Mostre » Meeting Modigliani, Mosca celebra la storia d’amore fra Modì e Anna Achmatova

Meeting Modigliani, Mosca celebra la storia d’amore fra Modì e Anna Achmatova

a cura di Redazione, il 20/03/2007

Il Museo Pushkin di Mosca ospita un’affascinante rassegna intitolata “Meeting Modigliani”, realizzata con l’intento di celebrare la relazione tra Amedeo Modigliani e Anna Achmatova, la poetessa russa conosciuta dall’artista a Montparnasse nel 1910. L’esposizione inaugura martedì 20 marzo e resterà aperta fino al 17 giugno 2007. È la prima volta che la prestigiosa istituzione culturale moscovita dedica una mostra al genio livornese. In tutto, 84 pezzi tra dipinti, disegni e documenti per raccontare l’opera e quella fase della vita di Modigliani che vide nascere la storia d’amore tra i due artisti. Ma l’evento ne contiene almeno altri due. Il primo è il contributo che il “Modigliani Institut Archives Légales Paris-Rome” dà alla realizzazione della mostra, mettendo a disposizione una selezione degli oltre 6.000 documenti che costituiscono gli Archivi Legali Modigliani: 37 pezzi tra fotografie, cartoline, libri, cataloghi e manoscritti, a supporto dei dipinti e dei disegni in esposizione, per raccontare la vita e l’opera del grande artista.
Il secondo consiste nel portare, per la prima volta al Museo Pushkin, le tecnologie digitali e interattive per la fruizione di una mostra, grazie alla collaborazione tra il Modigliani Institut e Accenture Italia.
Insieme ad Accenture Italia, infatti, il Modigliani Institut porta per la prima volta al Museo Pushkin le tecnologie più innovative per la fruizione di un evento espositivo, comprendenti guide interattive, un sito internet e un filmato a cura di Christian Parisot. Chi avrà la fortuna di visitare la mostra su Modigliani e la sua storia d’amore con Anna Achmatova potrà così meglio contestualizzare storicamente il lavoro e la vita del grande artista italiano.
Più in generale, le tecnologie si sposano perfettamente con il ruolo istituzionale del Modigliani Institut, che ha il compito, per suo statuto, di far conoscere in tutto il mondo la figura di Amedeo Modigliani.
Il Modigliani Institut si è di recente costituito per volontà di Christian Parisot (Presidente), Massimo Riposati (Vice Presidente) e Luciano Renzi (Segretario generale), allo scopo di tutelare e valorizzare il patrimonio documentale di Amedeo Modigliani; promuovere nel mondo l’immagine di Modigliani “senza leggenda”, e creare in Italia, a Roma, la “Casa Modigliani”, un luogo rivolto a tutti gli appassionati d’arte, centro di studio e di ricerca, e sede di iniziative ed eventi di arte contemporanea. La “Casa Modigliani” accoglierà l’intero patrimonio documentale dell’artista, tra cui diari, primi cataloghi di mostre, oggetti appartenuti a Modigliani, memorie della sua famiglia, dalle origini dei loro primi interessi in Toscana e in Sardegna fino al grande viaggio che, iniziato nel 1906, condurrà Modigliani a Parigi, nei luoghi della nascita dell’arte contemporanea, dove incontrerà personalità artistiche del calibro di Pablo Picasso e Costantin Brancusi.
 
 

Scheda tecnica

“Meeting Modigliani”
dal 20 marzo al 17 giugno 2007

The Pushikin State Museum of Fine Arts - Sala 19 e Colonnato
12, Volkhonka St., 119019 Moscow (Mosca)

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader