Eventi » Anche la first lady russa alla mostra di Garofalo

Benvenuto Tisi detto il Garofalo, “Santa Lucia”, Roma, Pinacoteca Capitolina

Anche la first lady russa alla mostra di Garofalo

Svetlana Medvedeva, consorte del neoletto presidente della Federazione Russa, parteciperà oggi a Ferrara all’inaugurazione del primo evento prodotto da Ermitage Italia, insieme con Clio Napolitano e Flavia Prodi

a cura di Redazione, il 04/04/2008

Sarà un incontro eccezionale, nel segno dell’arte e della collaborazione internazionale - sia pure a titolo di visita privata - quello che si svolgerà oggi pomeriggio a Ferrara (ore 18) tra la consorte del neoeletto Presidente della Federazione russa Svetlana Medvedeva, la first lady italiana Clio Napolitano e la moglie dell’attuale premier Flavia Prodi, in occasione dell’inaugurazione di “Garofalo. Pittore della Ferrara estense”: prima mostra dalla Fondazione Ermitage Italia, importante filiale italiana del museo di San Pietroburgo, centro di ricerca e di studio italo-russo inaugurato il 20 ottobre scorso, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Inizia così l'attività della filiale italiana del Museo sulla Neva

Dedicato al pittore rinascimentale, l’eccezionale evento espositivo – promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il Museo Statale Ermitage, la Regione Emilia-Romagna, la Provincia e il Comune di Ferrara, organizzato da Villaggio Globale International e curato da Mauro Lucco e Tatiana Kustodieva, in collaborazione con Michele Danieli – segna l’avvio delle attività della filiale italiana del Museo sulla Neva in campo espositivo, mentre già sono arrivati nel complesso di Parco Giglioli (sede operativa di Ermitage Italia) i primi borsisti per completare ricerche ed indagini su diversi aspetti dell’arte italiana nelle collezioni russe e - in autunno – si avvieranno le pubblicazioni relative al progetto di catalogazione.

Di Garofalo una delle più originali sintesi tra la pittura veneta e quella romana

Convegni, dibattiti, collaborazioni e confronti sul restauro sono le altre finalità principali di Ermitage Italia che ha trovato a Ferrara, dopo il confronto con altre città candidatesi, la sua sede ideale.
La mostra al castello estense riporta all’attenzione del pubblico un grande protagonista dell’arte ferrarese del Cinquecento, definito già dal Vasari “moderno”, cui molta letteratura riconosce il merito di aver trovato – grazie alla fusione dei modi di Giorgione e di Raffaello – una delle più originali sintesi tra la pittura veneta e quella romana.

60 opere di Garofalo da tutta Europa, una ventina mai viste in Italia

Benvenuto Tisi detto il Garofalo, “Allegoria del Vecchio e Nuovo Testamento”, San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage

Un insieme di oltre sessanta opere dell’artista provenienti da tutta Europa – di cui almeno una ventina mai viste dal pubblico italiano – tornano dunque là dove sono state create e, ricongiungendosi ai capolavori che nei secoli si sono conservati in città, ricostruiscono la parabola artistica del pittore.

Accanto ad opere spettacolari come il “Sacrificio Pagano” dalla National Gallery di Londra, la “Sibilla” e “Augusto” dal Wallraf Richartz Museum di Colonia, la “Venere e Marte” dallo Staatliche Kunstsammlungen Gemäldegalerie di Dresda e accanto ad importanti lavori da Parigi, Vienna, Budapest, Francoforte, Amsterdam e Cracovia, un nucleo importante di opere giungerà - in prima assoluta - anche dalla Russia: tra queste, quattro dipinti realizzati dal Garofalo per il convento di San Bernardino, da oltre due secoli lontani dalla città estense, conservati al Museo Ermitage e presso il Museo di Belle Arti del Lontano Oriente nella cittadina siberiana di Khabarovsk.

Le altre autorità presenti a Ferrara

Evento dunque di altissimo livello quello che apre al pubblico da domani e fino 6 luglio 2008 al quale la Signora Medvedeva, da sempre sensibile alla collaborazione russo-italiana e alle bellezze del nostro paese e attenta al mondo dell’arte e della cultura, non ha voluto mancare.
Saranno presenti a Ferrara, nei diversi momenti dell’inaugurazione, anche il Ministro delle Attività Produttive On. Pier Luigi Bersani, il Sottosegretario di Stato per i Beni e le Attività Culturali On. Andrea Marcucci, l’Ambasciatore russo in Italia Alexey Meshkov, e Sua Altezza Reale la Principessa Wijdan Al-Hashemi, Ambasciatore del Regno Hascemita di Giordania presso il Quirinale.

    Scheda Tecnica

  • “Garofalo. Pittore della Ferrara estense”
    dal 5 aprile al 20 luglio 2008
    Inaugurazione: venerdì 4 aprile, ore 18
  • Curatori:
    Mauro Lucco e Tatiana Kustodieva (in collaborazione con Michele Danieli)
  • Castello Estense
    Ferrara
  • Orario di apertura:
    Tutti i giorni, ore 9.30-19.30
    Chiusura biglietteria, ore 18.30
  • Biglietti:
    Intero € 10; ridotti € 8 (ultra 65enni, visitatori fino a 18 anni, convenzionati, disabili, altre riduzioni di legge e visitatori con biglietto della mostra “Mirò. La terra”); Gruppi € 8 (da 15 a 30 visitatori con 1 gratuità oltre i 15 componenti paganti); Scuole € 6 (2 gratuità a scolaresca); Ingresso libero (fino a 6 anni, accompagnatori di disabili e giornalisti con tessera); Convenzioni
    Il biglietto dà diritto alla visita della mostra e del Castello Estense
  • Info:
    Call Center: Tel. (+39) 199 411 120
    Sito web della mostra

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 11/03/2008

Ermitage Italia: volo speciale per un capolavoro di Garofalo

Si mobilita anche il governo russo per la prima mostra prodotta da Ermitage Italia, la filiale italiana del Museo sulla Neva, che inaugura il prossimo 5 aprile al Castello Estense di Ferrara. Sarà infatti un velivolo del Ministero per le Emergenze a trasportare fino a San Pietroburgo “La molti...