Mostre » Enzo Forese. MONUMENTI

Enzo Forese, “Monumenti”, 2008

Enzo Forese. MONUMENTI

Alla Galleria Toselli in mostra una trentina di dipinti, assemblaggi e collage dell’artista milanese. Protagonista: l’effimero

a cura di Redazione, il 05/03/2008

Giovedì 6 marzo inaugura a Milano presso la Galleria Franco Toselli la mostra personale di Enzo Forese, “Monumenti”.
Esposti trenta lavori, tra dipinti, assemblaggi e collage, tutti di piccolo formato, dove protagonista è l’effimero, l’inconsistente. Eroine dei fumetti e dei cartoons, pin up giapponesi pudiche e sensuali, figurine prendono vita su fragili basamenti innalzati con pacchetti di sigarette, scatole di tabacco e scatoline di fiammiferi.

Un titolo che rimanda al "classico" per opere legate alla cultura pop

«Il fumo, sostanza evanescente per eccellenza, è il pilastro sul quale poggiano i nuovi lavori di Forese», spiega Ivan Quaroni, co-curatore della mostra insieme a Elena Pontiggia. Se il titolo dell’esposizione, “Monumenti”, rimanda a qualcosa di eterno e caratterizzato da un alto valore storico e artistico, le opere in mostra ci riportano invece a una cultura bassa, alla cultura pop.

Betty Boop e Wonder Woman esortano a godere dei fugaci piaceri della vita

Enzo Forese, “Monumenti”, 2008

L’artista si sofferma sul tema, ricorrente nella Poesia e nella Filosofia classiche, a lui molto care, dell’ineluttabilità del destino, dell’imminenza della fine di ogni cosa, della bellezza che svanisce, insomma delle illusioni di cui ci nutriamo quotidianamente. Utilizzando immagini di massa e personaggi seducenti e maliziosi, come Betty Boop e Wonder Woman, Forese sembra esortarci a godere dei piaceri che la vita ci offre, seppur fugaci.

Il gioco di opposti tra cultura classica, fatta per lo più di letture di autori greci, e cultura pop, si risolve in queste opere dall’aspetto ludico e ammiccante, in cui però affiora il sentimento malinconico dato dalla consapevolezza della vacuità di questi “monumenti di fumo”.
La mostra è accompagnata da un catalogo con testi di Elena Pontiggia e Ivan Quaroni.

L’antologica di Forese in programma a primavera

Enzo Forese nasce nel 1947 a Milano, dove vive e lavora. È laureato in storia della filosofia. Dal 1996 partecipa alle mostre collettive Portofranco promosse dalla Galleria Toselli (tra aprile e maggio ne è prevista un’altra, antologica, con catalogo a cura di Elena Pontiggia, a cui parteciperanno Bonomo Faita, Riccardo Gusmaroli, Mizokami Kazumaza, Enzo Obiso, Paola Pezzi, Lisa Ponti, Antonio Serrapica, Antonio Sofianopulo, Paolo Truffa, Gabriele Turala).

    Scheda Tecnica

  • Enzo Forese. “Monumenti”
    dal 7 marzo al 10 aprile 2008
    Inaugurazione: giovedì 6 marzo, ore 18
  • Curatore:
    Elena Pontiggia, Ivan Quaroni
  • Galleria Toselli
    Milano, via Mario Pagano 4 (entrata da via F. Guerrazzi)
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 10-12 e 16-19; fuori orario su appuntamento
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    Tel. (+39) 02 33614273 - Fax (+39) 02 31801917
    galleriatoselli@infinito.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader