Mostre » SGUARDI INTERIORI

Shirin Neshat. Birthmark, 1995. Gelatin silver print & ink, cm. 28 x 35, courtesy collezione privata Sale (AL)

SGUARDI INTERIORI

A Padova un viaggio all’interno dell’universo femminile attraverso fotografie di importanti artiste contemporanee di tutto il mondo

a cura di Redazione, il 05/02/2008

Si inaugura venerdì 8 febbraio, nella Galleria Sottopasso della Stua di Largo Europa a Padova, la mostra Sguardi interiori con fotografie di Marina Abramovich, Vanessa Beecroft, Isabella Bona, Giulia Caira, Silvia Camporesi, Tea Giobbio, Nan Goldin, Mona Hatoum, Barbara La Ragione, Mara Mayer, Shirin Neshat, Pipilotti Rist e Cindy Sherman.

La mostra si inserisce in “Racconti di donne”

La mostra, promossa dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Spettacolo – Centro Nazionale di Fotografia, curata da Enrico Gusella, si inserisce nella serie Racconti di donne e presenta i lavori di un gruppo di artiste che indagano dinamiche e vicende di una quotidianità legata tanto alla corporeità quanto alle relazioni interpersonali.

I motivi della mostra

La mostra scandaglia così un universo femminile che, in questi ultimi anni, è balzato agli occhi della critica e del pubblico grazie alla produzione di opere in grado di stimolare, cogliere e rappresentare una dimensione esistenziale, oltre che personale e individuale, filtrata attraverso l’esperienza del femmineo. La rassegna si propone quindi come una riflessione sullo sviluppo crescente di motivi generati e sondati dalla percezione femminile che ha influenzato considerevolmente lo scenario dell’arte contemporanea, contribuendo per altro alla redistribuzione dei ruoli in contesto artistico.

La figura femminile nelle sue molteplici interpretazioni

Nan Goldin. Nan Goldin at the bat, Toon, C and So, 1992. C-print, cm. 68,5 x 100,5; courtesy collezione privata Sale (AL)

Nelle immagini in mostra, la figura femminile diventa protagonista privilegiata. Le artiste selezionate, ognuna a suo modo, sondano la realtà, tentano di carpire, indagare e restituire la loro relazione con essa attraverso un approccio ed un’estetica estremamente personali e decisi.

Chi insistendo sul ritratto, utilizzando il mezzo fotografico come strumento di penetrazione dell’individualità e di comprensione dell’umano; chi sul corpo, accostandosi alle dinamiche della body art, dell’azionismo e della performance, attingendo quindi ad una dimensione “teatrale” per tracciare una personalità in fieri; chi sul concetto di tempo e spazio, scardinando le leggi del “qui ora”, riportando l’esistente ad una condizione di alterità e generando mondi possibili.

Fra i lavori in mostra spicca in particolare il ricorso frequente al travestimento, alla metamorfosi e all’ibridazione come strumenti di riattivazione e rigenerazione della memoria e della conoscenza. Le figure si trovano al limite della riconoscibilità, i loro contorni si fanno ambigui, la personalità caotica e opaca.

Attraverso il meccanismo della contaminazione, il corpo dell'artista viene sottoposto ad una traslazione che si declina talvolta in armonia, talvolta in straniamento, talvolta in inconciliabilità. Ciò che risulta in ogni caso evidente e costante è la straordinaria capacità generativa che scaturisce dalle immagini.

Leggi le note biografiche delle artiste di Sguardi interiori

Scheda Tecnica

  • "Sguardi interiori". Fotografie di Marina Abramovich, Vanessa Beecroft, Isabella Bona, Giulia Caira, Silvia Camporesi, Tea Giobbio, Nan Goldin, Mona Hatoum, Barbara La Ragione, Mara Mayer, Shirin Neshat, Pipilotti Rist, Cindy Sherman.
    dal 9 febbraio al 22 marzo 2008
    Inaugurazione: venerdì 8 febbraio, ore 19
  • Curatore:
    Enrico Gusella
  • Galleria Sottopasso della Stua
    Padova, Largo Europa
  • Direzione della mostra:
    Alessandra De Lucia
  • Orario di apertura:
    lun-sab, ore 11–13 e 15–19; dom chiuso
  • Biglietti:
    Ingresso libero
  • Info:
    Segreteria mostra
    Via Niccolò Tommaseo, 60 - Padova
    Tel. (+ 39) 049 8204518 – 4530 – 4531 - Fax (+39) 049 8204532
    cnf@comune.padova.it
    Centro Nazionale di Fotografia
  • La mostra è realizzata in collaborazione con Sabrina Raffaghello Arte Contemporanea

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader