Mostre » Cocco Bill & Co., a Varallo Sesia l’antologia ufficiale di Benito Jacovitti

Cocco Bill & Co., a Varallo Sesia l’antologia ufficiale di Benito Jacovitti

a cura di Redazione, il 25/02/2007

Più di 300 tavole disegnate, un monumento in polistirolo alto quattro metri e le riproduzioni in gommapiuma dei suoi personaggi più famosi, tra i quali il celeberrimo Cocco Bill. Così Palazzo d’Adda di Varallo Sesia (Vercelli) celebra il genio di Benito Jacovitti a dieci anni dalla morte, attraverso una mostra che ne ripercorre la lunghissima carriera e che resterà aperta al pubblico fino al 9 aprile.
Si tratta di una vera e propria antologia ufficiale di quello che in Francia chiamano “il Disney europeo”, ed è già stata presentata a Torino nel 1998, in Sardegna nel 1999, a Sarezzo nel 2001, a Catania nel 2002 e a Bergamo nel 2003.
La rassegna, curata da Silvia Jacovitti e Dino Aloi, con allestimento di Bettina Cardinali e Carlo Olivero, si avvale del patrocinio della Regione Piemonte ed è organizzata dall’Associazione Carneval Spettacolo di Gemme, che ha realizzato le sagome a grandezza naturale. Queste ultime completano il percorso espositivo fornendo un’ambientazione tridimensionale alle tavole, quasi tutte originali. I disegni abbracciano tutta la carriera dell’artista nato a Termoli (Campobasso) nel 1923, suddivisi in 19 sezioni diverse, dalle illustrazioni per Pinocchio ai Diari Vitt, alle grandi tavole panoramiche realizzate per “il Giorno” negli anni ’50, dai manifesti e dalle vignette politiche, ai disegni erotici. Insomma, tutto l’universo fantastico di “Lisca fresca”, soprannome giovanile di Jacovitti, 
Alla mostra si accompagna un catalogo pubblicato dalla Casa Editrice Il Pennino, nel quale sono riprodotte la maggior parte delle opere esposte e una serie di saggi critici.

Scheda tecnica

“JACOVITTI Varallo 2007”.
fino al 9 aprile 2007

Palazzo d’Adda
Varallo Sesia (Vercelli), Piazza Antonini 8

Orario di apertura:
sabato e domenica, ore 15-19; giorni feriali: per gruppi e scolaresche, su prenotazione.

Catalogo:
Casa Editrice Il Pennino

Info:
Sito di Benito Jacovitti
Tel. (+39) 0163 51737

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader