Eventi » openArt 08, rassegna internazionale di scultura

Luigi a Marca

openArt 08, rassegna internazionale di scultura

In questa ottava edizione saranno presenti circa cinquanta artisti, invitati a realizzare ed esporre le loro opere in stretta relazione con l'ambiente ancora incontaminato del parco agricolo-boschivo di oltre 100.000 mq nei pressi di Roveredo (Svizzera)

a cura di Valentina Redditi, il 25/07/2008

Prende il via oggi (sabato 26 luglio) a Roveredo, località del Canton Grigioni a 10 km da Bellinzona sulla strada che porta al Passo del San Bernardino, l’ottava edizione di openArt, rassegna internazionale di scultura organizzata dall’artista e promotore culturale Luigi a Marca che mette in comunicazione, in una suggestiva combinazione, l’arte con la natura.

Unica nel suo genere, l’esposizione sarà accolta in un parco di oltre 100.000 mq in Località Trii

Nata con l’intento di rendere l’arte accessibile a tutti, grazie agli apporti di sponsor privati e di pubbliche istituzioni, la rassegna, che si estende in un parco agricolo-boschivo di oltre 100.000 metri quadrati in Località Trii, è ad ingresso gratuito e resterà aperta per tutta l’estate dal 26 luglio al 5 ottobre 2008. Numerosissimo il pubblico intervenuto nelle precedenti edizioni, con un interesse crescente anno dopo anno, tra appassionati d’arte, collezionisti, artisti provenienti dalla Svizzera, ma anche da Germania e Italia.

openArt, Arte aperta

openArt ha l’ambizione, come ben indicato nel titolo, di essere “arte aperta”: le modalità espressive degli artisti, che si trovano ad interagire con gli ampi spazi del parco e con una natura ancora estremamente fresca e incontaminata, sono molto diversificate e rappresentano molte delle tendenze dell’arte contemporanea. Le caratteristiche del luogo sono particolarmente gradite agli scultori che partecipano alla manifestazione, che possono gestire in grande libertà l’installazione delle opere nei luoghi più consoni alla propria creatività.

Katrin Zuzakova

Scultura e natura, binomio dal grande fascino

La plasticità delle forme dell’opera scultorea, sia essa di carattere figurativo o astratto, trova nel confronto con gli elementi di natura (tronchi secolari, distese di prati, zone boschive) un motivo ulteriore di espressione e di declinazione della propria presenza. La possibilità di installazioni richiama sempre alcuni specialisti del settore che possono organizzare i propri interventi senza vincoli di sorta. L’uso dei materiali propri della tradizione scultorea internazionale (legno, pietra, bronzo) si accompagna spesso o lascia spazio ai materiali e agli oggetti più diversi che confluiscono nelle opere più complesse e intriganti.

Proprio per questi motivi gli artisti invitati – alcuni già presenti in precedenti edizioni, altri alla loro prima esperienza – giungono a Roveredo anche da lontano. Numerosa è la presenza di scultori svizzeri, ma molti altri giungono dalla Germania, dall’Italia o dai paesi dell’est europeo, sicuri di poter dare al proprio lavoro una vetrina particolarmente qualificata.

I nomi dei cinquanta artisti presenti ad openArt 08:

Brigitte Allenbach-Stettbacher, Luigi a Marca, Matthias Bach, Sigrid Bicca, Josef Briechle, Irma Bucher, Marilena Carenini, Sibylla Dreiszigacker, René Düsel, Chiara Fiorini, Duosch Grass, Paolo Grassi, Fredy Hadorn, D. Hardmeier-L.Lindgren, André Heer, Anneliese Hophan, Alfonso Hüppi, Edith Kappeler, Christian Kirchhofer, Jürgen Knubben, KUSPI 08, Marck, Pascal Murer, Toma Nenov, Giovanna Nicola, Linard Nicolay, Eva Oertli, Milvia Quadrio, remy rich, Aniko Risch, Nigel Ritchie, Gerda Ritzmann, Gianni Rodenhäuser, Dorothée Rothbrust, Pavel Schmidt, Patrick Stacey, Daniel Steiner, Rudolf Tschudin, Christiane Tureczek, UNAGALLINADOMANI, Behrouz Varghaiyan, Veronesi-Hoepflinger, HansPeter Wespi, Pt. Whitfield, Anne Marie Catherine Wieland, Hanspeter Wyss, Katrin Zuzakova.

In mostra anche opere di grandi maestri come Spoerri, Rotella e Arman

In occasione della mostra sarà anche possibile ammirare opere di importanti maestri europei come Spoerri, Rotella e Arman, che hanno partecipato alle prime edizioni di openArt e hanno lasciato importanti documenti della loro presenza.

Anne Marie Cathrine Wieland

Al vernissage e finissage presenti tutti gli artisti partecipanti

Il giorno del vernissage della mostra (sabato 26 luglio, a partire dalle ore 17) e quello del finissage (sabato 27 settembre, dalle ore 16) saranno presenti tutti gli artisti, disponibili a confrontarsi con il pubblico e a rispondere a domande e sollecitazioni.

Numerosi gli eventi collaterali, dalla danza alla musica popolare

Vari gli spettacoli che accompagnano il vernissage, dalle performance di danza dei gruppi "Mordisco Tango" e "Rosa de Fuego" (flamenco) di Vanessa Nicola alle esibizioni degli allievi della scuola di Dimitri. Al calar della notte spazio ad una “danza del fuoco” e allo spettacolo di fuochi artificiali di André Heer, cui seguiranno musiche popolari di tutto il mondo con il gruppo "Sirbala" e l’intervento della blues band “Rore Free”. Indimenticabile sarà anche il finissage, con il concerto della scuola Musica del Moesano.

Scheda Tecnica

  • “openArt08. Rassegna Internazionale di Scultura”
    dal 26 luglio al 28 settembre 2008
    Inaugurazione: sabato 26 luglio, dalle ore 17
  • Curatore e organizzatore:
    Luigi a Marca
  • Roveredo (Svizzera, Canton Grigioni)
    Località Trii
  • Come raggiungere Roveredo:
    autostrada Milano-Chiasso-Lugano-Bellinzona-San Bernardino, uscita a Grono-Roveredo, km 10 dopo Bellinzona
  • Info:
    Luigi a Marca Tel. +41.(0)79 4442161
    lamarca@bluewin.ch
    Sito web di openArt

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader