Special » Franco Vaccari, 50 anni di arte e ricerca

Franco Vaccari. Un'immagine della serie Radici

Franco Vaccari, 50 anni di arte e ricerca

Al Museo Cantonale d'Arte di Lugano, in mostra anche le prime indagini del maestro modenese: Radici ed Esposizioni in Tempo Reale

a cura di Redazione, il 06/02/2008

Radici

La mostra restituisce i due poli principali entro cui spazia la più nota ricerca di Vaccari: da una parte nel progetto Radici viene studiata la tematica del territorio, le persone, le radici appunto di un’Italia che si ostina a restare se stessa, un’Italia antica che sopravvive nei paesi della pianura padana: ragazzi sul bordo del fiume, fiere di paese, personaggi stralunati; sono foto cariche di assonanze letterarie e visive.

Esposizioni in tempo reale

Dall’altra parte in Esposizioni in tempo reale è l’approccio concettuale, l’assunzione dell’opera come strumento critico, a tratti rivoluzionario, a fare da protagonista, per ribaltare i paradigmi stessi su cui si fonda il sapere contemporaneo. Un approccio che prende avvio con l’istallazione, realizzata alla Biennale di Venezia del 1972, Lascia su queste pareti una traccia del tuo passaggio, dove i visitatori erano invitati a entrare in una cabina fotografica e a lasciare il loro ritratto sulle pareti della sala.

Collezione Antologica e i lavori più recenti scelti dallo stesso Vaccari

Vaccari guarda Vaccari. L’artista di oggi dialoga con quello di ieri. Lo racconta e lo interpreta. Lo trasforma in opera d’arte. Con la precisione di un scienziato (Vaccari è laureato in fisica). La sezione più ampia della mostra è infatti intitolata Collezione antologica. Essa raccoglie 194 fotografie (ognuna in tiratura limitata di tre copie) selezionate dallo stesso Vaccari tra quelle del periodo compreso fra il 1955 e il 2007. Molte di queste immagini sono inedite e una serie è stata realizzata espressamente in occasione di questa mostra.

Quello che si legge in questa sezione non è solo la storia di un artista, ma un capitolo importante di storia della cultura, in cui i confini tra arti visive, letteratura, fotografia e cinema si confondono. Fellini e Zavattini, Diane Arbus e Lou Reed, Hermann Nitsch e Joseph Beuys (questi ultimi protagonisti di una serie di eccezionali fotografie) insieme a tanti altri riecheggiano nelle immagini esposte. Fino al ritorno, nelle ultime fotografie realizzate per questa mostra, alla sua terra, a una Via Emilia ormai trasformata in una sorta di grande agglomerato urbano, trasfigurata dalle luci, quasi una Los Angeles nostrana.

La mostra parte da un progetto editoriale del ’95 di Andrea Tomasetig

Questa mostra prende spunto da un progetto editoriale del 1995, ideato da Andrea Tomasetig, intitolato Fotografia del Novecento e qui presentato per la prima volta, per il quale alcuni artisti furono invitati a costruire dei portfolii in una tiratura limitata. Vaccari realizzò i due libri-oggetto Radici ed Esposizioni in tempo reale, entrambi composti da 12 fotografie e caratterizzati da una raffinata veste editoriale (il logo della collana venne ideato da Bruno Munari) e da una eccezionale attenzione alla qualità della stampa fotografica. Sulla scia di quest’esperienza ha avviato il progetto Collezione antologica che ha completato e concluso in occasione di questa mostra.

La stampa delle fotografie curata direttamente da Vaccari

La stampa delle fotografie esposte, che presenta un’eccezionale qualità realizzativa, è stata personalmente curata da Vaccari con l’utilizzo di tecniche raffinate e materiali particolari. Le fotografie in bianco e nero sono state stampate dall’artista su carta baritata sensibilizzata ai sali d’argento e virate al selenio.

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 06/02/2008

VACCARI di Franco Vaccari

Dal 9 febbraio al 30 marzo 2008 il Museo Cantonale d'Arte di Lugano presenta la mostra Vaccari di Franco Vaccari. Antologia fotografica 1955-2007, la prima esposizione antologica internazionale dedicata all’artista modenese, protagonista dell’arte concettuale italiana. ...

a cura di Redazione, il 04/02/2008

Vaccari, Franco

Franco Vaccari nasce a Modena nel 1936, dove vive e lavora. Compie studi di tipo scientifico laureandosi in Fisica. Esordisce come poeta visivo per poi intraprendere, a partire dagli anni Sessanta, un percorso di tipo concettuale utilizzando il video e la fotografia in un lavoro artistico con...