Eventi » Chagall. LE ANIME MORTE

Marc Chagall, Le anime morte di Gogol', “Manìlov”, 287 x 221 mm

Chagall. LE ANIME MORTE

A Palazzo Penotti Ubertini di Orta San Giulio (Novara) in mostra uno dei capolavori incisori del maestro russo: i 96 fogli ispirati al celebre romanzo di Nikolaj Gogol’

a cura di Angelo Pinti, il 25/07/2008

La più importante opera incisa di Marc Chagall, ovvero il ciclo completo delle 96 acqueforti e acquetinte che illustravano il romanzo “Le anime morte” di Gogol’, sarà finalmente esposta al grande pubblico dal 27 luglio al 16 novembre 2008 nelle settecentesche sale di Palazzo Penotti Ubertini a Orta San Giulio (Novara). La mostra, organizzata dall’Associazione Culturale Overview, è curata da Flavio Arensi e accompagnata da un catalogo Allemandi.

L’esposizione inaugura il nuovo spazio espositivo di Palazzo Penotti Ubertini

Nella parole di Luca Caramella, presidente di Overview: «Presentando il capolavoro incisorio di Marc Chagall, “Le anime morte”, si dà il via ad un nuovo progetto che nasce ad Orta ed inaugura un affascinante spazio espositivo cittadino: Palazzo Penotti Ubertini. Aggiungendosi alle iniziative di Ortissima Percorsidorta, che quest’anno omaggia il genio di Arnaldo Pomodoro (leggi l’articolo della mostra), l’esposizione delle novantasei incisioni del maestro russo è il primo appuntamento di un calendario annuale che intende portare in questa città mostre di importanti autori della contemporaneità, seguendo non soltanto le loro vicende artistiche, ma cercando di studiare il senso del nostro vivere il tempo presente».

Marc Chagall, Le anime morte di Gogol', “Apparizione del poliziotto”, 288 x 221 mm

Il capolavoro letterario di Nikolaj Gogol’ che ha ispirato Chagall

“Le anime morte” è il titolo del romanzo incompiuto di Nikolaj Gogol’, composto prevalentemente a Roma nel corso di oltre quindici anni di lavoro. Il racconto si svolge intorno alle avventure del truffatore Čičicov, modesto proprietario terriero che tenta di fare fortuna con mezzi disonesti e percorre la campagna russa per comprare, da altri proprietari, le “anime morte”, ossia i nomi dei servi della gleba deceduti dopo l’ultimo censimento. A quei tempi infatti il patrimonio terriero veniva calcolato sul numero di “anime” possedute dai proprietari ed è questo numero che permette a Čičicov di ottenere dalle banche prestiti consistenti.

Quando Chagall propose all’editore Vollard di illustrare “Le anime morte”

Le tavole incise di Chagall rileggono il testo di Gogol’ e nel contempo disegnano un viaggio nei territori dell’umanità, con ampi richiami ai paesaggi russi, ai personaggi della madrepatria.
Fu proprio Chagall, nel 1923 a Parigi, a proporre all’editore Ambroise Vollard - che lo aveva contattato con una richiesta diversa, quella di illustrare un libro per l’infanzia - di corredare figurativamente “Le anime morte” di Gogol’.

Dal 1924 al 1948, la realizzazione di un progetto monumentale

Marc Chagall, Le anime morte di Gogol', “Sobakèvic a tavola”, 215 x 280 mm

Chagall incise le prime lastre nel 1924, concludendole verso la fine del 1925, e stampandole nel 1927 presso la calcografia Fort per l’editore Ambroise Vollard. Quest’ultimo, pur entusiasta del risultato, continuò a rimandare la pubblicazione dei libri, fino al sopraggiungere tragico della sua morte. Fu Stratis Eleftheriades detto Tériade, editore di origine greca, a terminare il monumentale progetto, il 28 ottobre 1948, a Parigi.

Orta San Giulio, un piccolo centro “custode” dell’arte contemporanea

«Le anime morte sono uno dei capolavori del Novecento che siamo felici di poter ospitare a Orta San Giulio, nella splendida cornice di Palazzo Penotti Ubertini – ha affermato Stefano Cusinato, sindaco di Orta. La nostra comunità è ormai abituata a custodire le opere dei più importanti autori del nostro tempo, ponendole come elementi di dialogo col territorio e con gli ospiti che raggiungono le sponde del nostro Lago».

    Scheda Tecnica

  • “March Chagall. Le anime morte di Gogol”
    dal 27 luglio al 16 novembre 2008
  • Curatore:
    Flavio Arensi
  • Palazzo Penotti Ubertini
    Orta San Giulio (Novara), via Caire Albertoletti
  • Orario di apertura:
    dal 27 luglio al 14 settembre: lun-gio, ore 10-22; ven-sab-dom, ore 10-23; lun chiuso
    dal 15 settembre al 16 novembre: mar-gio, ore 10-19; ven-sab-dom, ore 10-23; lun chiuso
  • Biglietti:
    Intero € 7; ridotto € 5
  • Catalogo:
    Allemandi
  • Info:
    Associazione Culturale Overview (Organizzazione)
    info@associazioneoverview.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 09/03/2007

Chagall, Marc

Ebreo di nascita, Marc Chagall nasce a Vitebsk il 7 luglio 1887. Dal 1906 studia a San Pietroburgo e nel 1909, tornato nella città lituana, incontra Bella Rosenfeld, sua futura moglie. Nel 1910 Vinaver, redattore della rivista Voshod, gli offre la possibilità di andare a Parigi per quattro ann...