Mostre » SERSE. Stoiceía

SERSE. Stoiceía

La Casa Natale di Leonardo da Vinci ospita alcune opere che l’artista triestino ha dedicato alle meraviglie della natura, affiancate ad altre ispirate alle figure geometriche del genio fiorentino

a cura di Valentina Braschi, il 11/10/2008

Organizzata dal Museo Leonardiano, dal Comune di Vinci e dall’Associazione Arte Continua, inaugura oggi (sabato 11 ottobre) presso la Casa Natale di Leonardo da Vinci ad Anchiano in provincia di Firenze, la nuova mostra dell’artista triestino Serse (S. Polo di Piave 1952), intitolata Serse Stoiceía.

L’evento espositivo proporrà alcune opere appositamente create per l’occasione e ispirate alle figure geometriche del genio fiorentino, oltre ad una selezione di opere precedentemente realizzate e tutte ispirate alla natura. Tra queste Aria di Parigi, Ai sali d’argento, Gas, Diamonds.

Il linguaggio di Leonardo

Le cose a cui guardava Leonardo da Vinci erano, è noto, le cose della natura, che riteneva parlassero l’unico linguaggio certo ed eterno, a differenza delle cose umane. Ed era, per Leonardo, un linguaggio che solo il disegno e la pittura – non la lingua, non la musica – potevano cogliere nella sua verità essenziale e perenne.

Linguaggio degli occhi che contemplano lo spettacolo della natura, degli occhi che vedono la sua imago dipinta; linguaggio del silenzio della natura e del disegno. Proprio quel silenzio che le opere di Serse per lo più evocano nell’animo di chi le guarda.

Le molteplici manifestazioni della natura al centro delle opere del maestro triestino

In Serse i paesaggi di onde increspate e piatte superfici rubate a scorci di laghi e fiumi sono visioni, attimi sospesi nel tempo, pause prive di suono. L’artista racconta la natura in ogni suo aspetto, in ogni suo singolo respiro; il disegno analitico, straordinariamente dettagliato, tirato al limite estremo della rappresentabilità tanto da giungere all’estremo opposto diventando così impercorribile, irrappresentabile, paradossalmente irreale.

L’artista in questo modo giunge al superamento del dato oggettivo; il soggetto, spogliato di ogni dinamicità estraniato dal contesto, viene proiettato in una dimensione altra. Le immagini che l’artista ci regala sono esperienze dello sguardo, sono rappresentazione dell’idea del Sublime. Rigoroso, nei disegni di Serse, l’utilizzo del bianco e nero. Attraverso la semplice grafite l’artista dimostra di saper creare incredibili giochi di luce, sdoppiamenti, riflessi che si moltiplicano nelle infinite gradazioni dei grigi.

I lavori in mostra ad Anchiano

Nella scelta delle opere esposte ad Anchiano questa poetica viene ripercorsa attraverso esemplari dei suoi cicli più apprezzati: dagli studi di nuvole agli scorci a volo d’uccello di “Arie di Parigi”, fino alla più recente fascinazione per la forma del diamante. Ma il diamante è punto di confine di straordinaria intensità evocativa tra forme della natura e forme della geometria astratta.

Le geometrie di Serse

Serse propone ad Anchiano, presentadoli per la prima volta, le sue elaborazioni di solidi piani e vacui. Euclide dedicò le pagine centrali del suo trattato sugli Elementi (Stoiceía), l’atto fondativo della geometria occidentale, ai solidi, come incunabuli di ogni forma di vita terrestre e cosmica. Serse oggi si addentra in un ulteriore slittamento della sua poetica della natura silente e delle reti della vita.

Il progetto si è reso possibile grazie alla collaborazione con la Casa Vinicola Luigi Cecchi & Figli.

Scheda tecnica

  • SERSE. Stoiceía
    dall’11 ottobre al 16 novembre 2008
    Inaugurazione: sabato 11 ottobre
  • Casa Natale di Leonardo
    Vinci (Anchiano - FI)
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 9.30-19 (ottobre); ore 9.30-18 (novembre)
  • Info:
    Ufficio turistico intercomunale, Vinci
    Tel. (+39) 0571 568012 - Fax (+39) 0571 567930
    terredelrinascimento@comune.vinci.fi.it
  • Associazione Arte Continua
    San Gimignano, via del castello 11
    Tel. (+39) 0577 907157
    info@arteallarte.org
  • Ufficio Stampa:
    SPAINI & PARTNERS
    Tel. (+39) 050 36660 / 36985
    ufficiostampa@spaini.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

di Giovanni Cozzarizza, il 30/05/2008

Una grande mostra per il 35° della Galleria Plurima

La Galleria Plurima di Udine festeggia adeguatamente il suo 35° anno di attività con una mostra di gran livello, peraltro, con la sua tradizione di produttore di eventi di elevatissima qualità. Nelle sale della galleria di Valentino Turchetto, a partire da sabato 31 maggio, allineati i lavori ...