Mostre » Dedicata a Nane Zavagno la XV mostra di scultura nel Castello di Pergine

Dedicata a Nane Zavagno la XV mostra di scultura nel Castello di Pergine

di Giovanni Cozzarizza, il 20/05/2007

Com’è consuetudine da oltre quindici anni, il Castello di Pergine presenta una mostra di un importante protagonista dell’arte internazionale. Quest’anno i curatori del comparto “Arte contemporanea” hanno scelto le sculture del friulano Nane Zavagno, nato nel 1932 a S. Giorgio, in provincia di Pordenone. I lavorisono radunati nella bella mostra titolata "Nane Zavagno, costruzioni prometeiche", attualmente in corso e aperta al pubblico fino al 5 novembre. La raccolta, documentata da un bel catalogo bilingue, è patrocinata dal Mart di Trento oltre che dalla provincia.
Il percorso espositivo, tra sculture e installazioni, si svilupperà tra il giardino esterno e il cortile interno. Le opere su tela - prevalentemente maestosi monocromi - sono ospitate tra la Sala delle Armi e la Prigione della Goccia, oltre che nella Cappella di Sant’Andrea.
Dagli anni ottanta Zavagno dedica la tua tensione creativa alle forme geometriche primarie ponendo in secondo piano la modularità. Gli anni novanta segnano il passaggio a forme composte, realizzate in genere dalla giustapposizione di due elementi. In queste realizzazioni l’artista crea forme arcaiche grandi, massicce e possenti. In seguito il maestro crea “giochi”di volumi tra vuoto-pieno, per arrivare infine ad un progressivo e (quasi) completo “svuotamento” delle masse, realizzando sculture di rete metallica o tracciandole con trasparenti e leggeri perimetri metallici. Ecco che si realizza la magia: si coglie appieno la “forma scultorea” la quale conserva però un’estrema levità e delicatezza, giacché in trasparenza si possono cogliere gli sfondi di paesaggio, la luce, il movimento. L’opera si trasforma quasi in una quinta teatrale ed i soggetti di sfondo divengono in qualche modo partecipi della scultura, fondendosi ed inglobandosi con essa. Una forma di scultura “trasparente”: sembra una contraddizione in termini. Nondimeno Zavagno riesce a presentarci le sue opere come aeree, prive di peso: enormi masse che suggeriscono una levità senza pari. Insomma, una scultura senza quasi consistenza materica: resta solo un’astrazione, il “Concetto” di scultura. L’opera privata della sua ponderosità si trasforma in un’esile e vaporosa definizione di spazio.

Scheda tecnica

"Nane Zavagno, costruzioni prometeiche". Mostra personale
Fino al 5 novembre 2007

Castello di Pergine
Pergine Valsugana (Trento), Via al castello 10

Orario di apertura:
mar-dom, ore 10.30 – 22; lun, ore 17 - 22

Biglietti:
Ingresso: gratuito

Info:
Tel. (+39) 0461 531158
Fax: (+39) 0461 531329
verena@castelpergine.it
Castello di Pergine

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader