Mostre » ALDO MONDINO. Tauromachia

Aldo Mondino. Tauromochia, 2003-2004. Ceramica, cm 100 x 100. Copyright Aldo Mondino. Courtesy Galleria de' Foscherari e Archivio Mondino

ALDO MONDINO. Tauromachia

A Bologna una mostra che illustra la passione del grande artista piemontese per la corrida, attraverso le azulejos, piccole piastrelle di ceramica dipinte in azzurro o in rosso che compongono dei quadri

a cura di Redazione, il 29/03/2008

Gli spazi della Galleria de' Foscherari di Bologna ospitano fino al 30 aprile 2008 la mostra Tauromachia, dedicata ai lavori sui toreri e le corride realizzati da Aldo Mondino tra il 2003 e il 2004. Artista straordinariamente curioso ed imprevedibile, Mondino rimase folgorato dalla bellezza della corrida e del suo mondo già negli anni ottanta.

L’amicizia di Mondino col torero Ordoñez

Partecipò, come spettatore, a diverse corride, sia in Francia che in Spagna, e strinse amicizia con uno dei più famosi toreri esistenti, Ordoñez, a cui dedicò diversi ritratti, su linoleum e con cioccolatini. Per Mondino la corrida aveva un fascino speciale; non mancava mai di annotare similitudini con il mondo dell'arte, affermò nel 2003: "Il torero per me è la metafora dell'artista, l'uomo che sa dominare la paura attraverso gesti di grande bellezza".

La sperimentazione di materiali di Mondino

Aldo Mondino. Tauromochia, 2003-2004. Ceramica, cm 80 x 120. Copyright Aldo Mondino. Courtesy Galleria de' Foscherari e Archivio Mondino

Il lavoro di Mondino si è sempre caratterizzato per una straordinaria sperimentazione di materiali, utilizzati ed accostati in maniera non tradizionale e spesso anticonvenzionale, uniti ad una componente ludica davvero straordinaria. L'ironia, il fascino delle assonanze linguistiche e delle citazioni, l'uso spregiudicato dei materiali sono elementi che hanno definito la cifra inconfondibile ed unica della poetica di Mondino.

Per il tema della corrida Mondino ricorre alla ceramica

Anche per il tema della corrida, Mondino ha scelto un linguaggio antico, quello della ceramica. In mostra saranno esposti una ventina di azulejos, piccole piastrelle di ceramica dipinte in azzurro o in rosso, che compongono quadri di varie dimensioni, realizzate presso la Bottega d'Arte Ceramica Gatti di Faenza. Sono raffigurati scene e protagonisti della corrida, le mosse, le vuelte, e i simboli delle ganaderie. Il ciclo, inedito, venne progettato nel 2000 e completato poco prima della morte dell'artista, e viene esposto per la prima volta al pubblico.

Nel catalogo pubblicati i cento lavori in ceramica di Aldo Mondino, oltre al celebre “Diccionario taurino”

Accompagnerà la mostra un catalogo, a cura di Claudia Casali, dove saranno pubblicati tutti e cento i lavori realizzati in ceramica e, per la prima volta, verrà edito il famoso Diccionario taurino, con i pensieri e i commenti sul mondo della corrida scritti personalmente da Mondino. Per una serie limitata di cento esemplari verrà inserita una piastrella di ceramica, seguendo il progetto originario dell'artista.

Scheda Tecnica

  • Aldo Mondino. “Tauromachia”
    fino al 30 aprile 2008
  • Galleria de’ Foscherari
    Bologna, via Castiglione 2/b
  • Orario di apertura:
    lun-sab, ore 10- 12.30 e 16-19.30; dom su appuntamento
  • Catalogo:
    a cura di Claudia Casali (disponibile in galleria)
  • Info:
    Tel. e Fax (+39) 051 221308
    galleria@defoscherari.it
    Galleria de’ Foscherari
  • La mostra è realizzata in collaborazione con l'Archivio Aldo Mondino.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 20/04/2007

Mondino, Aldo

Aldo Mondino (Torino 1938-2005) nel 1959 si trasferisce a Parigi, dove frequenta per due anni l’Atelier 17 di William Heyter. Studia mosaico con Severini. In questi anni, viene in contatto con giovani pittori surrealisti - esperienza che lascerà le tracce nelle opere ludiche degli anni Sessant...