Mostre » ODILON REDON Sogni, chimere, misteri

Odilon Redon, “La Mort: C'est moi qui te rend serieuse, elancons-nous”, 1896, Litografia stampata in nero su chine appliquè

ODILON REDON Sogni, chimere, misteri

Siniscalco Arte apre i suoi spazi milanesi con 40 opere grafiche, incisioni e litografie dell’artista francese

a cura di Redazione, il 27/02/2008

Dal 28 febbraio al 31 maggio 2008, Siniscalco Arte di Milano presenta nei suoi nuovi spazi (in via Friuli 34), la mostra “Odilon Redon. Sogni, chimere e misteri.”
Curata da Flavio Arensi e da Pasquale Siniscalco, l’esposizione propone quaranta opere, incisioni e litografie, dell’artista francese, tra i principali interpreti dell’arte del sogno e del mistero.

Fantasia e iconografia al limite del fantastico, nella grande tradizione che va da Goya a Moreau

Nell’universo creativo di Redon, la grafica riveste un ruolo privilegiato. Fino alla metà degli anni Novanta del XIX secolo, infatti, Redon si dedica prevalentemente alle incisioni e ai disegni, in particolare ai “Neri”, ovvero disegni a carboncino singolari e raffinati che l'artista espone per la prima volta a Parigi agli inizi degli anni Ottanta del XIX secolo, e da cui le incisioni e le litografie sono, sia dal punto di vista tecnico che da quello tematico, la loro naturale emanazione.

Odilon Redon, Une longue chrysalide couleur de sang, 1889, Litografia stampata in nero su chine appliquè

L'opera di Redon disorienta molti suoi contemporanei per la fantasia e l’iconografia al limite del fantastico, nella quale il colore nero intenso, una delle cifre più caratteristiche, si lega ai temi della mitologia, dell’agiografia, della storia intima dell’uomo, secondo la grande tradizione che da Goya giunge fino a Moreau.

Le rare tirature in mostra a Milano

La mostra presenta rare tirature, come quelle dedicate a Les Fleurs du Mal di Baudelaire, oppure le “interpretazioni” de La temptation de Saint Antoine di Flaubert, o ancora la grande litografia del Buddha, che non soltanto testimonia una raffinatezza stilistica del tutto innovativa, ma anche l’attenzione dell’artista per i temi religiosi e per l’Oriente, nonché per il mondo esoterico, quale territorio d’indagine mentale e simbolica.
Accompagna l’iniziativa un catalogo Silvana Editoriale.

    Scheda Tecnica

  • “ODILON REDON Sogni, chimere, misteri”
    dal 28 febbraio al 31 maggio 2008
  • Curatori:
    Flavio Arensi, Pasquale Siniscalco
  • Siniscalco Arte
    Milano, via Friuli 34
  • Orario di apertura:
    mar-sab, ore 10-13 e 15.30-19.30; lun chiuso
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Catalogo:
    Silvana Editoriale
  • Info:
    Tel. e Fax (+39) 02 55199958
    p.siniscalco@siniscalcoarte.com
    Siniscalco Arte

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 26/02/2008

Odilon Redon (Bertrand-Jean Redon)

Bertrand-Jean Redon, detto Odilon, nasce il 20 aprile 1840 a Bordeaux. Gracile di salute, non conduce studi regolari fino all’età di undici anni, vivendo la sua infanzia in solitudine nella tenuta di famiglia a Peyrelebade. Nel 1855 comincia i suoi studi di disegno, venendo indirizzato dal suo...