Mostre » CATIA CHICCHI. Per vedere chiudi gli occhi

CATIA CHICCHI. Per vedere chiudi gli occhi

A Pietrasanta la nuova esposizione personale dell’artista versiliese, in cui i protagonisti delle opere sono gli occhi. Occhi che non si fanno ingannare dalle apparenze, dalla superficie, ma vogliono, sanno e devono andare oltre

a cura di Valentina Braschi, il 10/08/2008

Apre i battenti domani, lunedì 11 agosto, negli spazi della Arte & Arte Gloria Gallery di Pietrasanta (Lu), la nuova mostra personale dell’artista versiliese Catia Chicchi dal titolo “Per vedere chiudi gli occhi”. L’esposizione sarà motivo per avventurarsi in un suggestivo viaggio verso l’inconscio, l’anima, il cuore, il dentro, l’immenso mondo sommerso che ognuno di noi racchiude in sé.

I motivi della mostra

Apparentemente in contrasto con gli occhi ben aperti e pensierosi che campeggiano in primo piano sui quadri in mostra. Gli occhi dipinti dalla Chicchi, in sovrapposizione alle immagini, non sono gli organi deputati alla visione della realtà esteriore, sono occhi interiori: quelli che sentono più che vedere.
Sono occhi che non si fanno ingannare dalle apparenze, dalla superficie, ma vogliono, sanno e devono andare oltre.

Tra le ultime serie di opere vi è la casa, simbolo di razionalità

Sono l’inconscio, l’anima, il cuore, il dentro, l’immenso mondo sommerso che ognuno di noi racchiude in sé; un mondo fatto di impulsi, di sensazioni, di moti irrazionali. Ecco allora spuntare, nell’ultima serie di opere, la casa, sopraffatta dalla natura ribelle e rigogliosa, essa non è altro che il simbolo della costruzione umana, della razionalità, del ragionamento ottuso che chiude l’orizzonte e deturpa il proprio istinto, ma la natura si riappropria sempre di ciò che era suo.

Appena l’uomo allenta le difese, appena la casa è abbandonata, ecco crescere erba rigogliosa, farsi varco tra pareti e soffitti, sbucare tra finestre e tetti, abbracciare e dilatarsi come emozione dentro noi.

Così A. Antognetti su ”Per vedere chiudi gli occhi”

«L’arte come autoanalisi, la pittura come ricerca del proprio io interiore: questo è il comune denominatore che unisce tra loro le opere dell’artista versiliese Catia Chicchi e che appare ancora più forte nell’ ultima serie: ”Per vedere chiudi gli occhi”.
Rispetto alle precedenti, qui è più evidente l’accento sull’interiorità, sull’inconscio, sulla scoperta di se, come si evince dalla presenza ossessiva del grande occhio che campeggia sui quadri, presenza ora cupa e minacciosa, ora quale incombente interrogativo; infine serena, aperta e chiara a testimonianza della pacificazione finale con se stessa, metafora del percorso di crescita personale dell’artista.»

Scheda Tecnica

  • Catia Chicchi. “Per vedere chiudi gli occhi”
    dall’ 11 al 31 agosto 2008
    Inaugurazione: lunedì 11 agosto, ore 19
  • Arte & Arte Gloria Gallery
    Pietrasanta (Lu), via del Marzocco 108
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 18.30-20.30 e 21-24
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    catiachicchi@virgilio.it
    Tel. (+39) 338 1501882

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader