Eventi » A3, alla NOTgallery di Napoli una mostra dedicata alla Visual Street Art

A3, alla NOTgallery di Napoli una mostra dedicata alla Visual Street Art

a cura di Redazione, il 29/11/2006

Un interessante reportage sulla VSA, visual street art, sviluppato attraverso un progetto che ha lo scopo di interrogarsi sul futuro di questo genere artistico e sulla sua possibilità d’influenzare il sistema dell’arte contemporanea, contribuendo ad allargarne il pubblico: questa l’iniziativa che la NOTgallery di Napoli propone dal 1° dicembre, coinvolgendo 40 tra i migliori artisti della VSA in Italia, che presenteranno circa 300 disegni realizzati su vari supporti, tutti in formato A3 (da qui il titolo della mostra).
Sull’esempio delle discipline musicali, A3 intende fornire alla VSA un contesto legale di libera espressione ed un formato standard di lavoro che sia di facile utilizzo e diffusione (il formato A3 tipografico appunto) che permetta agli artisti “d’incontrare” le opere degli altri lì dove l’incontro fisico e la competizione tra di essi non è possibile e, al pubblico appassionato d’arte, di conoscere contemporaneamente una grande varietà di artisti delle diverse discipline eredi del writing.
La VSA proviene dalla cultura Hip Hop, di cui il writing era uno dei 4 elementi, insieme all’MCing, il DJing ed il BREAKing. Tali 4 elementi si sono evoluti poi autonomamente l’uno dall’altro, divenendo delle vere e proprie discipline indipendenti; ma mentre l’MCing, il DJing ed il BREAKing sono diventati fondamentali per lo sviluppo della musica e della danza contemporanee, il writing, ed in generale l’arte visiva di strada, è rimasta un fenomeno isolato dal sistema dell’arte.
Ciò che la VSA ha conservato dalla sua matrice Hip Hop è il “peccato d’origine”, cioè la possibilità di “attecchire” e crescere soltanto all’interno di contesti fisicamente e socialmente degradati, dove lo sviluppo della creatività è l’unica arma per combattere l’assenza di mezzi materiali; ma soprattutto dell’Hip Hop ha mantenuto la fondamentale modalità espressiva che si basa sull’incontro e la competizione tra i partecipanti.
L’incontro e la competizione tra due artisti, due gruppi o due tendenze non sono funzionali al raggiungimento di uno status sociale, quanto piuttosto al miglioramento della propria creatività. Così anche nell’arte visiva di strada molto spesso i “pezzi” sono frutto dell’interazione tra diverse mani; spesso s’interviene addirittura su lavori che altri artisti hanno lasciato molto tempo prima (se li si considera superati li si copre, altrimenti li si “rispetta”). In sostanza non esisterebbe l’arte di strada se non con l’incontro ed il confronto con “l’altro”.
Il motivo per cui la VSA è rimasto un fenomeno distaccato dal sistema dell’arte contemporanea è dipeso da due ordini di ragioni: da un lato la VSA ha avuto delle carenze rispetto alle altre discipline che derivano dalla cultura Hip Hop e dall’altro le caratteristiche del sistema dell’arte sono in contrasto con gli intenti dell’arte di strada.

Scheda tecnica

“A3”. Mostra collettiva
dal 1° dicembre 2006 al 15 gennaio 2007
Inaugurazione: venerdì 1° dicembre, ore 19.30

NOTgallery
Napoli, Piazza Trieste e Trento 48

Info:
Tel. (+39) 081 0607028 - Fax. (+39) 081 2140986
info@notgallery.com
NOTgallery

A3 è un progetto in collaborazione con Angels of Love

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader