Eventi » La caduta degli Dei. L’omaggio di Moreno Bondi all’arte di Luchino Visconti

La caduta degli Dei. L’omaggio di Moreno Bondi all’arte di Luchino Visconti

a cura di Redazione, il 05/11/2006

Firenze celebra Luchino Visconti nel centenario della nascita con una manifestazione che apre i battenti mercoledì 8 novembre e mette in scena costumi originali, locandine, scenografie, proiezioni, pubblicazioni, (relativi all’attività del grande regista milanese), esposizioni d’arte.

Tra queste ultime, uno degli appuntamenti di maggiore spicco è rappresentato dalla mostra “La caduta degli Dei”, omaggio dell’artista Moreno Bondi ai temi e alla sensibilità viscontiani. L’esposizione del pittore e scultore toscano, al pari delle altre iniziative, è promosso dalla Fondazione “La Colombaia di Luchino Visconti”, in collaborazione con La Galleria del Palazzo Coveri di Firenze e l’Associazione Ischia Prospettiva Arte, con il patrocinio della Regione Campania e del Comune di Firenze.

I corpi potenti dipinti da Moreno Bondi, la definizione della sua pittura ad olio (eseguita in base ad una profonda conoscenza della tecnica di Caravaggio), l’inserimento della scultura in marmo, la cura del particolare e l’attenzione per l’insieme, la capacità di elaborare la memoria in modo nuovo, hanno la medesima forza delle opere viscontiane; toccano uguali corde dell’intimo e sollecitano una profonda riflessione sul senso del mutamento. Moreno Bondi ripercorre le tracce e le suggestioni di Luchino Visconti.

A lui lo accomuna la capacità di guardare con mente attuale al passato, stabilendo una relazione con il presente, nella consapevolezza che la storia non possa essere negata se non al “caro prezzo” dello “sradicamento” e della perdita di identità.

Scrive Antonio Paolucci (Sovrintendente ai Beni artistici della Toscana): “La pittura di Moreno Bondi fa pensare ad uno specchio che riflette le icone dell’arte antica. Solo che lo specchio è rotto. Riflette Michelangelo, Caravaggio e i naturalisti del Seicento in disarticolati frammenti. I quali si sovrappongono e si dilatano per anamorfosi. (…) Moreno Bondi ha dedicato anni allo studio delle tecniche pittoriche tradizionali.

Conosce come nessuno il mestiere dei maestri dei grandi secoli e sa replicarlo con sapienza mimetica assoluta. Nondimeno è ben consapevole che l’ordine antico (e cioè il sistema di valori che c’è dietro a una pittura di Caravaggio o a una statua di Michelangelo) quello non può trasferirlo nei suoi quadri, perché si tratta di un ordine che non appartiene più al suo e al nostro tempo (…) Il mondo antico vive dentro di noi perché noi siamo la nostra storia. (…)

Però la storia presente, quella che siamo chiamati a vivere, è profondamente altra dalla storia che ha generato quei capolavori. Sistemi simbolici diversi la governano e ci governano. Ecco allora che le opere dell’arte antica, staccate dal sistema che dava loro significato, possono essere percepite solo per frammenti, per assemblaggi, per enigmi. (…)

La pittura che qui si presenta è evocativa perché fa emergere quello che noi inconsapevolmente siamo (noi siamo gli antichi quadri e le antiche chiese...) (…) ed è onirica perché ci offre l’occasione (le infinite occasioni) del sogno. (…) Per me, storico dell’arte, la pittura di Moreno Bondi è un approccio all’Antico inedito e affascinante”.

L’omaggio di Firenze a Luchino Visconti si articolerà come detto in una serie di eventi collegati. Due le sedi: oltre al Palagio di Parte Guelfa, anche il Palazzo Coveri, sempre a Firenze, dove la manifestazione si trasferirà dal 16 novembre al 30 dicembre (orari: 11-13 e 15.30-19.30). Le installazioni di arte figurativa allestite sono opera di artisti di rilievo: oltre al già citato Moreno Bondi, Attilio Sommella e Marco Abbamondi, Ciro Palumbo, Giuseppe Ciccia, Enrico Bacci, Angelo Liberati, Simona Bocchi e Adriano Buldrini.

Scheda tecnica


  • Moreno Bondi. “La caduta degli Dei”
    dal 9 al 16 novembre 2006
  • Palagio di Parte Guelfa
    Firenze, Piazzetta di Parte Guelfa 1
  • Orario di apertura:
    Tutti i giorni, ore 9-12.30 e 15-19
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    Associazione Culturale Ischia Prospettiva Arte
    Tel. (+39) 081 4971300
    ischiaprospettivarte@jumpy.it
    Ischia Prospettiva Arte
    Sito web di Moreno Bondi

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader