Eventi » OPEN XI

Christian Balzano, “Non è vero ma ci credo”, 2008, vetroresina decorata con lamine d’oro (fibreglass decorated with gold thin plate), 210 x 360 x 160 cm

OPEN XI

Prende il via al Lido di Venezia l’undicesima Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni. Oltre quaranta opere per disegnare un percorso nel mondo contraddittorio dell’arte contemporanea

a cura di Valentina Braschi, il 26/08/2008

Sinergie e creatività. Intuito artistico e contaminazione. L’undicesima edizione di OPEN, Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni si riscopre dal 28 agosto al 28 settembre (l’inaugurazione è in programma mercoledì 27 agosto) con un panorama artistico ricco di suggestioni, inediti sviluppi espressivi e nuovi sodalizi collaborativi. Oltre quaranta opere tra sculture, interventi pittorici ed ambientali, installazioni video e sonore accolgono lo spettatore in un turbinio di sensazioni che spaziano dall’ironia al disgusto, dalla provocazione alla commozione, dalla raffinatezza all’eccesso.

Un percorso nel mondo contraddittorio dell’arte contemporanea, dove la molteplicità dei linguaggi, dal digitale alla più tradizionale tecnica pittorica, si esprime con un gioco di armonie e contrappunti in un circuito all’aperto tra spazio, opera e fruitore.

La rassegna per la prima volta nella “nuova” Isola di San Servolo

Chen Wenling, “Red Memory - Captain”, 2008, vetroresina, vernice (fibreglass, car paint), 380 x 116.5 x 76.5 cm

Sono questi i tre elementi vitali che si caricano di senso, interagendo l’un l’altro nella splendida cornice del Lido di Venezia vestito a festa per la Mostra del Cinema e, per la prima volta, presso l’Isola di San Servolo: affascinante luogo sia per la sua storia sia per la trasformazione subita in seguito ad un restauro voluto dalla Provincia di Venezia che ne ha dato nuovo splendore al fine di ricreare una piattaforma dedicata alla formazione, alla ricerca ed al dialogo fra culture diverse.

Gli interventi curatoriali

La mostra, ideata e curata da Paolo De Grandis, co-curata da Carlotta Scarpa e realizzata in collaborazione con il Comune di Venezia, Assessorato alla Produzione Culturale si avvale di interventi curatoriali consolidati, come quello con Chang Tsongzung, Enrico Pedrini e Nevia Pizzul Capello fino alla nuova e prolifica collaborazione avviata con Anna Caterina Bellati che ha tracciato un percorso basato ampiamente sulla produzione italiana per risvegliare la sensibilità, lo stile e la forza creativa originaria di questo panorama espressivo nazionale da tempo sottovalutato.

OPEN è inoltre patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Ministero degli Affari Esteri, Regione del Veneto, Provincia di Venezia e Comune di Venezia unitamente alle Ambasciate dei paesi partecipanti.

Artisti da tutto il mondo per una formula consolidata e di successo

Il percorso espositivo si snoda lungo i lavori di quarantadue artisti provenienti da tutto il mondo per costruire un pensiero geografico; non solo una soglia etnica e politica ma soprattutto un’idea. Uno spunto per poter parlare di viaggi ed attraversamenti, di forze e poteri. Uno spiraglio, per varcare insospettabili interazioni sociali e artistiche. Dalla Cina alla Francia, dall’Italia agli Stati Uniti, ogni partecipante della mostra si fa carico di rappresentare e ricoprire un ruolo in qualità di esponente del proprio paese d’origine.

Marc Quinn , “Totem”, 2007, Cemento e ghisa (concrete and cast iron), 190 x 190 x 133 cm

Una formula, quella di OPEN, consolidata e di successo che ha negli anni presentato più di trecento artisti da settanta paesi e per tale qualità è stata inoltre insignita della Targa d’Argento del Presidente della Repubblica. Il fine ultimo è quello di restituire una prova di sensibilità, una visione univoca e riflessa di quel che sta accadendo nel mondo. Così facendo, le opere esposte diventano l’emblema di tanti luoghi, aree con le quali e nelle quali confrontarsi quotidianamente.

Un percorso espositivo “aperto”, realizzato con opere quasi tutte indedite

OPEN è costruita come un percorso fluido e aperto, nel quale le opere non rappresentano dei punti di sosta, bensì esse stesse possibili percorsi per lo sguardo.
Realizzate, quasi tutte, per questa occasione, le sculture, i video, le installazioni, i quadri e l’opera sonora sono spazi di riflessione nei quali l’arte rinnova la tensione verso l’indefinito, sottraendosi alla forma e alla finitezza del senso.

Così come il progetto ambientale curato da Gloria Vallese - da due anni attiva promotrice della giovane arte contemporanea ad OPEN - e realizzato dai sette artisti dell’esordiente gruppo C.R.E.A.M. alle prese con la rilettura della storia dell’Isola di San Servolo dimora di follia ed alienazione fino al XVIII secolo.

Cyrille André, “Veilleur”, 2008, resina poliestere (polyester resin), 320 x 160 x 100 cm

Artisti ironici e irriverenti che raccontano i nostri giorni attraverso tutte le forme d’arte

Un evento dunque dove le opere non diventano solamente “interventi all’aperto”, bensì chance di dialogo. Scambi interculturali, sorprese, immaginazione. Artisti ironici e irriverenti che raccontano i nostri giorni attraverso tutte le forme d’arte. Dal monolitico busto di cemento e ghisa dell’acclamato artista inglese Marc Quinn, raffigurante il controverso “Darth Vader” di Guerre Stellari, fino agli autobiografici “Red Boys” dello jongleur asiatico Chen WenLing. Da vedere ancora lo scaramantico toro aureo di Christian Balzano, l’imponente scultura figurativa di Cyrille André, le declinazioni iperrealiste di Carole A. Feuerman fino alla maestria di Oliviero Rainaldi e la forza materica di Mauro Benatti. Al visitatore il compito di imbattersi in esse per poi rimanerne piacevolmente sedotto.

Il catalogo Bellati Editore

La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Bellati Editore che raccoglie gli interventi critici ed istituzionali e le opere esposte. Disponibile presso l’infopoint Arte Communications al Lido in Piazzale Bucintoro ed a Venezia in Riva San Biagio, Castello 2145. Sarà inoltre realizzato un video della mostra a cura di Kyara van Ellinkhuizen.

    Scheda Tecnica

  • “OPEN XI. Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni”
    dal 28 agosto al 28 settembre 2008
    Inaugurazione: mercoledì 27 agosto, ore 19 (Isola di San Servolo)
  • Curatori:
    Paolo De Grandis, Carlotta Scarpa
  • Sedi espositive
    Spazi all’aperto di Venezia Lido: Piazzale e Gran Viale S. M. Elisabetta, Via Lepanto, Tempio Votivo, Lungomare G. Marconi, Parco / Hall Hotel Des Bains, Blue Moon, Terrazza / Hall Hotel The Westin Excelsior.
    Isola di San Servolo
  • Apertura e biglietti:
    tutti i giorni, ingresso libero
  • Info:
    Arte Communications
    Tel. (+39) 041 5264546 - Fax (+39) 041 2769056
    info@artecommunications.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader