Mostre » YAEL BARTANA. Mary Koszmary

YAEL BARTANA. Mary Koszmary

Fin dall’inizio della sua carriera l’artista israeliana indaga intorno alle molteplici problematiche legate ai conflitti, con, in questo caso, una particolare attenzione al dramma delle migrazioni di intere popolazioni

a cura di Bernd Noack, il 06/10/2008

La Galleria Raffaella Cortese di Milano ospita fino al prossimo 8 novembre 2008 la mostra personale dell’artista isrealiana Yael Bartana, da sempre attratta e fortemente impegnata artisticamente su temi legati ai conflitti, sempre purtroppo attuali. Nello specifico l’attenzione e la ricerca della Bertana si è soffermata maggiormente sulla militarizzazione dello stato e come l’impartizione di ordini e una comunicazione di propaganda influiscano sui comportamenti quotidiani e favoriscano la creazioni di falsi eroi. Nell’occasione espositiva milanese sarà presentato il video “Mari Koszmary”, realizzato da Yael Bartana nel 2007 e che ha come protagonista Slawomir Sierakowski, intellettuale della “sinistra” polacca.

Il video “Mari Koszmary”

Sierakowski entra con passo deciso all’interno di uno stadio dimesso e declama le sue idee come in un comizio politico ma davanti a lui non c’è pubblico, solo erbacce cresciute selvaggiamente. Un gruppo di ragazzini lentamente si materializza, una nuova generazione che ascolta le difficoltà di un popolo, quello polacco, che dopo le deportazioni naziste ha perso 3.000.000 di abitanti. Si parla di un incubo, Mary Koszmary, che per finire ha bisogno del ritorno “a casa” dei rifugiati ebrei polacchi, indispensabili per creare il futuro di questo popolo.

Al centro del video, la tragedia delle migrazioni di intere popolazioni

Con Mari Koszmary, Yael Bartana offre una riflessione sulla tragedia, attuale e spietata, delle migrazioni di intere popolazioni, richiedenti rifugio politico, a causa di guerre e discriminazioni razziali.

Chi è Yael Bartana

Yael Bartana (1970, Afufa, Israele ) studia a New York e vive tra Amsterdam e Tel Aviv.
I suoi lavori video e fotografici sono presenti in numerosi musei tra cui: Tate Modern, Londra, Jewish museum, New York; Bojmans Van Beuningen Museo, Rotterdam; Museo di san Gallo, Svizzera. A ottobre 2008 inaugurerà una mostra personale presso il P.S.1 di new york.
(Per maggiori info www.my-i.com)

Scheda Tecnica

  • Yael Bartana. “Mari Koszmary”
    fino all’8 novembre 2008
  • Galleria Raffaella Cortese
    Milano, via Stradella 7
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 15-19.30 o su appuntamento
  • Info:
    Chiara Tiberio rcortgal@tiscali.it
    Galleria Raffaella Cortese

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader