Mostre » Padova Aprile Fotografia: il gran finale

Alexandre Marchi. New York City

Padova Aprile Fotografia: il gran finale

Inaugurano oggi gli ultimi tre appuntamenti espositivi della rassegna Padova Aprile Fotografia, con le mostre personali di Davide Bramante e Alexandre Marchi, e la collettiva “Passaggi a Nord Est”

a cura di Redazione, il 05/04/2008

Dopo la grande apertura delle Mostre “Bubi Durini for Joseph Beuys” e “Albert Steiner. Del paesaggio sublime”, attualmente in corso rispettivamente presso i Musei Civici agli Eremitani e il Museo Civico di Piazza del Santo, si inaugurano oggi sabato 5 aprile 2008 le ultime tre mostre della rassegna Padova Aprile Fotografia passagi / paesaggi 2, promosse dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo - Centro Nazionale di Fotografia del Comune di Padova, con il contributo della Regione del Veneto e della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo: le personali di Davide Bramante “Diagonale d’Oriente” e Alexandre Marchi “Paesaggi urbani: transiti e differenze”, e la collettiva “Passaggi a Nord Est”, curata da Italo Zannier e da Enrico Gusella.

Davide Bramante. “Diagonale d’Oriente”

(7 aprile-31 maggio, Galleria del Sottopasso della Stua, Largo Europa, Padova)

Tra le personali organizzate nell’ambito della manifestazione Padova Aprile Fotografia – passaggi / paesaggi 2 si inaugura, sabato 5 aprile 2008 alle ore 17 nella Galleria Sottopasso della Stua (Largo Europa), la mostra fotografica di Davide Bramante, intitolata Diagonale d’Oriente. La mostra, promossa in collaborazione con Studio La Città di Verona e curata da Enrico Gusella, presenta 10 foto di medio e grande formato scattate lungo un viaggio in Italia della durata di un mese che, dalla città di Siracusa, termina a Padova sviluppandosi lungo un’immaginaria diagonale in risalita.

Davide Bramante. Diagonale d'oriente

La mostra Diagonale d’Oriente prende il titolo dalla linea che l’artista ha tracciato sul suo atlante geografico, regalatogli dai genitori una trentina d’anni fa. La geografia politica nazionale suscita nell’artista, affezionatissimo a questo strumento in grado di farlo viaggiare e sognare, il desiderio di tracciare su di esso rotte e traiettorie di itinerari fantastici, alcuni già vissuti, altri ancora da realizzare.

Le città e i luoghi attraversati da questa diagonale seguono l’ordine del percorso: Siracusa, Augusta, L’Etna, Ischia, Urbino, S. Marino, Ravenna, Comacchio, Padova. Il viaggio è come una rotta aerea che congiunge due città collocate nell'area orientale della penisola italiana, due città ricche di storia e cultura millenarie separate da oltre 1000 km di territorio ma, allo stesso tempo, messe in comunicazione da 30 giorni di esplorazione.

Alexandre Marchi. “Paesaggi Urbani: transiti e differenze”

(6-30 aprile, Scuderie di palazzo Moroni, via del Municipio 1, Padova)

Orsenigo_Chemollo. Riese Pio X, 2007

La personale del fotografo francese Alexandre Marchi, promossa in collaborazione con la Biennale Internationale de L’Image di Nancy e curata da Enrico Gusella, presenta una selezione di circa 50 fotografie a colori dedicate alla rappresentazione della dimensione urbana e dell’individuo in rapporto ad essa. Si potrà apprezzare una ricca serie di immagini tratte dai luoghi più suggestivi così come si sono impressi nella mente dell’artista.

Più giovane tra i fotografi dell’intera rassegna (è nato a Essey-lès-Nancy nel 1975), Marchi si inserisce perfettamente in questo Festival che ha nel paesaggio il suo fulcro. Non è un fotografo poeta, bensì un fotoreporter, con l’istinto del cacciatore e un senso dell’humour originalissimo, con il quale riesce a far vibrare quello che immortala. Piacere estetico e dovere d’informazione si sovrappongono in lui come un unico dictat.
La familiarità con i luoghi fotografati, lo porta a cercare il punto di osservazione privilegiato, la posizione in grado di restituire, integra, la bellezza del luogo. Mai casuali, le sue fotografie sono frutto di ricerca e osservazione continua, verso una resa sincera e fedele del paesaggio.

Mostra collettiva “Passaggi a Nord Est”

(6 aprile-18 maggio, Galleria Cavour, Padova)

Enrico Bossan. Immagine del bacino di San Marco, Venezia, 2000

Di stampo squisitamente italiano, la mostra gode della cura scientifica di Italo Zannier ed Enrico Gusella che hanno selezionato ben 25 fotografi dal ricco panorama di artisti nazionali. L’esposizione si struttura secondo due sezioni, una di fotografi storici quali Gianni Berengo Gardin, Giuseppe Bruno, Elio Ciol, Mario De Biasi, Sergio Del Pero, Guido Guidi, Mario Lasalandra, Paolo Monti, Fulvio Roiter, Mario Sillani Djerrahian e Italo Zannier che hanno contribuito allo sviluppo di un certo tipo di fotografia nell’area nordestina e un’altra, contemporanea, con fotografie di Enzo e Raffaello Bassotto, Gianantonio Battistella, Enrico Bossan, Luca Campigotto, Diego Cinello, Cesare Gerolimetto, Guido Guidi, Orsenigo_Chemollo, Roberto Salbitani, Renzo Saviolo, Adriano Tomba, Giovanni Umicini, Italo Zannier e Marco Zanta.

L’eterogeneità è indubbiamente la caratteristica principale di questa mostra. I fotografi scelti appartengono infatti a generazioni diverse, hanno seguito formazioni differenti e, di conseguenza, sono approdati alla fotografia secondo percorsi assai complessi e articolati.

Scheda Tecnica

  • Davide Bramante. “Diagonale d’Oriente”
    dal 7 aprile al 31 maggio 2008
    Inaugurazione: sabato 5 aprile, ore 17
  • Curatore:
    Enrico Gusella
  • Galleria del Sottopasso della Stua
    Padova, Largo Europa
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 10-13 e 16-19, chiuso la domenica e giovedì 1 maggio.
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Alexandre Marchi. “Paesaggi Urbani: transiti e differenze”
    dal 6 al 30 aprile 2008
    Inaugurazione: sabato 5 aprile, ore 18
  • Curatore:
    Enrico Gusella
  • Scuderie di Palazzo Moroni
    Padova, via del Municipio 1
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 10-13 e 15-18; lun chiuso
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • “Passaggi a Nord Est”
    dal 6 aprile al 18 maggio 2008
    Inaugurazione: sabato 5 aprile, ore 19
  • Curatori:
    Italo Zannier, Enrico Gusella
  • Galleria Cavour
    Padova
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 10-13 e 15-18; chiuso i lunedì non festivi e giovedì 1 maggio
  • Biglietti:
    Intero € 4; ridotto € 2; € 5 biglietto cumulativo con la mostra “Albert Steiner. Del paesaggio sublime” (Museo Civico di Piazza del Santo). Il biglietto cumulativo dà inoltre diritto all’ingresso ridotto € 5 ai Musei Civici agli Eremitani, mostra “Buby Durini for Joseph Beuys‘’.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 02/04/2008

Bramante, Davide

Nato a Siracusa nel novembre 1970, finite le scuole superiori si reca a Torino, attratto dal fervore della sua vita artistica e culturale. Qui consegue il diploma di laurea all'Accademia Albertina di Belle Arti....

a cura di Redazione, il 02/04/2008

Marchi, Alexandre

Nato il 23 maggio 1975 a Essey-lès-Nancy, scopre la passione per la fotografia all’età di 12 anni. A 19 anni, nel 1994, entra in relazione con l’Agenzia Gamma. Si appassiona rapidamente al fotogiornalismo e comincia a sviluppare un approccio personale fatto di inquadrature molto strette, miran...

a cura di Redazione, il 26/03/2008

ALBERT STEINER. Del paesaggio sublime

“Del Paesaggio sublime” è il titolo della mostra di Albert Steiner che, da venerdì 28 marzo nel Museo Civico di Piazza del Santo, andrà ad arricchire l’intensa e pregiata programmazione di Padova Aprile Fotografia - passaggi / paesaggi 2. ...

a cura di Redazione, il 20/03/2008

PADOVA APRILE FOTOGRAFIA

Torna a Padova la prestigiosa rassegna Padova Aprile Fotografia con un’edizione – la quarta – all’insegna di una ricca programmazione internazionale. La manifestazione, ideata da Enrico Gusella e Alessandra De Lucia, si svolgerà dal 22 marzo al 31 maggio 2008. passaggi / paesaggi 2 è il titolo...

a cura di Redazione, il 20/03/2008

SPECIAL / Padova Aprile Fotografia

Nel ricco programma espositivo della quarta edizione di Padova Aprile Fotografia (dal 22 marzo al 31 maggio 2008), dopo l’apertura delle mostre dedicate a Joseph Beuys e Albert Steiner, ad aprile inaugurano anche le mostre personali di Davide Bramante, (“Diagonale d’Oriente”, 7 aprile – 31 mag...