Mostre » Andrea Martinelli. RELAZIONI POSSIBILI

Andrea Martinelli, Il volto del grande nonno VII 2005, tecnica mista su tavola, cm 200x140

Andrea Martinelli. RELAZIONI POSSIBILI

La galleria Montrasio Arte di Milano ospita dieci opere dedicate a uno dei soggetti più cari dell’artista toscano: il nonno. Il percorso arricchito da un’affascinante accostamento tra un dipinto di Martinelli e la cinquecentesca tavola dell’àmbito di Maso da San Friano

a cura di Valentina Redditi, il 15/09/2008

Curata dal direttore della Galleria degli Uffizi di Firenze Antonio Natali e Stefano Crespi, inaugura giovedì 18 settembre 2008 nelle sale della galleria Montrasio Arte di Milano, “Relazioni Possibili”, la mostra personale di Andrea Martinelli (Prato, 1965) – nata da una collaborazione tra Fabrizio Moretti e Ruggero Montrasio è stata già presentata a Firenze, Londra, Parigi e New York –, tra i maggiori esponenti della giovane arte contemporanea.

Un percorso espositivo arricchito da un inedito confronto con un’opera del Cinquecento

L’esposizione milanese presenta un percorso composto da dieci dipinti, tutti dedicati alla figura del nonno, arricchito da una sezione con un’affascinante quanto inedito confronto fra due opere esemplificative del genere ritrattistico di due epoche tanto distanti come il Cinquecento e il XX secolo, e che vede come protagonisti da un lato l’Ecce Nonno 2006 – 2007 di Martinelli, (un imponente dipinto che misura 300 x 200 cm) e Ritratto di giovane dell’Ordine di San Michele, un olio su tavola dell’àmbito di Maso da San Friano.

Quest’ultimo, dotato di una straordinaria e innovativa composizione formale, dialogherà con il monumentale ritratto del nonno che, nel contesto dell’evoluzione figurativa dell’artista toscano, rappresenta una delle più conosciute e consolidate rappresentazioni iconografiche, ed evidenzierà l’importanza fondamentale della tecnica.

Autore anonimo, Ritratto di giovane dell?Ordine di San Michele, olio su tavola, cm 50,2 x 35,8

L’Ecce Nonno

La costante presenza dell’iconografia di nonno Dino, elevata da Martinelli a immagine simbolo della sua pittura, serve anche per decifrare la scelta che l’artista fa nel momento in cui opta per il genere del ritratto: il viso è il luogo in cui si svela il carattere del personaggio, i tratti somatici altro non sono se non lo strumento con cui tracciare un ritratto interiore.

Presentato anche l’approfondimento che Gianni Berengo Gardin ha dedicato a Martinelli

Introduce la mostra il reportage fotografico “Dentro il lavoro” che Gianni Berengo Gardin ha dedicato a Martinelli, soffermandosi sui dettagli dello studio e sugli strumenti di lavoro (matite, penne, pastelli, temperini, ecc.), sparsi nell’ordine-disordine dell’atelier, e sullo sguardo dell’artista, personaggio tra i suoi personaggi.

Note biografiche di Andrea Martinelli

Andrea Martinelli nasce a Prato nel 1965, dove vive e lavora. La sua serie di grandi carte dipinte, dal titolo "Senescenze", del 1992-1993, attira l'attenzione del critico e storico dell'arte Giovanni Testori.

Negli anni, la sua opera è stata oggetto di studio dei più importanti critici d’arte e personalità della cultura italiana, da Maurizio Cecchetti a Enzo Fabiani, da Marco Goldin a Franco Fanelli, da Giovanni Raboni a Luca Doninelli, da Marco Vallora a Giorgio Soavi, da Vittorio Sgarbi a Flaminio Gualdoni, ad altri ancora.

Gianni Berengo Gardin, Nello studio III, 2005

Tra le sue ultime esposizioni si ricordano, nel 2005, “Il male. Esercizi di pittura crudele” alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, “Il Ritratto interiore” al Museo Archeologico di Aosta, curate da Vittorio Sgarbi, e in “What’s realism?” alla Albemarle Gallery di Londra, a cura di Edward Lucie Smith, e la personale “Il volto e l’ombra”, nel 2005, alla Permanente Milano, a cura di Flavio Arensi.

Scheda Tecnica

  • Andrea Martinelli e la tradizione. RELAZIONI POSSIBILI
    dal 19 settembre al 25 ottobre 2008
    Inaugurazione: giovedì 18 ottobre, ore 19-21
  • Curatori:
    Antonio Natali, Stefano Crespi
  • Galleria Montrasio Arte
    Milano, via Brera 5
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 10.30-12.30 e 15-18.30
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    Tel. (+39) 02 878448
    montrasio@montrasioarte.com
    Montrasio Arte

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 24/10/2007

Possibilità di relazione. Dalla Tradizione ad Andrea Martinelli

Nei giorni scorsi la Galleria Moretti di Firenze ha presentato un affascinante quanto inedito accostamento tra un’opera di Andrea Martinelli, un maestro del ritratto contemporaneo, e la cinquecentesca tela dell’àmbito di Andrea del Sarto. La mostra, itinerante, proseguirà per Londra – dal 14 o...

a cura di Redazione, il 06/10/2005

Martinelli, Andrea

Andrea Martinelli nasce il 12 Marzo 1965 a Prato, dove vive e lavora. Dal 1992 al 1993 lavora con grande intensità a una serie di grandi carte dipinte, dal titolo "Senescenze", che attirano l’attenzione del critico e storico dell’arte Giovanni Testori. ...