Mostre » Stefania Di Filippo. Indagine dal sottosuolo

Stefania Di Filippo. Indagine dal sottosuolo

In mostra a Roma 45 tele che documentano il percorso creativo della pittrice romana

a cura di Redazione, il 06/01/2008

A partire da giovedì 10 gennaio (e fino al giorno 27) lo spazio espositivo dell’Istituto Portoghese di S. Antonio ospiterà la mostra personale di pittura di Stefania Di Filippo, intitolata “Indagini dal sottosuolo”.

Curata da Andrea Romoli Barberini, l’ampia esposizione documenta con circa 45 quadri di diverso formato il percorso della Di Filippo, dalle indagini permeate da un raffinato esotismo fino alle più recenti sperimentazioni paesaggistiche attraverso cui la sfera interiore assume forma visibile.

Dalla moda alla pittura, sempre nel segna della creatività

Stefania Di Filippo è nata nel 1959 a Roma, dove attualmente vive e lavora. Matura le prime esperienze nel campo della moda. Come stilista, collabora con varie ditte di abbigliamento femminile, tra cui la casa d’Alta Moda Albanese ed Enzo of Rome. Negli ultimi anni realizza costumi scenici per la scuola di danza “ Movimento” di Bruxelles.

Dal 2001 approfondisce lo studio della pittura e inizia un percorso di studio e di ricerca personale sotto la guida di vari artisti, tra cui il pittore Alberto Parres, del gruppo della Galleria Soligo di Roma, lo scultore Giacinto Cerone ed il Maestro Tullio De Franco presso l’Accademia di Belle Arti “Rome University of Fine Arts”.

Affascinata inizialmente dai valori estetici e culturali espressi dai volti di donne e bambini di culture lontane, realizza una serie di lavori dal titolo “Lo sguardo dell’anima”, tutti oli su tela, di dimensioni considerevoli che esprimono la propria ricerca dell’umano: un viaggio nei meandri della memoria, del sentito e non ascoltato individuale e collettivo.

Gli sviluppi recenti della ricerca della pittrice romana: un’indagine nella propria memoria

Attualmente Stefania Di Filippo prosegue la propria ricerca, «indagando nella propria memoria e nel proprio “sottosuolo”; per recuperare le coordinate mancanti e cercare di stabilire, con la pittura e nella pittura, l’esatta collocazione del proprio essere nel mondo» (Romoli Barberini).

La pittrice romana ha partecipato a vari concorsi nazionali tra cui il Premio Celeste 2005, a cura di Gianluca Marziani, posizionandosi tra i dieci artisti con menzione speciale che il critico ha commentato evidenziando «una maturità tra sperimentazione e memoria, orientata ai viaggi interiori, alle emozioni soggettive, ai modi in cui corpo e contesto interagiscono», ed è stata protagonista di esposizioni personali e collettive in spazi pubblici e privati. Le sue opere sono presenti in collezioni private a Roma e a New York.

    Scheda Tecnica

  • Stefania Di Filippo. “Indagine dal sottosuolo”
    dal 10 al 27 gennaio 2008
    Inaugurazione: giovedì 10 gennaio, ore 18.30
  • Curatore:
    Andrea Romoli Barberini
  • Istituto Portoghese di S. Antonio
    Roma, Via dei Portoghesi 6
  • Orario di apertura:
    mar-dom, ore 11-20
  • Info:
    Tel. (+39) 06 6865234
    segreteria@ipsar.org
    IPSAR

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader