Mostre » Luna Amato. OSTREA

Un fotogramma del video "Perle", momento centrale della mostra di Luna amato

Luna Amato. OSTREA

Alla Kyo Art Gallery di Viterbo la prima mostra personale dell’artista siciliana vincitrice del Premio Celeste 2007 nella sezione video

a cura di Redazione, il 07/03/2008

La Kyo Art Gallery di Viterbo, in collaborazione con l’AC.Danae Arte Contemporanea di Carbognano, a partire da sabato 8 marzo presenta “Ostrea”, prima mostra personale della giovane artista siciliana Luna Amato, vincitrice del IV Premio Celeste 2007 nella sezione video.

Rara intensità espressiva in un contesto formale pulito e lineare

La condizione espressa dalle opere di Luna Amato è tutta esistenziale. Non è facile trovare tanta intensità, tanta forza espressiva in un contesto formale così pulito e lineare come nelle opere di questa giovane artista siciliana. Concetti e riflessioni che non lasciano spazio a fraintendimenti; precisi, taglienti e che si materializzano in lavori fotografici e video belli da guardare e per questo ancora più disarmanti.

Questa dicotomia tra l’essere e l’apparire dell’opera è svolta spesso attraverso una sottile ironia, a volte impercettibile, che l’artista usa per manifestare il suo disincanto.

Il video “Perle” come paradigma del lavoro di Amato

Il lavoro è tutto nella composizione di un’immagine senza orpelli, con pochi elementi altamente simbolici, che riescono a caricarsi di un significato solo nello spazio tra autore e fruitore; il video “Perle”, attorno al quale gravita l’intera mostra che si intintola per l’appunto “Ostrea”, ne costituisce il paradigma. La stratificazione storica dei significati legati ad ogni singolo elemento dell’opera ed il loro re-impiego attuale attraverso i gesti e la persona dell’artista ne escludono una lettura troppo generica e allo stesso tempo univoca.

La mitologia, strumento di drammatizzazione del lavoro dell'artista

I riferimenti alla mitologia, come nella serie “Odissea e Narciso”, fanno parte del processo di drammatizzazione del lavoro dell’artista, volto a ricercare le cause e i sentimenti contrapposti dell’io. Questo metodo, è uno dei tanti utilizzati da Luna Amato per condurre un’analisi intima e allo stesso tempo assoluta procedendo per concetti. I titoli stessi delle opere assumono un valore tale da poter essere considerati parte integrante e imprescindibile da esse, come succede in “Ninnoli e Lacrima”.

Nel video ”Perle”, l’inquadratura fissa riprende l’immagine tagliata di una donna che gioca con il filo di perle che ha al collo; il movimento calmo ed ossessivo delle dita preannuncia l’inevitabile. C’è la sensazione di un tempo infinito, di uno stato d’animo vago: giocoso, ansioso, irrequieto. Il gesto continua ineluttabile non più fluente e melodico ma pieno di scatti e dissonanze; si rimane in attesa, e all’improvviso l’immagine esplode, le perle volano via e rimbalzano veloci, saltellano allegre, sfuggenti, incontrollabili.

    Scheda Tecnica

  • Luna Amato. “OSTREA”
    dal 9 marzo al 13 aprile 2008
    Inaugurazione: sabato 8 marzo, ore 18
  • Curatori:
    Antonella Pisilli, Francesca Pontuale
  • Kyo ART GALLERY
    Viterbo, Via San Pellegrino 55
  • Orario di apertura:
    gio-ven-sab, ore 16.30-19; dom 11-13
  • Info:
    Massimiliano del Ninno
    Tel. e Fax (+39) 0761 340378 - Cell. (+39) 339 7865017
    ufficiostampakyo@tele2.it

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader