Eventi » Apre il MNAF, il Museo Nazionale Alinari della Fotografia

Apre il MNAF, il Museo Nazionale Alinari della Fotografia

Con una sezione dedicata anche ai non vedenti, il nuovo museo sarà accolto nel complesso delle Leopoldine in Piazza Santa Maria Novella a Firenze

a cura di Redazione, il 26/10/2006

Aprirà i battenti il 28 ottobre il Museo Nazionale Alinari della Fotografia, che sarà ospitato nello storico complesso delle Leopoldine in Piazza Santa Maria Novella a Firenze. Il Mnaf renderà omaggio non solo alla storia degli Alinari – la Fratelli Alinari è la più antica azienda al mondo operante nel campo della fotografia, dell’immagine e della comunicazione, con i suoi archivi contenenti circa 3.500.000 fotografie di proprietà – ma a tutta la storia della fotografia, sia italiana che mondiale. Il Museo – strutturato in sette sezioni che accoglieranno rare immagini, strumenti, preziosi oggetti d’epoca in un viaggio che parte dal 1839 fino ai giorni nostri – ha tra i suoi principali obiettivi divulgativi quello di voler rappresentare il luogo dove poter scoprire, conoscere, approfondire le diverse declinazioni estetiche e tecniche che hanno consentito alla Fotografia di diventare oggi una delle principali forme di comunicazione.

Il Museo Nazionale Alinari della Fotografia, il cui progetto è stato fortemente voluto dal presidente della Fratelli Alinari Claudio de Polo, con il fondamentale sostegno dell’amministrazione comunale fiorentina, propone all’interno delle sue sale anche un percorso per non vedenti, di fatto un museo dentro ad un altro museo, con tanto di catalogo specializzato – con dieci fotografie tattili –, gadget e guida audio.

Il progetto espositivo per i non vedenti, primo al mondo del genere, vuole offrire a queste persone meno fortunate la possibilità di poter apprezzare, attraverso il tatto, alcune immagini esposte nel Museo, grazie ad un complesso lavoro di trasposizione in rilievo delle fotografie stesse. Il progetto in questione si è reso possibile grazie all’interessamento della stessa Alinari e alla collaborazione della Stamperia Braille della Regione Toscana.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader