Eventi » GIORNATE DELL'ARTE 2008

Lìimmagine simbolo delle Giornate dell'Arte 2008: la Paolina Borghese di Canova gettata tra i rifiuti

GIORNATE DELL'ARTE 2008

Al via la quinta edizione della campagna nazionale di raccolta fondi per il restauro dei beni culturali a rischio, promossa e organizzata dalla Fondazione CittàItalia. Ricco il programma di iniziative ed eventi su tutto il territorio nazionale

a cura di Valentina Redditi, il 25/09/2008

Si rinnova l’appuntamento con le “Giornate dell’Arte”, quest’anno in programma dal 27 settembre al 5 ottobre 2008. Da Venezia a Ragusa, passando per musei, grandi e piccoli, chiese, abbazie e pievi, palazzi storici e pinacoteche: i beni culturali a rischio di tutta Italia sono i protagonisti della quinta edizione della manifestazione che vede l’ormai tradizionale campagna di raccolta fondi per i restauri, rivolta in primo luogo ai cittadini. «Vogliamo responsabilizzare gli italiani e insegnare loro ad amare il patrimonio di un Paese ricco di monumenti di ogni genere», ha detto nel corso della presentazione Alain Elkann, presidente della Fondazione CittàItalia, promotrice e organizzatrice delle “Giornate dell’Arte”.

Un’iniziativa che non coinvolge solo l’Italia. Sempre Elkann ha dichiarato infatti che «L’amore per l’Italia è comune a molti paesi. Negli Stati Uniti abbiamo creato una fondazione, Save Art in Italy Foundation, per raccogliere donazioni da cittadini americani. Andrò a New York la prossima settimana per incontrare personalità interessate a sostenere la nostra iniziativa. Il Ministero per i beni e le attività culturali conferma la sua adesione totale agli intenti della Fondazione».

I cittadini invitati a contribuire con un “sms solidale” del valore di 1 euro

Durante le “Giornate dell’arte” spetterà dunque ai cittadini prendersi cura del patrimonio culturale italiano, contribuendo con un sms solidale del valore di un euro da inviare al numero 48584 attivo da sabato 27 settembre (Tim, Vodafone e Wind e da rete fissa per gli abbonati Telecom Italia), oppure con una donazione che può essere effettuata tramite conto corrente postale o bancario oppure online (per informazioni, visita il sito di CittàItalia, oppure leggi qui).

Le altre iniziative di “fundraising”

Ma si può anche partecipare direttamente alle numerose iniziative organizzate per raccogliere i fondi, dalle aste ai concerti, dalle esposizioni agli eventi sportivi. Impegnandosi in prima persona per scongiurare il pericolo minacciato dallo spot della quinta edizione delle Giornate dell’Arte: la marmorea “Paolina Borghese” di Antonio Canova gettata in una discarica e accompagnata dallo slogan «Non prendersi cura dell’arte è come buttarla via» (lo spot sarà trasmesso dalle tre reti Rai a partire dai prossimi giorni).

L’asta del 3 ottobre a Roma con opere di Chia, Paladino, Fuksas e Marotta

Tra le iniziative delle Giornate dell’Arte organizzate per raccogliere fondi, l’asta del 3 ottobre a Palazzo Venezia di Roma: all’incanto 40 opere di grandi artisti contemporanei, tra cui Chia, Paladino, Fuksas e Marotta, le cui vendite contribuiranno al restauro di un affresco cinquecentesco del palazzo romano, quasi del tutto dimenticato: lo stemma di Pio IV immerso in un paesaggio di Federico Zuccari.

Il “secondo tempo” dell’iniziativa: l’asta milanese di pezzi unici della moda e del design

L’Arca Santa, urna reliquiario della Cattedrale di Ragusa, opera di preziosa argenteria messinese del 1731 di Pietro Paparcuri e Gaspare Garufi, è stata definita, da illustri storici, tra le più preziose opere di argenteria barocca della Sicilia

E poi, la partecipazione straordinaria di Lapo Elkann che il 24 novembre, prolungando l’iniziativa, nell’ambito della mostra dedicata a Burri alla Triennale di Milano, organizzerà un’asta che vedrà coinvolte tredici aziende leader della moda e del design che doneranno dei pezzi unici, resi ancora più preziosi dall’intervento di tredici artisti contemporanei.
Il ricavato servirà a realizzare un progetto che riguarda il Cenacolo vinciano di Milano, «interamente restaurato ma non fruibile a tutti - ha spiegato Lado Prado, segretario generale di CittaItalia; - allo scopo di abbattere ogni genere di barriera sarà realizzato un calco che riproduce l’opera di Leonardo da Vinci affinché anche i non vedenti e gli ipovedenti possano conoscerla».

I concerti di Peppino Di Capri e Tony Esposito

Quest’anno, poi, le Giornate dell’Arte coincideranno con la Settimana della Musica: inevitabile, quindi, la collaborazione. A partire dal concerto di Peppino Di Capri (30 settembre, Auditorium Parco della Musica) che oltre a celebrare i cinquanta anni di carriera del cantante, servirà anche a raccogliere i fondi per il restauro dell’opera di Luca Giordano ‘Il miracolo di San Nicola di Bari’ della chiesa di Santa Brigida a Napoli. E poi il concerto di Tony Esposito (29 settembre, Casinò di Venezia) che contribuirà al restauro della volta della cappella Pisani nella chiesa di San Nicolò dei Tolentini.

La partita della Nazionale Cantanti a Firenze

E poi la partita della Nazionale Cantanti del 4 ottobre allo stadio Franchi di Firenze; il concerto dell’Orchestra Sinfonica del 4 ottobre nel Teatrino di Caserta; gli eventi in piazza per la raccolta di donazioni da destinare al restauro dell’Arca Santa, conservata nella cattedrale di Ragusa. «Il vescovo e il sindaco ci hanno autorizzato ad utilizzare anche le offerte raccolte nelle chiese della città durante la messa del 28 settembre», ha aggiunto Lado Prado, segretario generale di CittaItalia.

Alcuni degli interventi di restauro che si spera di avviare con i fondi raccolti

Particolare di lunetta in affresco raffigurante lo stemma papale di Pio IV sorretto da due Putti in un paesaggio di Federico Zuccari ( sec XVI). È uno dei primi affreschi di paesaggio nella storia della pittura romana. Da tempo necessitante di restauri, è ancora sconosciuta al grande pubblico

Questi sono solo alcuni dei numerosi appuntamenti che coinvolgeranno, nell’ambito delle Giornate dell’Arte, l’Italia intera, da nord a sud, isole comprese. Tra gli interventi che si spera così di poter avviare, il restauro della tavola di Gaudenzio Ferrari, ‘Il martirio di Santa Caterina’, alla Pinacoteca di Brera; quello della ‘Visitazione’ di Jacopo Ligozzi nel duomo di San Martino a Lucca; un prezioso mobile del XVIII secolo al Quirinale; l’iscrizione bronzea ‘Lex de impero vespasiani’ del 69 d.C. ai Musei Capitolini.

L’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio dell’Unesco

La quinta edizione delle “Giornate dell’Arte”, promossa da Fondazione CittàItalia, si svolge sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, con il Patrocinio dell’Unesco Commissione nazionale Italiana, dell’UPI Unione Province Italiane e dell’ANCI Associazione Nazionale Comuni Italiani, con il sostegno del Segretariato Sociale Rai. La Campagna si svolge in concomitanza con le Giornate Europee del Patrimonio culturale e ha l'obiettivo di sensibilizzare i cittadini verso tematiche importanti, quali la conoscenza e la tutela del patrimonio storico-artistico nazionale.

Leggi il cartellone degli eventi
Leggi l’elenco dei beni culturali bisognosi di restauro

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader