Eventi » MANIFESTI D’ARTISTA 2008

Ivana Maksimovic. Si prega silenzio, stanno nascendo bambini, 2008.

MANIFESTI D’ARTISTA 2008

Coi lavori di Mauro Altamura, Lucia Flego e Ivana Maksimovic, si è aperta a Trieste la nuova edizione dell’evento di arte pubblica che permette ai giovani artisti di far conoscere i propri lavori sotto una forma più fresca e immediata di distribuzione dell’arte

a cura di Valentina Braschi, il 30/07/2008

Dopo il successo dello scorso anno, ha preso il via alcuni giorni fa a Trieste la prima “tornata” della manifestazione di arte pubblica promossa dal GRUPPO78 International Contemporary Art dal titolo “Manifesti d’Artista”. L’evento, curato da Maria Campitelli in collaborazione con Elisa Vladilo e con il sostegno della Regione, prevede l’esposizione in via Fabio Severo, angolo Foro Ulpiano, nei pressi del palazzo di Giustizia di Trieste, di manifesti d’artista, esposti due o tre alla volta con cadenza quindicinale (l’ultima uscita sarà il 27 ottobre 2008).

Spesso sono fotografie scattate e rielaborate ad hoc per lo spazio gigantesco – i manifesti misurano m 3x6 – o riproduzioni di opere grafiche, o enunciati che adombrano pensieri e letture particolari del mondo in cui viviamo, proposizioni ironiche e giocose, partendo proprio dall’aspetto commerciale dell’affissione.

Manifesti d’artista, vera e propria forma di arte pubblica

E’ una forma d’arte pubblica che seduce molti artisti, specie giovani, che permette loro di far conoscere i propri esiti creativi, scavalcando i non sempre facili gradini di accesso alle gallerie private, ai musei o alle pubbliche istituzioni. E’ una forma più fresca ed immediata di distribuzione dell’arte presso il cittadino della strada, dall’occasionale passante, all’automobilista, a tutti dunque, in un’arena di confronto aperta, a differenza dei luoghi deputati all’arte, di natura piuttosto elitaria dove l’espressione passa attraverso le mediazioni dei cosidetti “addetti ai lavori”.

Lucia Flego. Matrimonio, 2008

Democratizzare l’arte

E’ una forma che ha attecchito anche in altri ambiti della nostra regione, come ad esempio nelle strade di Codroipo dove sono divenuti manifesti d’arte le immagini dei lavori premiati l’anno scorso all’ultima edizione di “Maninfesto” - dedicata alla fotografia - promossa dal centro d’arte contemporanea di Villa Manin.

Viviamo un momento storico dove da più parti, da diversi canali, si manifesta la necessità di democratizzare l’arte. Di renderla partecipata, un bene di e per tutti, considerazione questa su cui viaggia in particolar modo la “Public Art”. Di essa il GRUPPO78 si è occupato l’anno scorso.

Gli spazi dedicati alla pubblicità diventano vetrina per l’arte

E’ il fatto di invadere uno spazio di norma utilizzato dalla pubblicità, a cambiare le carte in tavola, una salutare appropriazione che tenta di suscitare, nel cittadino, almeno una perplessità, un interrogativo che può diventare la via di avvicinamento a un mondo sconosciuto, pieno di fascinazioni, qual è l’universo “arte”. Ricordiamo che ci sono i prodromi di questo percorso, da Belfast parecchi anni fa, dove si è incominciato ad usare gli spazi d’affissione commerciali per diffondere opere d’arte - a cui ha partecipato anche la triestina Elisa Vladilo. E poi c’è la lunga esperienza, tuttora in atto, di “Careof”, la galleria d’arte di Milano che, tra le tante attività, continua a promuovere artisti attraverso i “manifesti” in via Luigi Nono.

Mauro Altamura. Airplane 1, 2008

Provenienti da diversi paesi, gli artisti propongono lavori molto diversi tra loro

Quest’anno gli artisti invitati – i lavori di Mauro Altamura, Lucia Flego, Ivana Maksimovic sono tutt’ora in esposizione - provengono non solo dall’Italia, ma anche da altri paesi del mondo, costituendo così un confronto internazionale, con proposte tra loro diversissime. Spesso sono fotografie scattate e rielaborate ad hoc per lo spazio gigantesco – i manifesti misurano m. 3 x6 – o riproduzioni di opere grafiche, o enunciati che adombrano pensieri e letture particolari del mondo in cui viviamo, proposizioni ironiche e giocose, partendo proprio dall’aspetto commerciale dell’affissione, e vi compare anche la poesia (Roberto Dedenaro) come soggetto non meno importante dell’arte, da distribuire a tutti.

I nomi degli artisti partecipanti a Manifesti d’Artista 2008

Mauro Altamura (U.S.A.), Carlo Andreasi, Roberto Dedenaro, Lucia Flego, Massimo Gardone, Adriano Gon, Sebastjan Leban –Stas Kleindienst (Slovenia), Ivana Maksimovic (Serbia), Cesare Piccotti, Mario Sillani Djerrahian, Paolo Ravalico Scerri, Francesca Tjia, Paolo Toffolutti, Tadej Pogacar, (Slovenia), Cristina Treppo, Andreea Werner (Romania).

Scheda Tecnica

  • “Manifesti d’Artista 2008”
    I manifesti usciranno a due o tre alla volta ogni 15 giorni
    Ultima uscita: 27 ottobre 2008
  • Curatore:
    Maria Campitelli, in collaborazione con Elisa Vladilo
  • Trieste
    via Fabio Severo, angolo Foro Ulpiano, nei pressi del Palazzo di Giustizia
  • Info:
    GRUPPO78
    Triste, via Monte Cengio 11
    Tel. e Fax (+39) 040 567136
    Cell. (+39) 339 8640784
    m.campitelli@mastermail.it
    info@gruppo78.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader