M » Massari, Luciano

Un particolare dell'installazione "Arcipelaghi"

Massari, Luciano

a cura di Redazione, il 21/07/2008

Nato a Carrara (1956) dove ha studiato presso l’ Accademia di Belle Arti, Luciano Massari vive e lavora a Carrara e a Torino.
Inizia la carriera artistica nel 1980, quando vince il concorso per la realizzazione dell’opera “Icarus Millenovecentottantaquattro” a Trinidad and Tobago. Ha partecipato a numerose mostre (personali e collettive) e concorsi di rilevanza internazionale. Le sue opere sono esposte in collezioni pubbliche e private italiane e estere.

Nella produzione recente un serrato dialogo tra la scultura e la poesia

La produzione artistica recente di Luciano Massari nasce da una ricerca dai forti toni progettuali: da questa indagine prendono vita gli interventi ambientali ad alto contenuto formale, il serrato dialogo tra la scultura e la poesia, le collaborazioni con altri artisti. Tra il 2002 e il 2005, con Marco Nereo Rotelli, ha approfondito il rapporto tra le arti visive e la parola, attraverso una serie di operazioni artistiche che hanno visto la partecipazione di Mario Luzi, Alda Merini, Fernanda Pivano e Maria Luisa Spaziani.

L’esperienza seminale vissuta nell’Isola di Pasqua

Nel mese di maggio del 2004 Luciano Massari, ospite della “Fondazione Rapa Nui” nell’Isola di Pasqua, realizza l’installazione scultorea permanente “7 Verità” nel sito Puna Pau: un’esperienza sostanziale i cui esiti, non solo tematici, coinvolgono l’essenza stessa della pratica della scultura.
Nel 2005 partecipa alla 51ª Biennale di Venezia nell’ambito del progetto speciale “Isola della poesia”, e a Parigi, per la mostra “La Poesie Italienne comme oeuvre d’art” alla Mairie du 5me Arrondissement. In quello stesso anno la sua opera “Isola dell’identità” entra a far parte della Collezione Gori alla Fattoria di Celle.

“Arcipelaghi”: il rapporto tra la materia, il marmo, e la dimensione mentale del viaggio

Con la mostra “Arcipelaghi”, una spettacolare installazione ospitata nell’estate del 2007 alla Fortezza Firmafede di Sarzana, Luciano Massari prosegue le riflessioni sul tema dell’isola attraverso il rapporto tra la materia, il marmo, e la dimensione mentale del viaggio come momento di confronto con la propria interiorità.
Nel marzo 2008 crea un’opera ambientale “Isola nell’isola” nel parco della Fondazione di Daniel Spoerri a Seggiano (GR).

Le tre "isole" in marmo statuario dell'installazione "Arcipelaghi" presentata in occasione della XIII Biennale Internazionale di Scultura di Carrara

L’attenzione della critica per l’opera di Luciano Massari

Hanno scritto sul suo lavoro i più autorevoli critici e curatori, tra gli altri: Mario De Micheli, Paolo Levi, Tommaso Paloscia, Ludovico Pratesi, Marisa Vescovo. Numerosi i contributi apparsi sulla stampa specializzata, su periodici e quotidiani, nazionali e internazionali.
All’attività di Luciano Massari sono stati dedicati anche alcuni programmi televisivi e documentari. Nel 2005 France 3 presenta la sua figura di artista nella trasmissione tematica “Des racines et des ailes”. Il regista cinese Wang Xiaoshuai (Orso d’argento al Festival del Cinema di Berlino) lo intervista in “Tuscany Dream”, film documentario girato per la Cina, e il regista Dixson Tam presenta la sua opera alla televisione nazionale di Hong Kong.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader