Eventi » ESPAÑA 1957-2007

Joan Miró, “Mujer y pajaro”, 1959. Olio su tela, 116x89 cm. Collezione privata

ESPAÑA 1957-2007

A Palazzo Sant’Elia di Palermo una grande rassegna sull’arte spagnola “da Picasso, Mirò, Dalì e Tápies ai nostri giorni”, una delle più importanti esposizioni sul tema realizzate negli ultimi decenni

a cura di Redazione, il 16/05/2008

Apre al pubblico sabato 18 maggio, nei locali di Palazzo Sant’Elia a Palermo, una grande mostra dedicata all’arte spagnola intitolata “España 1957-2007”. Promossa dalla Provincia Regionale di Palermo, dall’Instituto Cervantes, con il patrocinio del Presidente del Parlamento Europeo, del Ministero della Cultura Spagnolo e con la collaborazione del DARC Sicilia, la mostra, prodotta da Arthemisia, presenta opere significative realizzate negli ultimi cinquant’anni da artisti spagnoli per l’ampia presenza di artisti selezionati e per la qualità delle opere. “España 1957-2007”, curata da Demetrio Paparoni, si qualifica come una delle più importanti esposizioni d’arte spagnola realizzate negli ultimi decenni.

1957: l’anno di passaggio dell’arte spagnola alla contemporaneità

La rassegna palermitana muove dal 1957, anno di costituzione del gruppo El Paso, che nel panorama dell’arte del Novecento Spagnolo rappresenta il momento di passaggio dalla modernità alla contemporaneità. Considerando il 1957 il momento di riferimento per un’arte di svolta nel panorama spagnolo, la mostra include opere di Pablo Picasso, Joan Mirò, Salvador Dalì, artisti il cui lavoro, rinnovandosi, ha continuato a rappresentare un punto di riferimento per le generazioni successive.

Un percorso espositivo articolato per sezioni

Pablo Picasso, “Nu couché et homme à la guitare”, 1972. Olio su tela, 81x100 cm. Palma de Mallorca, Es Baluard Museu d’Art Modern i Contemporani de Palma, Collección Serra © Fotografia: Joan Ramon Bonet © Archivo Es Baluard Museu d’Art Modern i Contemporani de Palma

L’arte spagnola moderna e contemporanea si snoda nel solco tracciato a partire dal Seicento dal “don Quijote” di Cervantes e dalla tradizione Barocca, la mostra non è pertanto suddivisa cronologicamente ma seguendo un percorso espositivo per sezioni: “Quijotismo trágico”, “Misticismo pagano”, “Existencialismo barrocco”, “Tenebrismo hispánico”, “Astrazione simbolico-formale”. Una impostazione tematica e narrativa che accosta le opere in modo da sottolineare la continuità di stili e contenuti.

Gli artisti spagnoli in mostra a Palermo

“España 1957-2007” presenta opere dei seguenti artisti: Fermín Aguayo, Manu Arregui, Eduardo Arroyo, Txomin Badiola, José Manuel Ballester, Jorge Barbi, Miquel Barceló, Jordi Bernadó, Joan Brossa, Luis Buñuel, Carmen Calvo, Daniel Canogar, Rafael Canogar, Jacobo Castellano, Eduardo Chillida, Jordi Colomer, Salvador Dalí, Equipo Crónica, Equipo 57, Pepe Espaliú, Esther Ferrer, Dionisio Gonzalez, Luis Gordillo, Juan Hidalgo, Cristina Iglesias, Pello Irazu, Francisco Leiro, Eva Lootz, Antonio López, Enrique Marty, Ramón Masats, Mateo Maté, Manolo Millares, Antoni Miralda, Joan Miró, Juan Luis Moraza, MP & MP Rosado, Juan Muñoz, Antoni Muntadas, Miquel Navarro.

Salvador Dalí, “Batalla en las nubes (Obra estereoscópica)”, 1979. Olio su tela, 100x100 cm. Madrid, Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia. Madrid, Archivo Fotográfico Museo Nacional Centmbiro de Arte Reina Sofía


E ancora: Aitor Ortiz, Jorge Oteiza, Pablo Palazuelo, Carlos Pazos, Perejaume, Javier Pérez, Pablo Picasso, Joan Hernández Pijuan, Jaume Plensa, Sergio Prego, Manuel Rivera, Bernardí Roig, Fernando Sánchez Castillo, Antonio Saura, Adolfo Schlosser, Eusebio Sempere, José Maria Sicilia, Santiago Sierra, Susana Solano, José Suárez, Antoni Tàpies, Francesc Torres, Juan Uslé, Isidoro Valcárcel Medina, Eulàlia Valldosera, Daniel Verbis, Manuel Vilariño, Zush/Evru.

Le istituzioni museali da cui provengono la maggior parte delle opere

La vastità della rassegna di Palazzo Sant’Elia implica una grande varietà nella provenienza delle opere in mostra. Senza dimenticare le gallerie e i prestatori privati, la maggior parte di esse è stata prestata dalle seguenti istituzioni museali: Centro Andaluz de Arte Contemporáneo (CAAC), Centro Atlántico de Arte Moderno (CAAM), Centro-Museo Vasco de Arte Contemporáneo - ARTIUM, Colección De Pictura, Fundación Juan March, Instituto Valenciano de Arte Moderno (IVAM), Museo de Arte Contemporáneo de Castilla y León (MUSAC), Museo de Arte Contemporáneo Unión Fenosa, Museo Extremeño e Iberoamericano de Arte Contemporáneo (MEIAC), Museo Nacional centro de Arte Reina Sofía, Museo Vostell Malpartida, Museo de Cáceres, Patio Herreriano - Museo de Arte Contemporáneo Español.

    Scheda Tecnica

  • "España 1957-2007"
    L’arte spagnola da Picasso, Mirò, Dalì e Tápies ai nostri giorni
    dal 18 maggio al 14 settembre 2008
    Inaugurazione: sabato 17 maggio, ore 18.30
  • Curatore:
    Demetrio Paparoni
  • Palazzo Sant’Elia
    Palermo, Via Maqueda 81
  • Orario di apertura:
    mar, mer, gio, dom, ore 10-13 e 17-20; ven, sab, prefestivi, ore 10-13 e 17-23; lun chiuso
  • Biglietti:
    Intero € 7; ridotto € 5; ridotto speciale € 3; ingresso libero (minori di 6 anni, un accompagnatore per ogni gruppo, due accompagnatori per ogni gruppo scolastico, un accompagnatore per disabile che presenti necessità, giornalisti iscritti all’albo, tesserati ICOM, membri dell’Istituto Cervantes, consiglieri e cariche istituzionali della Provincia Regionale di Palermo, funzionari del DARC Regione Siciliana)
  • Catalogo:
    Skira
  • Info e prenotazioni:
    Tel. (+39) 091 87630898
    Sito web della mostra
    Produzione: Arthemisia
    Progetto grafico: Angela Scatigna, Arthemisia

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 16/05/2008

SPECIAL / España 1957-2007: i temi della mostra

La grande rassegna sull’arte spagnola degli ultimi cinquant’anni ospitata a Palazzo Sant’Elia di Palermo ha un percorso espositivo concepito per sezioni tematiche e narrative, anziché per semplice cronologia. L’impostazione intende sottolineare la continuità di stili e contenuti nell’arte spag...