Mostre » LITHIAN RICCI. Arbitrio e immaginazione

Lithian Ricci, "In viaggio con Macak", 2006, olio su tela, cm 170 x 150 cm.

LITHIAN RICCI. Arbitrio e immaginazione

Il Complesso del Vittoriano ospita una mostra antologica dell’artista romana, nota a livello internazionale per i suoi soggetti apocalittici e fantastici

a cura di Redazione, il 03/03/2008

Mercoledì 5 marzo si inaugura, presso il Complesso del Vittoriano presieduto da Alessandro Nicosia, la mostra antologica di Lithian Ricci intitolata “Lithian Ricci. Arbitrio e immaginazione”. L’esposizione è patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Lazio e dal Comune di Roma. Curata da Maria Teresa Benedetti, la mostra presenta un percorso composto da circa sessanta opere, alcune delle quali di grande formato, che raccontano l’immaginario onirico della pittura di Lithian Ricci.

In mostra il singolare bestiario fantastico di Lithian Ricci

Arbitrio come libertà, creatività, originalità, capacità di affidarsi a impulsi nati da sedimentate esperienze culturali, esistenziali e dell’inconscio. Esperienze rielaborate con sensitività diretta e vitale, tipica di una personalità capace di trasformare l’inquietudine in energia. Queste le peculiarità dell’opera di Lithian che presenta in mostra un singolare bestiario fantastico, nel quale lei insegue con determinazione la materia di sogni arcani e inaccessibili alla ragione, da decifrare con l’alfabeto rabdomantico dell’ineffabile.

Bambine inquietanti che paiono uscite da pagine di manuali psicoanalitici

Lithian Ricci, "Tango con il lupo", olio su tela, 100 x 150 cm.

Una pittura connotata da un colore vivace e vibrante, capace di creare un mondo di animali apocalittici e fantastici, di dame e regine, di eroine della lirica, di sante e di figure angeliche, di bambine inquietanti che paiono uscite da pagine di manuali psicoanalitici, di personaggi reinventati con personalissime varianti su fiabe della tradizione.

La segnalazione di Edward Lucie-Smith su “Art Tomorrow”

Lithian Ricci è stata segnalata da Edward Lucie-Smith all’interno della prestigiosa pubblicazione internazionale “Art Tomorrow” nella sezione dedicata ai giovani pittori italiani. Oltre alle numerose mostre personali in spazi pubblici e privati, in Italia e all’estero, e la presenza in importanti collezioni, come la collezione del St Regis Grand, della compagnia Starwood e della Bulgari SpA, ha fatto recentemente parlare di sé per la partecipazione alla mostra “Arte e Omosessualità”, prevista inizialmente a Palazzo della Ragione di Milano e poi trasferita a Firenze.

    Scheda Tecnica

  • “Lithian Ricci. Arbitrio e immaginazione”
    dal 6 al 30 marzo 2008
    Inaugurazione: mercoledì 5 marzo, ore 18.30
  • Curatore:
    Maria Teresa Benedetti
  • Complesso del Vittoriano
    Roma, Via di San Pietro in Carcere
  • Orario di apertura:
    tutti i giorni, ore 9.30-19.30
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Catalogo:
    Gangemi Editore
  • Info:
    Tel. (06) 3225380 - (+39) 347 9779868
    studiobegnini@gmail.com

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader