Mostre » Documenti di pittura 2: COSTANTINI, D’OORA, IACCHETTI

Sonia Costantini, acrilico ed olio su lino, cm 75x70

Documenti di pittura 2: COSTANTINI, D’OORA, IACCHETTI

Alla Galleria Il Milione di Milano i lavori recenti di tre artisti legati ad una pittura rigorosa e radicale, eredi e innovatori della Pittura Analitica degli anni ‘70

a cura di Redazione, il 08/04/2008

Dopo la presentazione dei lavori degli anni Settanta di Griffa, Olivieri, Pinelli e Verna, il secondo appuntamento che la galleria Il Milione di Milano dedica alla pittura propone “Documenti di pittura 2. Costantini, D’Oora, Iacchetti”, una mostra collettiva che apre i battenti giovedì 10 aprile.

Nell’esposizione, curata da Giorgio Bonomi, saranno esposti lavori recenti di tre artisti che sono tra i principali rappresentanti – sono tutti della cosiddetta “generazione di mezzo”, essendo nati negli anni Cinquanta – di una pittura rigorosa e radicale che, erede di quella Pittura Analitica o Pittura Pittura degli anni Settanta, ne sviluppa i presupposti e i risultati, con un discorso, diverso e personalissimo in ciascuno artista, ma che permette, allo stesso tempo, una sintesi collettiva ed un accostamento organico, date molte caratteristiche poetiche comuni.

Tre artisti che non scambiano l’arte con il divertissement

Domenico d'Oora, 2008, cm 90x75

Innanzi tutto, appartiene a tutti e tre il gusto, che è “intellettuale” ma anche “fisico”, per la pittura, per il colore e per la monocromia la quale è il vero carattere unificante: qui si è voluto presentare, anche per evitare sovrapposizioni o troppo marcate distanze espositive, ogni artista con un solo colore: il viola cobalto per Sonia Costantini, il rosso per Domenico D’Oora, il rosa per Paolo Iacchetti.

La “monocromia” è una conquista della pittura contemporanea ma anche una aspirazione di artisti più in là nel tempo, per tutti ricordiamo alcune opere di Turner che appaiono già “monocrome”. Infatti il potersi esprimere con un solo colore è segno di volontà di assoluto, di quel “less is more”, cioè della tendenza alla riduzione, presente in molta avanguardia del secolo scorso, e non rinnegata, in quello attuale, dagli artisti, come i Nostri, che non scambiano l’arte, attività di conoscenza e di sentimento, con il divertissement.

Il gesto del pittore che influenza il grado cromatico; il ruolo dello spettatore

Così il colore produce una luce intensissima che proviene dall’opera, dalla sua superficie, dal corpo della pittura, ove “corpo” è termine che si riferisce sia alla “matericità” della stesura del colore sia al gesto compiuto dal pittore che influenza, con la forza o meno del suo braccio (il suo corpo), con il tempo di esecuzione, con la passionalità e/o la razionalità del fare, il grado cromatico, che risulta sempre differente, sebbene possa apparire, allo sguardo superficiale, sempre lo stesso.

Paolo Iacchetti

A questo punto interviene lo spettatore che deve porsi in uno “spazio”, costruito, contaminato, influenzato, dall’opera osservata e in un “tempo” di percezione che non può non essere “lento” se si vuole raggiungere la “profondità oltre la superficie” che questa pittura esprime. Nella visione l’osservatore può ripercorrere la strada dell’artista oppure crearsi un proprio itinerario, che comunque deve situarsi sempre tra due linee parallele, quella della riflessione e quella dell’emozione.

Il catalogo della mostra

In mostra ogni artista è presente con quattro opere recenti, tre di grandi dimensioni ed una di misure più contenute. Nel tradizionale “Bollettino de Il Milione” saranno riprodotte le opere in mostra presentate dal curatore, Giorgio Bonomi.

    Scheda Tecnica

  • “Documenti di pittura 2: Costantini, D’Oora, Iacchetti”
    dal 10 aprile al 30 maggio 2008
    Inaugurazione: giovedì 10 aprile, ore 18.30
  • Curatore:
    Giorgio Bonomi
  • Galleria Il Milione
    Milano, Via Maroncelli 7
  • Orario di apertura:
    lun-ven, ore 10.30-13 e 15.30-19; sab su appuntamento
  • Catalogo:
    Bollettino 179 (con testo di Giorgio Bonomi)
  • Info:
    Tel (+39) 02 653747 – Tel. e Fax (+39) 02 653872
    info@galleriailmilione.com
    Galleria Il Milione

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader