Eventi » Archivi Modigliani a Roma: in arrivo la Fondazione intitolata al grande artista

Archivi Modigliani a Roma: in arrivo la Fondazione intitolata al grande artista

a cura di Redazione, il 02/06/2006

Sarà Roma la sede definitiva del patrimonio degli Archivi Legali Amedeo Modigliani, fino ad oggi custodito nel Museo di Montparnasse a Parigi. Lo ha deciso Christian Parisot, presidente degli Archivi, il quale ha così voluto obbedire al criterio ormai consolidato secondo cui la storia, le documentazioni e gli archivi di ogni grande creatore debbano risiedere ed operare nei luoghi dove si è espresso il clima culturale e formativo della loro personalità.

Oltre 6.000 documenti

Nel caso del grande artista di origine livornese, si tratta di circa 6.000 documenti, tra cui diari, primi cataloghi di mostre, oggetti appartenuti al grande artista, memorie della sua famiglia, dalle origini dei loro primi interessi in Toscana e in Sardegna fino al grande viaggio che, iniziato nel 1906, esattamente cento anni fa, lo condurrà a Parigi e nei luoghi della nascita dell’arte contemporanea dove incontrerà personalità artistiche del calibro di Pablo Picasso e Costantin Brancusi.

La grande opera di Jeanne Modigliani e Christian Parisot

Fin dai primi anni ‘50, Jeanne Modigliani prima, e Christian Parisot poi, sostenuto dall’affettuosa e colta partecipazione dell’avente diritto morale Laure Nechtschein Modigliani, hanno operato per riunire, custodire, accrescere e valorizzare carteggi, lettere e cartoline inviate “a” e “da” Amedeo Modigliani, fotografie dell’epoca dei protagonisti del clima culturale della Parigi tra il 1906 e il 1920.

Il Comitato Promotore per la costituzione della Fondazione Amedeo Modigliani

Questo prezioso patrimonio sarà ora custodito in Italia, a Roma. E proprio nella capitale si è costituito il Comitato Promotore per la costituzione della Fondazione Amedeo Modigliani (CAM), che è formato – oltre che da Christian Parisot – da due operatori culturali di Roma, Massimo Riposati e Luciano Renzi, che nei prossimi mesi tesseranno una rete di rapporti istituzionali, di relazioni con il mondo delle imprese e con la comunità culturale e sociale del Paese e della città per determinare le condizioni per la costituzione della Fondazione. Tale Comitato Promotore sarà inoltre fautore di una serie di iniziative finalizzate ad accrescere la conoscenza del clima culturale in cui si è sviluppato il genio artistico di Amedeo Modigliani.

La prima è la mostra di gouaches di Max Jacob, grande amico di Modigliani, che si svolgerà dal 26 maggio al 30 luglio 2006 nella sede del CAM (Comitato Promotore per la costituzione della Fondazione Amedeo Modigliani) in piazza Capranica 95 a Roma, dove è già fruibile un primo “saggio” dei documenti degli Archivi tra cui, solo per fare un esempio, l’impegno d’amore che Modigliani scrisse nel 1919 a Jeanne Hébuterne. L’attività del CAM sarà attestata da un autorevole Comitato dei Garanti composto da Maurizio Calvesi, Presidente, Laure Nechtschein Modigliani, Presidente onorario del Comitato dei Garanti e titolare dei diritti morali per Amedeo Modigliani, Jean-Marie Drot, Ex direttore dell’Accademia di Francia a Roma e Sylvie Buisson, Conservatore delegato al Musée di Montparnasse.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader