Mostre » Armando Fettolini. CORPI IN VIAGGIO

Armando Fettolini. Dai miei ricordi, 2008, tecnica mista su tavola, 125x90 cm

Armando Fettolini. CORPI IN VIAGGIO

Prende il via il prossimo 9 agosto la nuova mostra personale dell’artista milanese, nata da una lunga riflessione sull’opera di Arnold Böcklin “L’isola dei Morti”

a cura di David Bernacchioni, il 07/08/2008

Il Centro Museale di Rovetta (Bg), ospitato all’interno di un edificio storico nella piazza centrale del comune lombardo, presenta a partire dal prossimo 9 agosto 2008 la mostra personale dell’artista milanese Armando Fettolini dal titolo “Corpi in Viaggio”. Il suggestivo percorso espositivo si svilupperà attraverso i tre piani degli spazi museali, dove il visitatore potrà camminare all’interno del percorso-mostra suddiviso dallo stesso artista in quattro momenti significativi.

“Corpi in viaggio” e “L’isola dei Morti” di Arnold Böcklin

Corpi in Viaggio nasce da una lunga riflessione dell’artista sull’opera di Arnold Böcklin L’isola dei Morti, celebre rappresentazione simbolista del viaggio delle anime verso una nuova vita. I corpi in viaggio sono quelli di coloro che osservano i dipinti, i quali, attraverso un cammino diviso in quattro momenti, si confrontano con una delle moltissime raffigurazioni pittoriche della vita dopo la morte.

Il percorso-mostra suddiviso dall’artista in quattro momenti

Il primo momento del percorso-mostra è una rappresentazione del tempo giocata attraverso i numeri: Fettolini ci offre una scansione di quattro opere suddivise appunto in un giorno, una settimana, un mese, un anno. Per tutti i dipinti di questo gruppo i soggetti sono l’isola e la barca: l’una è la meta, l’altra è il mezzo, ed entrambe si pongono come testimonianze concrete del viaggio.

Il secondo momento: l’approdo all’isola

Il secondo momento offre la visione di dipinti che fanno da quinta a un trittico di grandi dimensioni che descrive l’approdo all’isola. L’opera centrale raffigura in primo piano, appunto, l’isola, che è protagonista assoluta dello spazio, e ci accoglie. Gli altri dipinti indagano la spiaggia e l’entroterra, in visioni a tratti liriche e distensive, a tratti più drammatiche e intense.

Il terzo momento: l’arenarsi di una barca tra acqua e sabbia

Il terzo momento ospita un’installazione che riproduce l’arenarsi di una barca tra acqua e sabbia. Alle pareti compaiono dipinti di barche abbandonate, viste dall’alto. Per l’autore queste barche disegnano delle porte, e si possono intendere come simbolo di passaggio da una dimensione all’altra, da ciò che ci è noto all’ignoto.

Un dittico di grandi dimensioni per il quarto momento

Armando Fettolini. Un mese, 2008, tecnica mista su tavola, 130x300 cm (particolare di polittico)

Il quarto momento è rappresentato da un dittico di grandi dimensioni, in cui due terzi della superficie sono occupati dalla raffigurazione della Via Lattea e delle costellazioni correlate nel Cielo Settentrionale, nel cui centro si trova la costellazione di Cefeo. Cinque le imbarcazioni, cinque le stelle che disegnano la sagoma di Cefeo, appuntita e ben visibile come la prua di un’imbarcazione nel cielo di primavera. Si torna così al primo momento, e alle trenta tavole dei giorni di Aprile, il mese di Cefeo. Il cerchio si chiude quindi con un rimando al punto di partenza, dove l’artista ci dice “infine l’infinito”.

Note biografiche di Armando Fettolini

Armando Fettolini è nato a Milano nel 1960. Nel 1987 la sua prima mostra personale a Bernareggio (MI), crocevia di artisti della Brianza dove Arturo Vermi accompagna la mostra di Fettolini con un suo testo. Il 1977 è l’anno dell’ingresso ufficiale nel mondo del mercato dell’arte in collaborazione con la Galleria Mari Artecontemporanea di Imbersago (LC), con la quale partecipa alle principali fiere d’arte nazionali e internazionali. Nel 2000 riceve a Parigi il 5° Award Arjo Wiggins come miglior creativo italiano. Attualmente le sue opere sono in permanenza presso le gallerie Spazio Danseei di Olgiate Olona (VA), Fabbrica Eos a Milano e Pancaldi Arte Contemporanea di Roma. Nel 2008 si segnalano: Les Fleurs du Mal, 1857-2007 per Charles Baudelaire, Palazzo Bellarmino di Montepulciano - La risoluzione degli opposti, Galleria U.C.A.I. Brescia - Das Antlitz Christi, Domschatz und Diozesanmuseum Passu (Germania) - Stretnutie, Sarisska Galeria v Presove (Slovacchia).
Oggi Fettolini vive con la moglie e i quattro figli a Viganò, piccola cittadina nel cuore della Brianza che ospita la sua casa e il suo studio.

Scheda Tecnica

  • Armando Fettolini. “Corpi in Viaggio”
    dal 9 al 31 agosto 2008
    Inaugurazione: sabato 9 agosto, ore 18
  • Centro Museale di Rovetta (BG)
  • Orario di apertura:
    lun-sab, ore 16.30-19; dom e festivi, ore 10-12.30 e 16.30-19
  • Catalogo:
    I.ME.DE.A edizioni d’Arte
  • Info:
    Tel. (+39) 0336 72220 – (+39) 335 6937356

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader