Mostre » GIACOMO MANZU’. Gli anni di Clusone

Giacomo Manzù, Busto di Carla, 1940, bronzo, cm 60x42x20, coll.priv., Photo: Jacopo Ferrari

GIACOMO MANZU’. Gli anni di Clusone

Il MAT – Museo Arte Tempo di Clusone (Bg) ospita un’interessante esposizione con opere realizzate dal grande maestro bergamasco tra il 1940 e il 1945

a cura di Valentina Braschi, il 11/07/2008

Curata da Maria Cristina Rodeschini e Marcella Cattaneo, prende il via il prossimo 13 luglio 2008 al MAT – Museo Arte Tempo di Clusone, in occasione del centenario della sua nascita, una mostra dedicata al grande scultore bergamasco. L’esposizione, organizzata in collaborazione con la GAMeC - Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, darà conto dell’importante produzione di Manzù negli anni del soggiorno clusonese, tra il 1942 e il 1945.

Il momento storico era particolarmente sofferto e la guerra vide il grande maestro costretto a rifugiarsi insieme alla moglie Tina e al figlio Pio, ospiti dell’amico Attilio Nani, nella cittadina dell’alta Val Seriana, in provincia di Bergamo.

Nella sede del MAT di Palazzo Marinoni Barca in mostra soprattutto ritratti femminili

Giacomo Manzù, Ritratto di Luisa, 1943, bronzo, collezione privata

Nelle sale espositive del suggestivo Palazzo Marinoni Barca di origine seicentesca, sede del MAT, sono state selezionate una decina di opere realizzate tra il 1940 ed il 1945, concepite ed eseguite durante anni difficili della nostra storia italiana. Si tratta per lo più di ritratti femminili, uno dei soggetti più intensamente visitati da Manzù, e in cui l’artista dà prova di una acuta interpretazione, ora sofferta ora dolcemente languida unitamente ad una audacia formale certo non comune.

Altra tematica particolarmente sentita dallo scultore è quella del mondo infantile, di cui spesso i soggetti più indagati sono gli stessi suoi figli. In particolare Manzù ama cogliere e fermare nel bronzo l’innocenza dei loro gesti quotidiani, dedicando ampio spazio alla sfera del gioco. Con quest’ultimo aspetto, così intriso di poesia, lo scultore non solo riesce a restituisce nella plastica una delle componenti fondamentali del loro processo evolutivo, ma lo fa con una freschezza di espressione partecipata e fortemente innovativa.

La mostra clusonese anticipo del grande evento che si terrà alla GAMec dal prossimo 1 ottobre

L’esposizione si pone, dunque, come un momento di approfondimento all’interno di un disegno di ampio respiro che proseguirà con la grande mostra alla GAMeC - Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo dal 1° ottobre 2008 al 8 febbraio 2009, che offrirà al pubblico la visione di una sessantina di opere tra le più rappresentative del percorso artistico dello scultore.

Scheda Tecnica

  • "GIACOMO MANZU’. Gli anni di Clusone"
    dal 13 luglio 2008 all’8 febbraio 2009
  • Curatori:
    Maria Cristina Rodeschini, Marcella Cattaneo
  • MAT - Museo Arte Tempo
    Clusone (Bg), Palazzo Marinoni Barca (via Clara Maffei 3)
  • Orario di apertura:
    lun-ven, ore 15.30-18.30; sab-dom, ore 10-12 e 15.30-18.30
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    Tel. (+39) 0346 25915 - 0346 22440 - Fax (+39) 0346 920358
    info@museoartetempo.it
    Mat – Museo Arte Tempo

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader