Eventi » Un’altra bellezza. FRANCESCO FURINI

Francesco Furini, Pittura e Poesia, olio su tela, cm 180 x 143, Firenze Palazzo Pitti, Galleria Palatina.

Un’altra bellezza. FRANCESCO FURINI

Al Museo degli Argenti di Palazzo Pitti a Firenze la prima mostra monografica di livello internazionale dedicata al grande artista del Seicento fiorentino

a cura di Redazione, il 04/01/2008

A vent’anni dall’esposizione di Palazzo Strozzi (1986-1987) che presentò al pubblico l’intera civiltà figurativa del Seicento fiorentino, oggi la curatrice di quella mostra, Mina Gregori, professore emerito dell’Università di Firenze e presidente della Fondazione di Studi di Storia dell’Arte ‘Roberto Longhi’, e Rodolfo Maffeis, storico dell’arte specialista del pittore, presentano la prima mostra monografica di livello internazionale – in programma a Firenze a Palazzo Pitti al Museo degli Argenti fino al 27 aprile 2008 – mai dedicata ad un artista del Seicento fiorentino: Francesco Furini (Firenze, 1603-1646).

Gli Enti promotori della mostra

Il progetto della mostra è stato accolto e fatto proprio con grande entusiasmo dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze, principale promotore dell’evento insieme al Ministero per i Beni e le Attività Culturali con la Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Fiorentino e il Museo degli Argenti e Firenze Musei, ai quali si sono affiancate l’Università degli Studi di Firenze e la Fondazione di Studi di Storia dell’Arte ‘Roberto Longhi’.

Francesco Furini, Nudo virile seduto, sanguigna su carta grezza, mm. 351x276, Firenze Gabinetto Disegni e Stampe della Galleria degli Uffizi, inv. 1152 F.

Il progetto espositivo

La pittura fiorentina del Seicento è stata riscoperta nella sua ricchezza di valori molto più tardi delle altre scuole regionali italiane, solo nella seconda metà del Novecento, e non è ancora penetrata nella consapevolezza del grande pubblico. I curatori hanno perciò voluto evidenziare i vertici qualitativi che essa raggiunse attraverso l’opera del suo protagonista, Francesco Furini.

Le parole di Cristina Acidini, Soprintendente per il Polo Museale Fiorentino

“La mostra indaga e mette in luce la complessità dell’arte del Furini e le sue relazioni con la cultura e la società contemporanee attraverso una ricostruzione rigorosamente filologica della sua vicenda umana ed artistica. Importante è anche il contributo scientifico dato dalla sistemazione della cronologia e del corpus delle opere, grazie a nuovi dati d’archivio, e dalla definizione della tipologia della committenza dell’artista”. Leggi l'intervento di Cristina Acidini

L’evento espositivo è anche occasione per un’analisi degli aspetti scenici e drammaturgici, evidenti nei dipinti del Furini (che verranno echeggiati nel criterio di allestimento della mostra), della produzione poetica di carattere licenzioso dello stesso artista, del suo rapporto con Leonardo di cui possedeva un codice manoscritto del Trattato della Pittura, oltre poi che dell’esportazione del gusto promosso dal pittore anche oltre i confini del granducato di Toscana e fuori d’Italia, in particolare alle corti dell’Europa centrale.

Francesco Furini, Maddalena, olio su tela, cm 72 x 60 Vienna, Kunsthistorisches Museum.

Perché Palazzo Pitti

La scelta di allestire la mostra al pianterreno di Palazzo Pitti, in quelle che furono le sale di rappresentanza del quartiere di residenza estivo dei Medici, oggi Museo degli Argenti, è dovuta alla presenza, nel salone principale, di una parete affrescata dal Furini fra il 1639 e il 1642, per volere del granduca Ferdinando II de’ Medici, e spartita in due lunettoni raffiguranti L’Accademia platonica di Careggi e L’allegoria della morte di Lorenzo il Magnifico. Il percorso espositivo prevede la presenza di un nucleo consistente di disegni preparatori per tale impresa parietale, atti a testimoniare non solo le concordanze e le varianti con l’affresco, ma anche lo straordinario livello raggiunto dal Furini nella pratica, così centrale nella tradizione fiorentina, del disegno.

Oltre agli affreschi, trentotto dipinti e sedici disegni

Per dare il massimo risalto alla qualità del catalogo del Furini si sono selezionate le opere di maggiore rilevanza storica, corredate di riscontri documentari e di fortuna critica consolidata, e – nel caso della coesistenza di repliche autografe – nelle migliori condizioni di conservazione. Questo criterio di selettività ha portato ad una rosa relativamente ristretta di trentotto dipinti, cui si aggiungono gli affreschi citati, facenti parte del percorso della mostra, e sedici disegni, e alla quasi totale esclusione di prestiti da collezioni private, mentre ci si è rivolti essenzialmente a musei italiani e stranieri di primo piano come il Museo del Prado di Madrid, il Kunsthistorisches Museum di Vienna, l’Alte Pinakothek di Monaco di Baviera, l’Hermitage State Museum di San Pietroburgo, lo Szépmüvészeti Muzeum di Budapest, il Museo de Arte di Ponce (Portorico), le Gallerie di Palazzo Barberini e Palazzo Spada di Roma, la Galleria degli Uffizi e la Galleria Palatina di Firenze, che hanno tutti aderito con eccezionale consenso ai prestiti permettendo di avere in mostra tutte le opere richieste.

Scheda Tecnica

  • Un’altra bellezza. Francesco Furini.
    fino al 27 aprile 2008
  • Curatori:
    Mina Gregori, Rodolfo Maffeis
  • Museo degli Argenti
    Firenze, Palazzo Pitti
  • Orario di apertura:
    8.15-16.30 nei mesi di gennaio e febbraio
    8.15–17.30 nel mese di marzo
    8.15–18.30 nel mese di aprile
    La biglietteria chiude un’ora prima del Museo
    Chiusura: primo e ultimo lunedì del mese
  • Biglietti:
    Intero € 10(comprensivo dell’ingresso al Museo degli Argenti, al Giardino di Boboli, al Giardino Bardini e alla Galleria del Costume di Palazzo Pitti); ridotto € 5 per i cittadini dell’Unione Europea tra i 18 ed i 25 anni; gratuito per i cittadini dell’Unione Europea sotto i 18 e sopra i 65 anni.
  • Catalogo:
    Mandragora editore
  • Info e prenotazioni:
    Firenze Musei
    Tel. (+39) 055 2654321
    La prenotazione per i gruppi scolastici è gratuita ed obbligatoria.
  • Servizio didattico per le scuole:
    Visite guidate per le scolaresche solo su prenotazione.
    Costo di € 3 ad alunno.
    Per prenotazioni e informazioni Firenze Musei Tel. (+39)055 290112
  • Info generali:
    Sito web della mostra
    Scheda completa

stampa pagina stampa solo testo Segnala l'articolo Ascolta con webReader

Articoli correlati

a cura di Redazione, il 04/01/2008

Francesco Furini, il percorso espositivo

Il percorso della mostra, incentrata esclusivamente sulle opere del Furini secondo un nitido impianto monografico, si articola attraverso sette sezioni organizzate in sequenza cronologica ma anche, fin dove possibile, tematicamente omogenee. ...

a cura di Redazione, il 04/01/2008

La pittura sensuale e psicologica di Francesco Furini

La fama del Furini presso gli storiografi sei e settecenteschi come il Baldinucci e il Lanzi fu affidata alle accattivanti lusinghe della sua pittura sensuale e psicologica che nel secondo quarto del Seicento aveva sedotto Firenze, città che al principio del secolo, abbandonato l’ormai esangue...