Special » SPECIAL / Harry Potter & Co, il percorso della mostra

Serena Riglietti. Cover Volume II, Harry Potter e la camera dei segreti, copertina, 1999, acquerello

SPECIAL / Harry Potter & Co, il percorso della mostra

Nell’esposizione barese il gioco, lo stupore e il divertimento affiancati da un percorso didattico. La mostra nasce e si propone come progetto itinerante e potrà essere a richiesta ospitata in altre città d’Italia (Info: potter@arthemisia.it)

a cura di Redazione, il 10/06/2008

Il percorso espositivo della mostra (Bari, 12 giugno – 31 luglio 2008) di Serena Riglietti dedicato al maghetto più famoso di ogni tempo, e non solo, si apre con una grande sagoma di Harry Potter con il suo lungo mantello verde che introduce lo spettatore in una nuova dimensione fiabesca. Le indicazioni segnaletiche per accedere alla mostra sono date da personaggi fantastici.

Le sei sezioni dell’esposizione

In mostra si susseguono sei sezioni con scenografie ricche e suggestive. Al gioco, allo stupore e al divertimento si affianca il percorso didattico: come nasce, si sviluppa e si realizza un libro illustrato e quale è l’importanza della creatività e della fantasia per tutti.

1 - L’idea, la fantasia

Serena Riglietti. Harry Potter e la pietra filosofale, Harry e la civetta bianca, 1998, acquerello

La storia, la favola, la fiaba, nascono dall’idea e dalla fantasia. La mente raccoglie spunti dalla realtà, elabora gli elementi che ha a disposizione e li trasforma in qualcosa che non c’era.
Nella prima sala della mostra viene ricreato il luogo metaforico del “passaggio” dal mondo reale a quello fantastico: il bosco. I visitatori si ritrovano per magia nel bosco di Peter Pan disegnato da Serena Riglietti, ricreato scenograficamente con grandi alberi sia alle pareti che al centro della sala, da cui sbucano oggetti. L’ambiente è in penombra per diventare sempre più buio (sta scendendo la notte!), si sentono i suoni del bosco, il soffitto è costituito dalle chiome degli alberi e dal cielo pendono lune e stelle magiche. A tutti viene consegnata una torcia perché possano orientarsi e ritrovare gli elementi del bosco.

2 - Il disegno in bianco e nero

Il disegnatore dopo aver letto la favola immagina i personaggi e le situazioni e le trasforma in una prima bozza.
Foto, immagini e un video di Serena Riglietti al lavoro spiegano chi è l’illustratrice. A terra c’è un grande album da disegno, alle pareti sono appesi i disegni in bianco e nero di Harry Potter.

3 - Il colore

Fatto il disegno, servono i colori giusti.
I visitatori transitano in una sala vuota, alla parete è appeso uno specchio enorme. Tutta la stanza cambia continuamente colore e i presenti vengono a loro volta “colorati”. Si guardano allo specchio e comprendono le motivazioni nella scelta di un colore piuttosto che di un altro.

4 - Il disegno a colori

Serena Riglietti. Harry Potter e il calice di fuoco, La seconda prova. 2001, acquerello

I colori sono stati scelti e il disegno è pronto.
Alle pareti sono esposti i disegni a colori di Serena Riglietti divisi per favole (Peter Pan, Il Mago di Oz, Alice nel Paese delle Meraviglie, Harry Potter). Al centro della stanza, una grande tavolozza con i colori e grandi pennelli, formato gigante, fa invece da seduta su cui appoggiarsi per guardare i disegni. Sul fondo della stanza gli incredibili “Sgraffignali”, i micro-personaggi che vivono sotto i nostri pavimenti e rubano gli oggetti di uso comune che perdiamo.

5 - Il menabò

Le parole ed i disegni vengono accostati e nasce la prima bozza del libro.
Al centro della sala vengono esposte, dentro grandi vetrine dalle forme insolite, i menabò dei libri. I personaggi di Serena stanno all’interno delle vetrine ad “accompagnare” ed illustrare i menabò. Alle pareti ancora disegni a colori delle altre favole illustrate da Serena Riglietti e una grande lavagna magnetica che insegna ad accostare parole ed immagini proprio come su una pagina del menabò.

6 - Il libro

Il libro viene stampato.
Cornici fantastiche con le tavole originali delle copertine creano un’atmosfera magica, grandi librerie a parete ospitano i libri di Harry Potter in tutte le edizioni esistenti al mondo.
Una chicca espositiva: la prima edizione italiana del libro di Harry Potter, in tiratura limitatissima, in cui Harry non era stato ancora disegnato con gli occhiali. Questa serie è stata poi ritirata dal mercato e sostituita con quella definitiva.

Serena Riglietti. Cover Volume I, Harry Potter e la pietra filosofale, copertina. 1998, acquerello

Anche una sezione speciale, “Harry Potter in the world”

In questa sezione speciale sono esposti tutti i libri di Harry Potter stampati nel mondo, in cui è possibile confrontare l’assorbimento del personaggio nella cultura e nell’immaginario di ciascun paese. Una grande carta geografica con la diffusione di HP nel mondo segna il confine infinito di questo fenomeno.

La lettura

I libri diventano lo strumento di tutti per accedere al magico, alla fantasia, al divertimento.
In una sala cinematografica Harry Potter invita ad entrare ed accomodarsi. Dotato di occhiali rotondi per la visione tridimensionale,il pubblico ascolta una voce che racconta i vari personaggi e le loro storie, mentre questi prendono vita…

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Valentina Redditi, il 10/06/2008

Harry Potter & Co nelle illustrazioni di Serena Riglietti

Dal 12 giugno la Sala Murat a Bari sarà avvolta dalle atmosfere del più celebre maghetto del mondo, Harry Potter. La giovane illustratrice di libri per ragazzi Serena Riglietti, dopo il grande successo della mostra alla Casina Raffaello di Roma conclusasi lo scorso gennaio, presenterà disegni,...