Mostre » I VERBI DEL CORPO

La locandina de "I Verbi del Corpo"

I VERBI DEL CORPO

Curata da Dina Pierallini, a Sordevolo (Biella) una mostra d’arte contemporanea multidisciplinare sulla relazione tra corpo umano e sistema segnico. In esposizione opere di Maurizio Caiazzo, Enza Clapis, Paolo Facchinetti, Serena Fazio, Paolo Forlin, Cate Maggia e Angelo Zuena

a cura di Valentina Redditi, il 20/06/2008

Zero Gravità Villa Cernigliaro per arti e culture presenta nell'orangerie della Serra dei leoni di Villa Cernigliaro a Sordevolo (Biella) un’interessante mostra d’arte contemporanea multidisciplinare dal titolo “I Verbi del Corpo”, con opere degli artisti Maurizio Caiazzo, Enza Clapis, Paolo Facchinetti, Serena Fazio, Paolo Forlin, Cate Maggia e Angelo Zuena. Una mostra – con inaugurazione sabato 21 giugno - in esterni sull’espressività del corpo umano come prima forma di comunicazione che precede la parola. Le opere saranno affiancate da testi critici di Riccardo Rabaglio.

Il progetto espositivo

L’evento, promosso e coordinato dall'associazione Zero gravità Villa Cernigliaro per Arti e Culture, intende esplorare le origini della dimensione umana della comunicazione, rappresentata dallo "strumento" corpo, che l’uomo ha usato per manifestare pensieri, paure ataviche, desideri. Una ricerca di segni che il corpo porta su di sé rivelatori di appartenenze, di identità, del tempo che scorre.

Le maschere di Maurizio Caiazzo

Così la maschera di Maurizio Caiazzo, che puntualmente ricorre nelle sue opere non è uno strumento di nascondimento; non tende a celare porzioni di aspetto esteriore del soggetto rappresentato ma è piuttosto una parte dell’intimo che emerge con prepotenza.

I corpi in movimento di Enza Clapis

Enza Clapis, possente, quasi violenta nella espressione corporea dei suoi soggetti, pur rappresentando di preferenza corpi umani e apparentemente in posa, non riesce a fissare la staticità. I corpi, pur essendo formalmente fermi non fanno che guizzare da un lato all’altro del quadro.

I cromatismi conflittuali di Paolo Facchinetti

Rimarrete affascinati dai cromatismi conflittuali di Paolo Facchinetti, che non sono mai un fine, un’obiettivo raggiunto, anzi uno strumento di emancipazione, di secessione da un mondo asfittico destinato ad un impietoso e ineluttabile oblio a favore di una nuova realtà senza tempo e senza costruzioni spaziali.

Serena Fazio, figure del silenzio

Non ci si accorge che ad un certo punto il quadro finisce; questa nuova realtà non termina mai, ai confini con l’assoluto. Le opere di Serena Fazio sono spesso, figure del silenzio, dense, inserite in una nicchia protettiva... in una dimensione atavica.

Paolo Forlin, Cate Maggia e Angelo Zuena

Il testo sul corpo nelle foto-dipinte di Paolo Forlin, è un complesso di segni illeggibili, una ragnatela di lettere che avvolge la pelle e la sostituisce. I magici mondi di Cate Maggia dove permane la consapevolezza di una gracilità come a dire quasi un ‘retrogusto’ di desiderio di protezione, di calore, di positività. Per finire le opere pittoriche bidimensionali create sui territori di una ricerca percettiva, ai confini della fisica e della matematica di Angelo Zuena.

Scheda Tecnica

  • "I Verbi del Corpo". Mostra collettiva
    dal 21 giugno al 20 luglio 2008
    Inaugurazione: sabato 21 giugno, ore 17.30
  • Curatore:
    Dina Pierallini
  • Villa Cernigliaro per Arti e Culture - Serra Dei Leoni
    Sordevolo (Biella), via Clemente Vercellone 4
  • Orario di apertura:
    ven, sab, dom, ore 14-19 e su prenotazione
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    Tel. (+39) 015 2562174 - segreteria (+39) 015 2562793
    zerogravita@libero.it
    Zero Gravità
    Villa Cernigliaro
  • Direzione artistica: Carlotta Cernigliaro
    Direzione amministrativa: Pierluigi Perinotto
    Ufficio stampa: Art&Design
    Organizzazione: Buonsegno
    Direzione tecnica: Christian Lampis
    Segreteria: Sara Molon

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader