Visite guidate e didattica)

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Valentina Redditi, il 09/06/2008

MARIO SCHIFANO (1934-1998)

Dopo l’apertura della mostra “Mario Schifano – America anemica” a Palazzo Pigorini di Parma, aperta fino al prossimo 22 giugno, è la GNAM – Galleria nazionale d’arte moderna di Roma a rendere omaggio ad uno dei più importanti e complessi artisti del secondo dopoguerra italiano, attraverso una ...

a cura di Redazione, il 02/05/2008

MARIO SCHIFANO – AMERICA ANEMICA

Sarà Palazzo Pigorini di Parma ad ospitare dal 3 maggio 2008 l’esposizione curata dal professor Arturo Carlo Quintavalle “Mario Schifano – America anemica”, organizzata dall’Agenzia agli eventi culturali speciali in collaborazione con lo Csac dell’Università di Parma....

a cura di Redazione, il 07/11/2007

Schifano, Mario

Mario Schifano nasce in Libia (Homs) nel 1934. Arrivato a Roma a seguito della famiglia nel dopoguerra, senza una forte vocazione all’istruzione scolastica, lavora restaurando vasi -apprendendo il mestiere dal padre archeologo restauratore- e disegnando planimetrie di tombe per il Museo Etrusc...