Mostre » Angelo Davoli. INDUSTRIAL GHOST

Angelo Davoli, “Space project”, 2006, olio su tavola, cm 150x115

Angelo Davoli. INDUSTRIAL GHOST

A Sassuolo (Mo) una mostra personale con le opere più recenti dell’artista reggiano, da sempre interessato al riscatto estetico di quella architettura industriale che frastaglia il panorama delle pianure

a cura di Angelo Pinti, il 14/09/2008

A partire da martedì 16 settembre, la galleria Annovi Arte Contemporanea di Sassuolo (Modena) presenta “Industrial ghost”, mostra personale dell’artista reggiano Angelo Davoli. Le opere in esposizione appartengono alla sua più recente produzione, nella quale l’artista prosegue l’opera di riscatto estetico di quell’architettura industriale fatta di silos, container e giganteschi congegni produttivi che frastaglia il panorama ambientale delle pianure.

Una riflessione sul paesaggio contemporaneo iniziata negli anni ‘80

Già a partire dagli anni ‘80, l’artista pone la sua attenzione sulle tematiche, allora di grande attualità, relative al paesaggio contemporaneo e si concretizza, negli anni successivi, in una riflessione sui luoghi dismessi e, più in generale, alle architetture industriali, che diventano così il soggetto primario della sua pittura.

Un’astrazione metafisica che parte dalla realtà a noi vicina del paesaggio post-industriale

Angelo Davoli, “S - 224 Struttura”, olio su lino, cm 100x100

Nato nel 1960 a Reggio Emilia, Angelo Davoli è autore di una ricerca artistica che attua una sorta di azzeramento, un’astrazione metafisica che parte da una realtà a noi vicina, il paesaggio post-industriale, per approdare ad un mondo sospeso, in una dimensione fatta di cieli e di strutture avulse da ogni contesto.
In un primo momento queste opere ci attirano per la loro assoluta vicinanza al reale, in un secondo momento creano in noi uno stato d’animo inquieto e perturbato proprio per una verosimiglianza che mai diventa, però, reale e realistica.

Le strutture di Davoli emergono da cieli azzurrissimi e si stemperano nella coltre delle nubi mentre la luce disegna le strutture con esattezza cristallina.
L’artista costruisce così una realtà intensificata in cui scandisce le condizioni essenziali di un corpo nello spazio, quella solida e l’aerea, per poi riassumerle nell’unità di materia della pittura.
La mostra proseguirà fino al prossimo 12 ottobre 2008.

    Scheda Tecnica

  • Angelo Davoli. INDUSTRIAL GHOST
    dal 16 settembre al 12 ottobre 2008
  • Annovi ArteContemporanea
    Sassuolo (Mo), Via Radici in Piano 127
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 10-12.30 e 16-20; lun chiuso; dom su appuntamento
  • Info:
    Annovi ArteContemporanea
    Tel. e Fax (+39) 0536 807837
    info@galleriannovi.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader