Eventi » I Macchiaioli. Capolavori della collezione Mario Taragoni

Silvestro Lega, “Signora in giardino”, 1883, olio su tela, 54,5x46 cm, collezione privata

I Macchiaioli. Capolavori della collezione Mario Taragoni

A Palazzo Cavalli Franchetti di Venezia ricostruita la straordinaria raccolta dell’Ottocento toscano appartenuta all’intellettuale genovese

a cura di Redazione, il 08/03/2008

L’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti di Venezia ospita nella sede di Palazzo Cavalli Franchetti una grande mostra dedicata ai Macchiaioli. L’esposizione, che inaugura sabato 8 marzo e proseguirà fino al 27 luglio 2008, intende ricostruire la prestigiosa collezione d’arte dell’ottocento toscano appartenuta a Mario Taragoni.

Una collezione formata sui testi critici e ordinata secondo le ragioni della passione

Finanziere, economista, grande collezionista d’arte, uomo di cultura, appassionato della pittura toscana e fervido sostenitore dei valori del Risorgimento italiano, Mario Taragoni ha messo insieme, tra gli anni Trenta e gli anni Settanta, una straordinaria raccolta di opere dei macchiaioli; una collezione formata quasi esclusivamente sui testi critici dell’epoca e ordinata seguendo principalmente le ragioni della passione e dell’amore per l’arte.

La raccolta è una sfilata di grandi nomi: Giuseppe Abbati, Giovanni Boldini, Odoardo Borrani, Giovanni Carnovali detto il Piccio, Adriano Cecioni, Serafino da Tivoli, Giovanni Fattori, Egisto Ferroni, Silvestro Lega, Mario Puccini, Antonio Mancini, Raffaello Sernesi, Telemaco Signorini, Armando Spadini.

Il sostegno entusiasta della famiglia del collezionista

Giovanni Fattori, “Strada di paese con contadini e animali (o Sosta nella campagna romana)”, 1880-1890, olio su tela, 25x38,5 cm, collezione privata

Nata sotto l’egida di Antonio Paolucci, che presiede il comitato scientifico composto da Silvestra Bietoletti, Josie Taragoni e Stefano Cecchetto, l’esposizione è stata sostenuta con entusiasmo dalla famiglia del collezionista che ha collaborato personalmente a ritrovare e a riunire altre opere per l’occasione della mostra.

Il catalogo Skira con le opere della raccolta Taragoni

La mostra si avvale di un catalogo (edito da Skira) che comprende interventi di Antonio Paolucci, Silvestra Bietoletti e Stefano Cecchetto, di cui uno relativo al ruolo delle Biennali veneziane per la conoscenza della pittura di “macchia”, e riproduce le opere della raccolta, corredate da un puntuale resoconto della loro storia espositiva e bibliografica.

La mostra è organizzata e prodotta da Arthemisia, alla sua terza esposizione allestita a Palazzo Franchetti, con tema comune il grande collezionismo. Dopo il successo di “Autoritratti. I volti dell’arte dalla collezione degli Uffizi” nel 2007 e della mostra dedicata alla collezione di “Pontus Hulten” nel 2006, l’appuntamento è ora con la meravigliosa collezione Taragoni.

    Scheda Tecnica

  • “I Macchiaioli”
    Capolavori della collezione Mario Taragoni
    dall’8 marzo al 27 luglio 2008
    Inaugurazione: sabato 8 marzo, ore 12
  • Palazzo Cavalli Franchetti, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
    Venezia, Campo S. Stefano 2842 (Fermata vaporetto Accademia)
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 10-19
  • Biglietti:
    Intero € 10; ridotto € 8; ridotto scuole € 4
  • Catalogo:
    Skira (comprende interventi di Antonio Paolucci, Silvestra Bietoletti e Stefano Cecchetto)
  • Info e prevendita:
    Tel. (+39) 02 54919
    Sito web della mostra
    macchiaioli@arthemisia.it
  • Prenotazioni visite guidate:
    Tel. (+39) 041 5240119 - Fax (+39) 041 723007
    prenotazioni@codesscultura.it
  • Visite riservate ed eventi in mostra:
    per associazioni, gruppi e aziende è possibile prenotare visite riservate alla mostra e attività di Corporate Hospitality nelle sale di Palazzo Franchetti
    Tel. (+39) 328 0534213 (Claudia Rech Silvestri)
    rech.claudia@libero.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 08/03/2008

Taragoni e i Macchiaioli: storia di un amore

In un momento in cui le esposizioni sulla pittura macchiaiola, e più in generale sull’arte dell’ottocento italiano si susseguono a ritmo incalzante, una mostra che ricostruisce una specifica collezione nella sua complessità, permette, non solo di godere della bellezza di dipinti di qualità ecc...

a cura di Redazione, il 16/02/2008

FIRENZE PER FATTORI

Quattro importanti mostre di taglio inedito con centinaia di opere, una straordinaria iniziativa editoriale, un convegno nazionale sul restauro. Con un denso programma che abbraccia l’intero 2008 e uno scorcio di 2009, Firenze celebra il più noto dei Macchiaioli, il pittore dell’epopea risorgi...

a cura di Redazione, il 16/02/2008

Giovanni Fattori, un anno di eventi

Le celebrazioni per il centenario della morte di Giovanni Fattori (Livorno 1825 - Firenze 1908), il più noto dei Macchiaioli e uno dei pittori più significativi dell’Ottocento, saranno scandite da un calendario di eventi che si estenderà da marzo 2008 a febbraio 2009, e include quattro esposiz...

a cura di Redazione, il 16/02/2008

Fattori, Giovanni

Giovanni Fattori nasce a Livorno il 6 settembre 1825 e inizia a lavorare fin da piccolo al banco d’affari del fratellastro Rinaldo, manifestando una precoce passione e un indubbio talento per il disegno. A 15 anni il padre Giuseppe lo manda perciò a lezione dal pittore Giuseppe Baldini. È il 1...

a cura di Redazione, il 14/02/2007

I MACCHIAIOLI. Sentimento del vero

I Macchiaioli tornano a Torino, vent’anni dopo la grande mostra alla Mole Antonelliana, con una grande rassegna allestita nelle sale di Palazzo Bricherasio a partire da venerdì 16 febbraio. ...

a cura di Redazione, il 10/01/2007

Silvestro Lega. I Macchiaioli e il Quattrocento

Forlì propone la più ampia retrospettiva mai dedicata a Silvestro Lega, il grande pittore macchiaiolo nato proprio nel forlivese, a Modigliana, nel cuore della cosiddetta “Romagna toscana”. ...