Mostre » HEIMO ZOBERNIG

Heimo Zobernig, Veduta dell'installazione “Blue Box”, 2008. Tessuto Gerriets e impalcatura 10 x 4 x 3 m. Foto Paolo Terzi. Heimo Zobernig by SIAE 2008. Courtesy Archivio Heimo Zobernig

HEIMO ZOBERNIG

La Galleria Civica di Modena ospita due installazioni per la prima mostra personale dell’artista austriaco in un museo italiano

a cura di Redazione, il 21/04/2008

Ha inaugurato ieri presso la Palazzina dei Giardini, sede espositiva della Galleria Civica di Modena, “Heimo Zobernig”, una rassegna dedicata all’artista austriaco nato a Mauthen (Carinzia) nel 1958, di cui rappresenta la prima mostra personale in un museo italiano. L’esposizione, organizzata e prodotta dalla Galleria Civica e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, è curata da Cornelia Lauf, curatrice indipendente ed editor di Zobernig (leggi l'estratto dal suo testo in catalogo).

Un'analisi critica sul potenziale dell'arte figurativa

L'artista austriaco, punto di riferimento nel panorama europeo, presenta a Modena due progetti: l'installazione di un "blue box" creato espressamente per gli spazi espositivi della Palazzina dei Giardini, e l'installazione di due dei suoi libri d'artista.

Particolare dell'allestimento della mostra “Heimo Zobernig” alla Galleria Civica di Modena, Palazzina dei Giardini, 2008. Foto P

Zobernig ha esordito come artista lavorando per il teatro e le arti performative. A partire dalla metà degli anni Ottanta, crea quadri e sculture a carattere geometrico astratto, essenzialmente rivolti a tematizzare il linguaggio figurativo. Il carattere oggettuale delle sue sculture comunica la sua poetica personale volta alla riduzione delle forme e interessata alle potenzialità dell'astrazione. Con una precisione quasi scientifica, Zobernig analizza i presupposti della creazione artistica e porta avanti una propria analisi critica sul potenziale dell'arte figurativa attraverso una pluralità di mezzi espressivi.

Un percorso espositivo speculare nelle due ali della Palazzina

A Modena Zobernig interviene nello spazio architettonico della Palazzina articolando un percorso espositivo speculare. Nell'ala destra dell'antica palazzina propone l'installazione di uno dei suoi peculiari "blue box", (3m x 4 m x 10m), concepito appositamente per l'occasione della mostra modenese.
Il "blue box" di Modena è infatti una struttura costruita con travi d'acciaio, impiegate normalmente nelle impalcature, e ricoperto al suo interno da un reticolato blu di fattura industriale. Nella parete di fondo del "Blue box" è proiettato un video. Nella sala che conduce alla videoinstallazione è ricreato una sorta di auditorium, con 40 sedie di colore bianco e schermi poggiati su treppiede, alcuni dallo schermo di tela bianca, altri opaca.
Le due sale dell'ala sinistra della Palazzina, invece, ospiteranno prima una videoinstallazione e a seguire due serie di due libri, Atlas e Die Kunst der Enzyklopädie.

Il richiamo ai concetti e alle forme delle prime collaborazioni con Lauf

Heimo Zobernig, Untitled, 2008. 2 schermi da proiezione in tela, fissati su una struttura in alluminio, 40 sedie. Strutture in alluminio: 248 x 378 cm. Foto Paolo

La mostra Heimo Zobernig è emblematica della poetica dell'artista austriaco ed intende ripercorrerne la personale vicenda creativa. Zobernig ha ricreato sorte di spirali, che si richiamano ai concetti e alle forme del periodo in cui iniziò la sua collaborazione artistica con la curatrice Cornelia Lauf, nell'ambito dei progetti realizzati con Peter Pakesch, ora Direttore della Kunsthaus di Graz.

Il portfolio con tre libri d’artista e il catalogo

Ad accompagnare la mostra un portfolio contenente tre libri d'artista, ideati da Heimo Zobernig e prodotti dalla Galleria Civica di Modena in collaborazione con Christophe Boutin e Onestarpress, casa editrice di libri d'artista con sede a Parigi. Tutte e tre le opere, di 64 pagine, sono raccolte in un cofanetto di cartone.
La mostra ed il catalogo sono a cura di Cornelia Lauf con l'assistenza di Laura Bruni e Mario Ciaramitano, studenti specializzandi presso la Università IUAV di Venezia.


    • Scheda Tecnica


      “Heimo Zobernig”. Mostra personale
      dal 20 aprile al 20 luglio 2008
      Inaugurazione: domenica 20 aprile, ore 12
    • Curatore:
      Cornelia Lauf
    • Galleria Civica di Modena - Palazzina dei Giardini
      Modena, Corso Canalgrande 103
    • Orario di apertura:
      dal 20 aprile al 1° giugno 2008: mar-dom, ore 10.30-13 e 16-19.30; lun chiuso
      dal 3 giugno al 20 luglio 2008: mar-dom, ore 17-22; lun chiuso
    • Biglietti:
      Ingresso libero
    • Catalogo:
      onestar press, Parigi
    • Info:
      Tel. (+39) 059 2032911/2032940 – Fax (+39) 059 2032932
      Galleria Civica di Modena
      galcivmo@comune.modena.it
  • stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader