Mostre » Luciano Maroncelli. LO SPAZIO E IL TEMPO

Luciano Maroncelli. LO SPAZIO E IL TEMPO

A Rimini, nei locali espositivi della Sala del Podestà e della Galleria Coppedè, una mostra personale del pittore astratto romagnolo

a cura di Redazione, il 02/03/2008

Ha inaugurato ieri, al Palazzo del Podestà di Rimini, la mostra personale di Luciano Maroncelli intitolata “Lo Spazio e il Tempo”. L’esposizione in questa sede proseguirà fino a domenica 9 marzo, quindi proseguirà dal 19 aprile al 2 maggio nel locali della Galleria Coppedè.

Una ricerca formale ricca di valori pittorici

Il titolo della mostra già ci dice di un tema aperto e dilatato, un tema che lungi dall’essere presunzione è accordo e analogia con le opere ad olio espressivamente intuite ed elaborate, una ricerca formale che Maroncelli persegue da tempo, con costanza in quello speco incantato e indefinito ove balenano le visioni poetiche, le immagini uniche.

La tecnica usata è ricca di valori pittorici come il ritmo, il contrasto, il senso dello spazio e le variazioni armoniche, valori classici che qui ben si accordano con una pittura astratta come è la sua. L’artista ha iniziato ben presto con la astrazione, fin dagli anni settanta; è dagli anni ottanta che scopre il figurale col soggetto principale del femminile; figure di donne, nudi e maternità con sfondi simbolico-naturalistici: le foglie cadenti autunnali, i fanciulli con gli aquiloni, i cavalli in libertà.

La recente crisi estetica di Maroncelli

Ma è dall’inizio del ventunesimo secolo che Maroncelli matura una crisi estetica; cerca cioè nuove soluzioni, altre strade espressive per non cadere nel tradizionale ripetitivo: è partendo da un’occasione tematica come “il vedere il mondo dall’alto”, vale a dire rappresentazioni di partenza geometrizzanti, di cartografie, mappe, referenze geometriche di isole, fondali marini e la tettonica di rilievi, che in sogno poi s’allarga e il messaggio è più ampio, più ricco, sempre su sfondi azzurri, come molteplici interprestazioni estetiche (e poetiche).

Cioè, il tessuto geometrico dei lavori di questo pittore non è sostanzialmente irretito da rigidità e freddezza: svaria, si frantuma in una tavolozza dalle mille inflessioni e modulazioni. Strutturalmente Maroncelli impronta le sue opere (che adombrano il gusto segmentale di un Malevich) su una ricchezza di campiture tonali; la sintassi è un accostamento, anche un accavallamento o simbiosi di tasselli cromatici che atomisticamente al loro interno generano profusioni di luci, quasi fosse un mosaico dinamico e luminoso.

Note biografiche dell’artista

Luciano Maroncelli è nato e vive a Rimini. Negli anni settanta ha iniziato ad esporre in mostre nazionali e concorsi, conseguendo premi e riconoscimenti rilevanti. Oggi sue opere si trovano presso collezionisti privati in Italia e all’estero (Germania Francia, Messico e Giappone). Alcune sue mostre personali: Ancona, 1980; Bologna, 1983; Bari, 1984; Ferrara, 1997; Valmontone, Roma, 1985; Rimini, 1996-2006. (testo a cura di Ivo Gigli)

    Scheda Tecnica

  • Luciano Maroncelli. “Lo Spazio e il Tempo”
    fino al 9 marzo 2008 (Sala del Podestà)
    dal 19 aprile al 2 maggio 2008 (Galleria Coppedè)
  • Sedi espositive di Rimini:
    Sala del Podestà, Piazza Cavour
    Galleria Coppedè, Via F.lli Cairoli 109
  • Orario di apertura:
    fino al 9 marzo: tutti i giorni, ore 10-12.30 e 16-19
    dal 19 aprile al 2 maggio: contattare la Galleria (vedi Info)
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    Tel e Fax (+39) 0541 786214
    info@antiquacoppede.it
    Galleria Coppedè

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader