Eventi » Genio Fiorentino: da Talani un saggio dell’antico “a fresco”

Un "dietro le quinte" della realizzazione dell'affresco "Partenze" per la stazione fiorentina di Santa Maria Novella, l'opera che ha dato fama internazionale a Giampaolo Talani

Genio Fiorentino: da Talani un saggio dell’antico “a fresco”

Nell’ambito della kermesse culturale in programma fino al 25 maggio, sabato prossimo il maestro toscano e i suoi collaboratori eseguiranno dal vivo una pittura di 80x120 cm con le tecniche e gli utensili di una bottega rinascimentale

a cura di Redazione, il 20/05/2008

In occasione delle manifestazioni del Genio Fiorentino 2008, sabato 24 maggio dalle 14.30 nel cortile di Michelozzo in Palazzo Medici Riccardi (via Cavour 3, Firenze) sarà possibile osservare il maestro Giampaolo Talani mentre esegue un affresco dai bozzetti allo spolvero, dai cartoni alla pittura vera e propria, fino all’opera finita.

Giampaolo Talani, uno dei pochi profondi conoscitori di quest’arte antica

Coadiuvato da Massimo Callossi, Luigi Falai e Mario Passavanti della “Bottega del Bon Fresco”, l’artista toscano realizzerà in circa 4 ore una pittura a fresco di 80x120 cm circa. Talani è oggi ritenuto uno dei pochi profondi conoscitori di questa antica arte, merito anche dell’ammiratissimo affresco della Stazione di Firenze Santa Maria Novella, "Partenze", con cui ha saputo richiamare l'attenzione mondiale sull’attualità artistica della città.

Giampaolo Talani, autore del celebre affresco della stazione di S. M. Novella, realizzerà dal vivo un'altra opera con l'antica tecnica pittorica in occasione del Genio Fiorentino

In un intrigante allestimento che trasformerà il cortile di Michelozzo in un’antica bottega di pittura, reso suggestivo dagli abiti, dai calderoni di malta e di calcina e dagli altri utensili, il pubblico sarà coinvolto in un vero e proprio spettacolo didattico.

L’obiettivo è sensibilizzare verso un’arte che rischia di scomparire

Agli interessati sarà offerta anche la possibilità di personalizzare alcune tavolette e di mettere in pratica gli insegnamenti acquisiti. Tramite questo incontro, la Provincia di Firenze e Talani desiderano sensibilizzare sia il grande pubblico verso un’arte che rischia purtroppo di scomparire, sia gli stessi artisti emergenti, rassicurandoli e dimostrando loro che l’affresco non è una tecnica da temere, ma al contrario da riscoprire come patrimonio culturale e identificativo del “genio fiorentino”.

«Sono contento della possibilità che mi ha offerto la Provincia di Firenze», ha detto Giampaolo Talani, reduce dal successo della grande antologica "Rosa dei Venti". «Un progetto che alimenta un ritrovato interesse per la tecnica dell’affresco, che è complicata e di difficile realizzazione, ma che seppur antica è sempre attuale. Le tecniche, infatti, non hanno tempo. Per l’occasione realizzerò una “figura alla Talani”, che possa esprimere il pensiero del Genio Fiorentino di ieri e di oggi».

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 12/05/2008

SPECIAL / Genio Fiorentino: Lucio Dalla canta Benvenuto Cellini

La quarta edizione del Genio Fiorentino si apre con un omaggio inedito di Lucio Dalla a Benvenuto Cellini, grande scultore e orafo fiorentino. Il sipario della manifestazione organizzata dalla Provincia (che si terrà dal 15 al 25 maggio) si alza infatti giovedì 15 alla chiesa di Santo Stefano ...

di David Bernacchioni, il 30/04/2008

Talani a Firenze: il successo di “Rosa dei Venti”

Ha chiuso i battenti domenica pomeriggio, in una Piazza della Signoria baciata dal sole di aprile, la grande mostra antologica con cui Firenze ha omaggiato Giampaolo Talani, il maestro dell’affresco della stazione di Santa Maria Novella. In quasi due mesi di esposizione, “Rosa dei Venti” ha fa...

di Valentina Redditi, il 08/03/2008

A Firenze la “Rosa dei Venti” di Giampaolo Talani

Ha aperto i battenti l’attesa mostra antologica di Giampaolo Talani, “Rosa dei Venti” , allestita fino al 27 aprile nella Sala d’Arme di Palazzo Vecchio a Firenze. L’esposizione presenta 55 dipinti provenienti da collezioni pubbliche e private, italiane ed estere, fra cui due dagli Stati Uniti...

di David Bernacchioni, il 20/09/2006

Sgarbi inaugura l’affresco di Giampaolo Talani alla stazione di Firenze

L’antica arte dell’affresco torna d’attualità a Firenze grazie al pittore Giampaolo Talani, che ha inaugurato questa mattina una monumentale opera di 70 metri quadri, intitolata “Partenze”, all’interno della stazione di Santa Maria Novella. ...