Eventi » BUILT TO RESIST. Bamboli gonfiabili invadono Roma

BUILT TO RESIST. Bamboli gonfiabili invadono Roma

Una singolare performance a metà tra arte urbana e pubblicità si “metterà in cammino” domani mattina per le vie della Capitale, passando dalla stazione Termini, dalla Sapienza e da San Pietro, per convergere infine verso Montecitorio

a cura di Bernd Noack, il 01/10/2008

Con indosso magliette e felpe, di certo non sono appena usciti da un sexy shop. L’orario, poi, (dalle 7.30 alle 10.30 di domani, giovedì 2 ottobre) non è quello tipico della trasgressione, ma piuttosto dei pendolari che corrono dietro i banchi o le scrivanie degli uffici. La vera differenza è che sono bambole gonfiabili, anzi bamboli al maschile, protagonisti di una brillante iniziativa a metà fra la trovata pubblicitaria e la performance artistica.

Tutti giurano che il “solito” Cecchini non c’entri nulla…

Vanno in giro accompagnati e si atteggiano a modelli. Non rispondono a nessuna domanda, ma attorno a loro si sente sussurrare “Built to resist”. Si muovono sui treni e nella metro, passando dalla stazione Termini, dalla Sapienza, da San Pietro e convergono tutti a Montecitorio. Potrebbe trattarsi di una performance di arte urbana, ma tutti giurano che il solito Cecchini non c’entra.
L’unica è andare a controllare di persona. Tutti potranno incontrare i bamboli e toccare con mano, come già detto a Roma, domani mattina (giovedì 2 ottobre). Un’anticipazione si può avere sul web, visitando il sito di Billy I-doll

Così si presenta Billy I-doll su MySpace

Il motto “Built to resist” è lo stesso di una marca di abbigliamento. La performance è stata infatti ideata dalla Teenagency per presentare la nuova linea di abbigliamento “costruita per resistere” di Eastpack, produttore di zaini, cartelle e borse.

Restando al gioco, riproduciamo di seguito l’auto-presentazione di Billy I-doll su MySpace. Il Nostro dice di essere milanese e di avere 69 anni. Per il resto: «Mi chiamo Billy. Sono un tipo molto flessibile. Le difficoltà mi rimbalzano addosso. Davanti alla vita resto sempre a bocca aperta. C'e chi dice che mi do un sacco di arie, ma e solo invidia per il mio successo, con le donne e con gli uomini. Sono molto aperto. Mi piace stare in compagnia, sono un ottimo ascoltatore. Ho recitato in film che non vorrei rivedere e ho fatto l'animatore di feste di addio al nubilato. Adesso sono tester di abbigliamento: e un lavoro duro, ma poi nelle ore libere mi scateno. La stanchezza per me non esiste. Non dormo mai. I love life!»

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader